Home Cani Salute dei Cani Visita dal veterinario: gli errori più comuni da evitare assolutamente

Visita dal veterinario: gli errori più comuni da evitare assolutamente

CONDIVIDI

Quando porti il tuo pet in visita dal veterinario è importante fare attenzione ad alcuni errori molto comuni che però vanno accuratamente evitati.

visita veterinario cane
Gli errori più comuni nella visita veterinaria (Foto iStock)

Per chiunque abbia scelto di adottare un animale domestico la visita dal veterinario rappresenta un momento di importanza cruciale, vista l’importanza che assume nel mantenere il nostro amico a quattro zampe sano e felice. Per non parlare poi dei casi di emergenza veterinaria, quando bisogna portare di corsa il nostro pet in ambulatorio perché c’è qualcosa che non va.

Se hai già avuto esperienza con un ambulatorio veterinario, è probabile che ti sia ritrovato ad avere a che fare con cuccioli ammalati, feriti o semplicemente un po’ nervosi e spaventati che rendono difficile con il loro comportamento la permanenza in sala d’attesa: in questo articolo, scopriremo quali sono gli errori più comuni quando si va in visita dal veterinario e come fare per evitarli.

Visita dal veterinario: errori da evitare in sala d’attesa e non solo

cane glaucoma
Visita veterinaria per il cane (Foto iStock)

1. Cane senza guinzaglio

Anche se il tuo cane è perfettamente addestrato, non bisogna assolutamente entrare nello studio del veterinario senza fargli indossare il guinzaglio. Questo accorgimento è fondamentale per evitare spiacevoli inconvenienti dovuti all’incapacità di rispettare lo spazio vitale degli altri animali domestici presenti nella sala d’aspetto. Inoltre, è probabile che il cane sia un po’ nervoso per la situazione ed è meglio tenerlo più possibile vicino a te.

2. Non dire al veterinario che il cane è nervoso

Un cane nervoso è quasi sempre un cane aggressivo e poco socievole: questa informazione va data immediatamente al veterinario, per permettergli di mantenere la sicurezza di tutti gli altri animali presenti e anche l’incolumnità del medico stesso. Questo accorgimento vale anche per i cani che solitamente sono amichevoli, ma accusano ansia e stress quando c’è la visita dal veterinario in programma. Sarà cura del veterinario e del suo staff trovare il modo migliore per gestire la situazione: potrebbe essere prevista una sala d’aspetto separata o potrebbero chiederti di aspettare il tuo turno fuori.

3. Lasciare libero un cucciolo troppo socievole

Non è soltanto l’aggressività ad essere un problema: anche un cagnolino troppo socievole può causare dei disguidi dal veterinario, se incontra in sala d’attesa altri animali poco inclini a fare amicizia e accettare i suoi tentativi di contatto. Per non parlare dei casi in cui ci siano pazienti con malattie contagiose o cuccioli che potrebbero spaventarsi per il suo atteggiamento festoso.

la prima visita del cucciolo dal veterinario (foto Pixabay)
Cucciolo dal veterinario (foto Pixabay)

4. Arrivare in ritardo senza neanche avvisare

Essere puntuali è una questione di rispetto innanzitutto, ma è anche necessario per consentire al veterinario di mantenersi nei tempi prestabiliti: gli orari e le tempistiche possono essere addirittura vitali se ci si trova di fronte a emergenze veterinarie che necessitano un approccio rapido. L’ideale sarebbe calcolare i tempi in modo da arrivare a destinazione con 15 minuti di anticipo.

5. Utilizzare il cellulare

Una regola fondamentale che sembrerebbe scontata, ma purtroppo non lo è affatto: durante la visita dal veterinario bisogna assolutamente mettere già il telefono per potersi concentrare sul proprio cane e su ciò che il medico deve dirci. Un discorso simile vale per coloro che si fanno accompagnare dai propri figli: se i bambini rappresentano una fonte di distrazione è meglio lasciarli a casa.

6. Mentire al veterinario

Tacere delle informazioni importanti o dichiarare palesemente il falso al veterinario è controproducente e spesso dannoso per la salute del tuo amico a quattro zampe: non dire bugie su ciò che gli dai da mangiare, su quanto esercizio fisico fa il tuo pet e su nessun altro argomento perché potresti rendere difficile la diagnosi o addirittura impedire al dottore di fare il proprio lavoro.

7. Non fare domande

A volte si evita di fare domande e chiedere chiarimenti per paura di sembrare inopportuni: in questo modo si rischia di tornare a casa senza sapere bene come comportarsi, ad esempio quando si tratta di dare al cane dei farmaci. Se hai bisogno di spiegazioni, non esitare a chiederle anche per iscritto: la visita del veterinario può essere la fonte di moltissime informazioni nuove ed è assolutamente normale avere qualche difficoltà a comprenderle tutte.

Potrebbe interessarti anche:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI