Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Cisti di piume negli uccelli: cause, sintomi e trattamento

Cisti di piume negli uccelli: cause, sintomi e trattamento

Cisti di piume negli uccelli, una condizione comune della pelle e delle piume negli uccelli. Vediamo le cause, i sintomi e il trattamento.

canarino
(Foto AdobeStock)

Per quanto qualsiasi uccello possa soffrire di cisti di piume, quelli maggiormente colpiti sono: i pappagalli, are (blu e oro) e i canarini.

Va inoltre sottolineato che la formazione delle cisti non è un tumore, non è una patologia contagiosa e non dipende nemmeno da fattori alimentari.

Vedremo nei paragrafi seguenti a cosa è dovuta la cisti di piume negli uccelli ovvero la crescita sottocutanea della piuma, che si arrotola su sé stessa.

Inoltre vedremo anche come individuare la problematica e trattarla.

Cause delle cisti di piume negli uccelli

Mentre nei canarini, le cisti delle piume sono dovute ad una predisposizione genetica, le cisti delle piume negli uccelli in generale sono causate da un’infezione o da una lesione al follicolo delle piume.

Il problema nasce quando una nuova piuma che vorrebbe farsi spazio ed uscire, non riesce e si arriccia invece sotto la pelle, all’interno del follicolo della piuma.

Di conseguenza come continuerà a crescere la piuma anche il nodulo, causato dalla piuma incarnita, andrà avanti con la crescita.

Questo processo proseguirà fino a quando la cisti della piuma diventerà un rigonfiamento ovale o lungo. Molto spesso, questa condizione può interessare anche più follicoli di piume alla volta.

Potrebbe interessarti anche: PBFD negli uccelli, malattia di becco e piume: diagnosi e cura

Sintomi

Una cisti di piume può verificarsi ovunque sul corpo degli uccelli.

I parassiti degli uccelli sulle piume
(Foto Pixabay)

Purché sia una zona di cute “pterile” ovvero dove esistono follicoli piliferi: ali, dorso, petto, regione cloacale, base della coda.

Nei pappagalli, invece, è comunemente presente nelle penne primarie dell’ala.

Le dimensioni delle cisti possono essere molto variabili da pochi millimetri fino a qualche centimetro di diametro, a seconda del numero e della dimensione raggiunta possono essere più o meno invalidanti per il soggetto.

I segnali principali che si possono distinguere in caso di cisti di piume negli uccelli sono:

  • sanguinamento per sfregamento sui posatoi o per autotraumatismo;
  • infezione dovuta all’imbrattamento di feci nel caso si formino le cisti intorno alla cloaca.

Diagnosi e trattamento delle cisti di piume negli uccelli

Per la diagnosi e il trattamento la cosa migliore da fare, per poter intervenire tempestivamente per un trattamento temporaneo o permanente di una cisti di piume negli uccelli, è trasportare il volatile dal veterinario, quanto prima.

Il medico veterinario procederà all’apertura della cisti ed alla rimozione della penna interessata, effettuando una leggera anestesia sull’animale per poi procedere in tranquillità.

Il trattamento provocherà una breve emostasi (l’opposto dell’emorragia), che vuol dire mantenere il sanguinamento all’interno di un vaso sanguigno danneggiato.

Dopodiché applicherà una pomata antibiotica topica per evitare l’infezione locale.

Se il follicolo delle piume non viene rimosso chirurgicamente, l’uccello continuerà a sviluppare la cisti delle piume al suo interno.

A meno che non si tratti di una piccola cisti che non crea problemi all’uccello e che facilmente seccherà e cadrà da sola.

In ogni caso, è sempre opportuno rivolgersi ad un veterinario di fiducia che sarà in grado di decidere se e quando intervenire per il benessere del nostro uccellino domestico.

È consigliato di non procedere con rimedi casalinghi pericolosi, per lo più inefficaci ma soprattutto rischiosi per la salute del nostro volatile.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta