Home Non solo Cani e Gatti Le principali malattie degli uccellini: cause e sintomi

Le principali malattie degli uccellini: cause e sintomi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:53
CONDIVIDI

La malattia di un uccello potrebbe non presentare alcun sintomo evidente, quindi a volte è difficile riconoscere i primi segnale di un malessere. Devi essere molto attento. Scopriamo quindi le principali malattie degli uccellini e come prendersi cura di loro.

uccellino malato
Uccellino malato (iStock)

Una malattia aviaria rilevata troppo tardi è spesso fatale. Per preservare la salute dei tuoi uccelli, è importante essere attenti a qualsiasi segnale anomalo. Se vogliamo ancora ascoltare il loro canto o nel caso dei pappagalli la loro voce, dobbiamo dare una maggiore attenzione a questi piccoli esseri.

Gli uccelli domestici sono costantemente soggetti a malattie che possono diffondersi ad alta velocità se vivono in colonie. Per questo motivo è conveniente vaccinare correttamente gli uccelli contro le malattie più comuni negli uccelli domestici.

Inoltre l’igiene delle gabbie, come abbiamo visto nell’articolo sui criceti sarà fondamentale per combattere malattie e parassiti . Un rigoroso controllo veterinario è assolutamente necessario per fermare qualsiasi epidemia. In questo articolo segnaleremo le principali malattie più comuni negli uccelli domestici.

Principali malattie degli uccellini domestici

Uccellino sofferente

Come malattie degli uccellini abbiamo:

Problemi respiratori

L’umidità eccessiva o la nebbia quando fa freddo negli uccellini causa problemi respiratori. Questa patologia di solito si manifesta come una respirazione a scatti.

Anemia

L’anemiaè spesso il risultato di habitat inadatti, alimentazione inadeguata o inadeguata e talvolta parassiti. Gli acari e gli insetti come le zanzare e i pidocchi rossi sono anche responsabili dell’anemia negli uccelli. Il becco, le gambe e la pelle diventano pallidi e l’uccello perde rapidamente peso.

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo deve essere trattato per evitare la morte dell’uccello. Alcuni segnali e sintomi dovrebbero avvisarti ma le cause non sono determinate. Il malfunzionamento della ghiandola tiroidea è responsabile di questa patologia ma non esiste un’azione preventiva.

L’ipotiroidismo negli uccelli è una condizione molto difficile da diagnosticare. La diagnosi di ipotiroidismo richiede un esame del sangue. Il veterinario può prescrivere un trattamento che verrà miscelato con acqua potabile. In generale, il trattamento deve essere continuato per tutta la vita dell’uccello

Colera aviario

Fra le malattie degli uccellini abbiamo: il colera aviario è una malattia altamente contagiosa che attacca diverse specie di uccelli. Un batterio ( Pasteurella multocida ) è la causa di questa malattie degli uccellini. La morte improvvisa di uccelli apparentemente sani è caratteristica di questa grave malattia. Un altro sintomo è che gli uccelli smettono di mangiare e bere.

La malattia viene trasmessa con il contatto tra uccelli malati e sani. L’epidemia si manifesta tra 4 e 9 giorni dopo aver contratto la malattia. La disinfestazione di impianti e attrezzature è assolutamente necessaria. I corpi degli uccellini che non sono sopravvissuti, devono essere rimossi immediatamente per impedire ad altri uccelli di beccarli e infettarsi.

Corizza infettiva

La corizza infettiva è causata da un batterio chiamato Haemophilus gallinarum. I sintomi sono starnuti e infiammazione degli occhi e nei seni nasali, che si solidificano e possono causare la perdita degli occhi dell’uccello. La malattia viene trasmessa dalla polvere dispersa nell’aria o dal contatto tra uccelli malati e sani. Si consiglia l’uso di antibiotici in acqua.

Encefalomielite aviaria

L’ encefalomielite aviaria è causata da Picornavirus. Attacca principalmente esemplari giovani (da 1 a 3 settimane) e fa anche parte delle malattie degli uccellini domestici, fra le più comuni. Tremori del corpo rapidi, andatura esitante e paralisi progressiva sono i sintomi più evidenti.

Non esiste una cura. Le uova di esemplari vaccinati immunizzano i nascituri, da qui l’importanza della prevenzione attraverso i vaccini. D’altra parte, le feci e le uova infette sono il principale portatori di infezione.

Borsite

La borsite è una malattia causata da un birnavirus. Rumore respiratorio, piume arruffate, diarrea, tremore e decadimento sono i sintomi principali. La mortalità di solito non supera il 10%.

È una malattia comune negli uccelli domestici, molto contagiosa che viene trasmessa per contatto diretto. Non esiste una cura nota, ma gli uccelli vaccinati sono immuni e trasmettono la loro immunità attraverso le loro uova.

