Home Non solo Cani e Gatti Perché si dice dormire come un ghiro? Scopriamolo

Perché si dice dormire come un ghiro? Scopriamolo

Un modo dire comune, ma non tutti ne conoscono davvero il significato. Vediamo insieme perché si dice dormire come un ghiro.

perché si dice dormire come ghiro
(Foto Pixabay)

Per far capire subito a chi ci ascolta ciò che vogliamo dire, utilizziamo spesso dei modi di dire. Questi ultimi sono delle frasi che vanno oltre al significato letterale e che contengono un significato simbolico o metaforico.

Tuttavia esistono molti modi di dire, alcuni riferiti alla storia altri che prendono come riferimento gli animali. Uno tra questi è il “famoso” modo di dire <<dormire come un ghiro>>.

Ma perché viene usato proprio il ghiro per questa espressione e non per esempio l’orso? Scopriamo insieme perché si dice dormire come un ghiro.

Dormire come un ghiro: ecco perché si dice così

Il ghiro è un mammifero che possiamo trovare in Asia e in Europa.

(Foto Pixabay)

È un animale piccolo ed è simile allo scoiattolo. Proprio come quest’ultimo, anche il ghiro vive sugli alberi nei boschi.

Il suo luogo preferito dove trascorrere la maggior parte della giornata è la tana. Infatti il ghiro è un animale notturno, quindi esce di notte per cibarsi e rintana all’alba.

Per questo motivo spesso viene usata l’espressione “sei un ghiro”, per indicare una persona che è sempre in casa. Tuttavia vi è un’altra espressione molto comune che ha come soggetto questo piccolo mammifero, ossia “dormire come un ghiro”.

Potrebbe interessarti anche: Perché si dice “una rondine non fa primavera”? L’origine dell’espressione

Questo modo di dire è collegato al fatto che il ghiro stando tutta la giornata chiuso nella tana non fa altro che dormire, infatti è considerato un dormiglione. Per questo motivo una persona che dorme molto viene paragonata al ghiro.

Tuttavia il modo di dire dormire come un ghiro, che sta ad indicare una persona che dorme profondamente, è collegato anche al tempo di letargo dell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Animali che vanno in letargo: quali sono e come sopravvivono

Infatti il ghiro inizia il letargo a metà ottobre per poi uscire dalla tana a metà maggio. Nel caso in cui l’annata sia abbastanza fredda, il letargo del ghiro potrebbe durare persino 7 mesi.

Inoltre uno studio scientifico ha dimostrato che esistono davvero persone capaci di dormire come i ghiri, ossia nonostante i rumori non si svegliano. Ciò è dovuto al fatto che queste persone presentano più neuroni fusiformi, che rendono il sonno lungo e sereno.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante