Home Non solo Cani e Gatti Il puma: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Il puma: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:41
CONDIVIDI

Il puma è un animale che ritroviamo spesso nei film e nei cartoni animati. Conosciuto come il leone di montagna o pantera.

puma
Il puma appartiene alla famiglia dei felidi, questo mammifero carnivoro si presente con una corporatura snella e molto agile.(Foto Pixabay)

Queste che tratteremo sono schede destinate ai bambini, per aiutarli ad apprendere particolari argomenti che nello specifico trattano di animali. Non saremo ne’ i primi ne’ gli unici a trattare questo argomento, ma con l’aiuto di foto e paragrafi semplici, cercheremo di incuriosire e stimolare il bambino, aiutandolo anche visivamente ad assimilare la materia.

Oggi andremo a ricostruire, illustrare e rappresentare quello che è il felino più grande in America e il quarto più grande al mondo.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sui grandi felini: informazioni per distinguere le varie specie

Caratteristiche del puma

puma
I maschi di puma, possono raggiungere i 2,4 metri dal naso alla punta della coda.(Foto Pixabay)

Il puma appartiene alla famiglia dei felidi, il suo nome scientifico è puma concolor ed è conosciuto anche con il nome di coguaro o leone di montagna. Questo mammifero carnivoro si presente con una corporatura snella e molto agile.

La sua dimensione media è di 60 a 80 cm all’altezza del garrese, i maschi possono raggiungere i 2,4 metri dal naso alla punta della coda. Il peso degli esemplari di sesso maschile è di circa 53-72 kg, le femmine sono generalmente più piccole con una media di 34-48 kg. In quanto a dimensioni il puma, risulta essere al quarto posto dopo leone, tigre e giaguaro ed a pari merito con il leopardo.

Possiede zampe anteriori hanno un aspetto potente e sono dotate di 5 enormi artigli retrattili che gli consentono di tenere la sua preda mentre le zampe posteriori hanno solo 4 di questi artigli. La testa è rotonda e le orecchie ben dritte, il manto è dorato con piccole macchie sul corpo e aree vicino al viso, tuttavia possono esserci anche variazioni rossastre e argento.

Al mondo sono presenti 6 specie di puma: puma sudamericano orientale ( Puma concolor anthonyi ), puma argentino ( Puma concolor cabrerae ), puma nordamericano ( Puma concolor concolor ), puma Puma centroamericano ( Puma concolor costaricensis ), Puma nordamericano ( Puma concolor couguar ) e Puma sudamericano ( Puma concolor cougar ).

La maggior parte dei gatti selvatici è territoriale, il puma non fa eccezione e combatte per lo spazio che può avere un territorio fino a 100 miglia, in quanto più spazio avrà più possibilità di prede avrà. Il puma è più attivo al mattino presto e nel tardo pomeriggio, tende a riposare durante il giorno per stare fuori dal caldo e conservare energia.

Potrebbe interessarti anche: Le differenze tra leopardo e ghepardo: due felini apparentemente simili

Dove vive il puma

puma
Il puma ha una vasta gamma di distribuzione è possibile vederlo dal Canada al Cile e all’Argentina, in una grande varietà di habitat.(Foto Pixabay)

Questo grande felino, ha una vasta gamma di distribuzione è possibile vederlo dal Canada al Cile e all’Argentina, in una grande varietà di habitat. In Argentina si trova praticamente in tutti i tipi di habitat, dalla steppa della Patagonia, attraverso le foreste sub-andine, alle giungle del nord-ovest e del nord-est.

I suoi habitat preferiti sono: canyon, scarpate, terreni rocciosi e fitta giungla, ma può ancora vivere in aree aperte con poca vegetazione. Di solito è anche adattato ad ambienti degradati e situazioni di alta pressione da parte dell’uomo. In pratica riesce a vivere in tutti i tipi di ambienti, tra cui foreste, giungle, montagne, savane, zone montuose e montuose, praterie e deserti.

Potrebbe interessarti anche: L’antilope: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Come nascono

cuccioli di puma
La gestazione della femmina di puma,  ha una durata media di 90 giorni che trascorre in un rifugio fino al parto e esce solo per procurarsi cibo.(Foto Pixabay)

Il puma raggiunge la maturità sessuale a circa 2-3 anni e da quel momento durante ogni stagione dell’anno può riprodursi, anche se gli accoppiamenti si verificano più frequentemente nei mesi da ottobre a gennaio.