New castle

La malattia di New Castle produce un paramixovirus è altamente contagiosa. Un prurito rauco, tosse, rantoli, rantoli e difficoltà respiratorie sono seguiti da strani movimenti della testa (nascondono la testa tra le gambe o le spalle) e un’anomala camminata all’indietro.

Lo starnuto degli uccelli e i loro escrementi sono il tramite del contagio. Non esiste un trattamento efficace contro questa malattia così comune negli uccelli. Un vaccino ciclico è l’unico rimedio per immunizzare gli uccelli domestici.

Beccare

L’uccello tende a strapparsi le piume o quelle dei suoi simili beccandosi. Durante il periodo della muta gli uccelli strappano le piume per facilitare la crescita delle nuove piume . Questa cattiva abitudine, di cui l’uccello avrà difficoltà a sbarazzarsi, è causata da noia, paura, sovrappopolazione, arrivo di un nuovo uccello o stress proprio come un gatto.

Il beccare può anche essere la conseguenza di una mancanza di cibo (soprattutto di vitamina) o di una mancanza di igiene. Il beccare è più comune negli uccelli con un alto QI (are, pappagalli), che si annoiano.

Coccidiosi

È una diarrea sanguinolenta accompagnata da una significativa perdita di peso e sbavature all’angolo del becco. Questa malattia degli uccellini è spesso il risultato di una mancanza di igiene nella gabbia o dell’ingestione di cibo avariato. Senza trattamento, l’uccello muore da 4 a 5 giorni dopo la comparsa dei primi sintomi.

Colibacillosi

L’uccello produce diarrea verdastra. Le cause sono le stesse della coccidiosi. Ma attenzione, sembra essere sempre più resistente al trattamento con agli antibiotici.

Acariosi o scabbia

L’uccello forma una crosta grigiastra sul becco o sulle zampe che sviluppano una sorta di calcificazione. Questi sintomi possono portare a deformità e morte dell’uccello se non trattati. La causa proviene da un acaro (chemidocoptes mutans) che si trova in presenza di terreno insufficientemente pulito La sintomatologia può variare a seconda che si tratti di un parrocchetto o di un passero.

Psittacosi

Questa malattia dovuta al contatto con uccelli infetti provoca segni di sonnolenza, tremori, sete, perdita di appetito, febbre, perdita di equilibrio, respiro irregolare e escrementi verde fluorescente. Trasmissibile all’uomo, la Psittacosi provoca tutti i sintomi dell’influenza o dell’allergia accompagnati da una forte tosse.

Problemi intestinali

Un uccello assonnato, che ha la diarrea, manca di appetito e beve molto, è un animale che ha sicuramente un disturbo intestinale. Potrebbe essere stato infettato da parassiti, con cibi viziati o inadatti.

Attacco di parassiti

Pidocchi rossi e acari sono nemici degli uccelli. Provocano il desiderio di graffiare continuamente causando la caduta delle piume. I parassiti sono spesso causati da scarsa igiene e manutenzione della gabbia o magari trasmessi da un nuovo uccello.

Malattie più rare e spesso fatali

Esistono anche malattie come la pasturellosi, l’ornitosi (i più colpiti ipiccioni e i colombi), la peste o l’influenza aviaria. Sono causati da batteri e sono spesso fatali.

Come riconoscere i sintomi delle malattie degli uccelli?

Cerchiamo di riconoscere i sintomi della malattia

Osservando bene il tuo uccello, riconoscerai rapidamente i segnali di pericolo delle malattie degli uccellini che diversamente dal gatto esprime il suo dolore.

  • Cambio di aspetto degli escrementi. La consistenza delle feci cambia colore ed assume l’aspetto di diarrea. Tuttavia, non allarmarti quando con il cambiamento dell’alimentazione le feci assumono quindi una consistenza e un colore diversi.
  • Mancanza di appetito
  • Una modifica del comportamento. L’uccello è apatico o al contrario agitato e nervoso. Non canta più e ha perso la sua solita vivacità. Tuttavia, un uccello che cambia ambiente può sperimentare stress transitorio che può renderlo vulnerabile. Dopo un periodo di adattamento, tutto ritorna generalmente nell’ordine.
  • L’aspetto cambia. Il piumaggio diventa più opaco, le piume diventano come gonfie o increspate, la cloaca (parte finale dell’intestino)può essere sporca e le narici ostruite. Le ali sono spesso pendenti. Nel caso invece  della femmina, non fa testo poiché in fase di deposizione delle uova può aver il piumaggio arruffato.
  • Respirazione anomala, a scatti, a volte rumorosa.
  • Rigurgito e vomito (Proprio come per i cani).
  • Addome disteso.
  • Fuoriuscite di occhi o bocca.
  • Forte desiderio o rifiuto di bere.

Se il tuo uccello è malato:
Se nella stessa gabbia sono presenti più volatili, isolare rapidamente il piccolo paziente per prevenire il rischio di contagio. Disinfetta immediatamente la gabbia.

Raffaella Lauretta

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

 

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI