Quanti denti ha un coccodrillo: cosa è importante sapere

Foto dell'autore

By Ilaria Grimaldi

Curiosita, Non solo Cani e Gatti

Quanti denti ha un coccodrillo e come funziona la sua enorme mascella? Scopriamo, insieme, questa curiosità sul rettile gigante.

Quanti denti ha un coccodrillo
(Foto Pixabay)

Conosciuto come la “lucertola gigante”, il coccodrillo è tra i rettili più grandi della storia. Questo rettile di lontana origine preistorica, si differenzia dagli alligatori per molte caratteristiche e tra esse c’è anche la sua dentatura. Ma quanti denti ha un coccodrillo? Vediamo quali sono e come funzionano qui nell’articolo.

Quanti denti ha un coccodrillo: numero e diversità

Il coccodrillo è famoso soprattutto per il suo potente e letale morso e per i suoi movimenti veloci e improvvisi. La struttura dentale di questo rettile varia in base alla famiglia di appartenenza e ognuna ne possiede un rispettivo numero. Leggiamo meglio qui.

Il coccodrillo e i suoi tanti denti
(Foto Pexels)

L’enorme e spaventoso rettile semi-acquatico è temuto, in particolare per la sua calma apparente e l’azione improvvisa verso la sua preda. Esistono vari gruppi di coccodrilli e, di conseguenza, una diversità di dentature.

Le famiglie di coccodrilli sono tre: Gavialidi, Alligatori e Coccodrilli. Tutti e tre i gruppi sono dotati di una grande e potente dentatura. Ogni specie di coccodrillo ha una struttura dentale diversa ma, in generale, se il rettile ha il muso stretto possiede denti uniformi.

Proprio perché ci sono diversi tipi di coccodrillo, ognuno ha una quantità variabile di denti. Quasi tutti hanno tra i 28 e i 32 denti nella mascella superiore, mentre sono tra i 30 e i 40 denti nella mascella inferiore.

Nella stessa specie la dentatura può evolversi, arrivando ad essere strutturata anche con 5872 denti in totale e, addirittura, superare questa stima. Il rettile sostituisce i denti con velocità quando è giovane, cosa più difficile in età adulta.

Essendo omodonti, quindi con denti di stesso tipo e dimensione, i coccodrilli hanno le seguenti tipologie di denti:

  • Denti smussati, utili per mangiare, ad esempio, i molluschi dal guscio duro. Li hanno l’alligatore e l’alligatore cinese.
  • Denti aguzzi, utili per mangiare pesce, crostacei ed insetti. Questi sono tipici del coccodrillo d’acqua dolce australiano e del gaviale del Gange.
  • Denti intermedi, sono tipici dell’alligatore americano e del coccodrillo marino. Sono denti utili per cibarsi di pesci, anfibi, rettili, invertebrati e mammiferi.

Specie di coccodrilli e dentature

Si possono distinguere alcune specie di coccodrilli, con le loro rispettive dentature. Vediamoli qui di seguito:

  • Coccodrillo marino: esemplare letale con una mascella di 66 denti molto appuntiti.
  • Gaviale del Gange: questo esemplare temuto ha il muso stretto e presenta 100 denti aguzzi.
  • Falso gaviale: l’esemplare ha una mascella costituita da 7684 denti aguzzi.
  • Caimano nero: dotato di una mascella larga e piatta, questo coccodrillo possiede tra i 7276 denti.
  • Alligatore del Mississippi: anche questo esemplare possiede una mascella larga, con 80 denti sporgenti dalla bocca.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sul coccodrillo: questo grosso e spaventoso rettile

Il rettile gigante e la sua mascella: come funziona

La mascella della “grande lucertola” è indispensabile per la sua sopravvivenza, poiché grazie ad essa cattura con estrema sicurezza le sue prede e si nutre ogni giorno. Questa, infatti, è strutturata perfettamente per consentirgli di effettuare la pratica con successo. Vediamo meglio più avanti.

Il rettile e i suoi denti
(Foto Unsplash)

Il coccodrillo ha una mascella strutturata in modo perfetto: i denti superiori ed inferiori si incastrano quando l’animale chiude la bocca. Dotato anche di zanne affilate, il rettile non ha problemi a catturare e trattenere le prede.

Dobbiamo sapere, poi, che la muscolatura in chiusura della bocca è molto più forte di quella in apertura, ciò consente al coccodrillo di effettuare dei morsi letali per le sue vittime.

A differenza di noi umani, questo rettile subisce una continua evoluzione dei denti anche in età adulta. Infatti, un coccodrillo adulto può sostituire i suoi denti fino a 45 volte e continuare ancora.

In questo modo, se ci sono dei denti danneggiati nella bocca, possono essere facilmente sostituiti in maniera naturale con nuovi denti.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G

Gestione cookie