I maschi, durante il caldo delle femmine, diventano più territoriali e aggressivi del solito, lo dimostrano segnando i loro domini mediante l’urina, le feci e con i graffi sulle pietre. La femmina dopo l’accoppiamento inizia il suo periodo di gestazione, durante il quale deve prendersi cura di sé stessa e procurarsi il cibo.

La gestazione ha una durata media di 90 giorni che trascorre in un rifugio fino al parto e esce solo per procurarsi cibo. Alla nascita i cuccioli pesano circa 200 gr con delle chiazze sulla pelliccia e gli occhi completamente chiusi. Sono praticamente ciechi e totalmente dipendenti dalla mamma, solo passati 10 giorni si comincerà a vedere qualche progresso motorio.

Lo svezzamento avviene a circa 3 mesi, anche se alcuni cuccioli possono continuare ad allattare per un po ‘più a lungo, altri invece uscirannoa caccia con la mamma per imparare, ma solo a circa 6 mesi risulteranno indipendenti e a circa 2 anni si separeranno dalla madre. Non sono rari gli scontri territoriali tra padre e figlio. L’aspettativa di vita in natura di questo grande felino, è di 8 a 13 anni. Possono vivere fino a 20 anni in cattività.

Potrebbe interessarti anche: Pantera nera: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Cosa mangia il puma

puma
La sua alimentazione può variare a seconda dell’ambiente e delle possibilità di procurarsi cibo.(Foto Pixabay)

Il puma è un cacciatore terribilmente feroce, la sua dieta è molto simile a quella che mangia il giaguaro, il che significa che sono carnivori che cacciano il proprio cibo. La sua alimentazione può variare a seconda dell’ambiente e delle possibilità di procurarsi cibo, infatti è possibile che spazi dalla cattura di insetti a grosse prede.

Questo animale predilige: cervi, caribù e renne, ma non disdegnano topi, ratti, scoiattoli, procioni, moffette, castori e opossum. Ogni tanto anche coyote, linci rosse, uccelli e, in alcune regioni, anche lumache e pesci. Generalmente non attacca l’uomo, si sono verificate aggressioni nei confronti dei bambini, ma in linea di massima se proprio è affamato punta agli animali di allevamento e quelli domestici.

I suoi metodi di caccia sono strategici, agisce con tanta pazienza preparando delle imboscate per le sue prede. Lentamente si avvicina di qualche metro verso di essa e, una volta pronto, salta sulla vittima afferrandola con unghie e denti.

Quando ormai è già in suo possesso, colpisce con un morso sul collo o alla base della nuca in modo che l’animale muoia. Successivamente trascina il cadavere e lo seppellisce per tornare a consumarlo ore dopo oppure inizia a mangiarlo se è affamato.

Potrebbe interessarti anche: L’aquila: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Curiosità

puma
Il puma riesce a saltare per un’altezza di circa 5 metri e una lunghezza di 13 metri.(Foto Pixabay)
  • Il puma è un animale solitario ad eccezione della stagione degli amori.
  • Di tutti i felini, il puma è considerato il più basso rischio di essere in pericolo.
  • Nonostante le sue grandi dimensioni, non è incluso tra i grandi felidi, forse, a causa della sua incapacità di ruggire.
  • Il maggior numero di attacchi dei puma contro gli umani si verifica sulla famosa “Isola dei puma” in Canada.
  • Da adulto riesce a mangiare fino a 10 chili di carne al giorno.
  • Non può ruggire, ma emette un suono simile all’urlo di un essere umano.
  • Se non riescono a mangiare completamente la loro preda, la nascondono per tornare in seguito.
  • Questo felino, riesce a saltare per un’altezza di circa 5 metri e una lunghezza di 13 metri.
  • La coda di un puma può essere lunga circa 90 cm e lo aiuta a rimanere in equilibrio.
  • Si ritiene che il puma abbia avuto origine in Asia, circa 11 milioni di anni fa.
  • Ci sono 6 sottospecie di puma. Tutti tranne uno vivono in America Latina.
  • Questo felino segna il territorio da piccole pile di foglie e corteccia che pizzica e impila quando affila i suoi artigli, che di solito spruzza con urina ed escrementi.
  • Il puma ha una natura sessuale di tipo poligamo, ossia vari partner riproduttivi per tutta la vita.

Raffaella Lauretta