Home Non solo Cani e Gatti I roditori più intelligenti: animali che sorprendono per il loro cervello

I roditori più intelligenti: animali che sorprendono per il loro cervello

I roditori più intelligenti al mondo: esemplari dotati di un cervello molto ben funzionante. Vediamo quali questi esseri dotati di intelletto.

gerbillo
(Foto AdobeStock)

Le specie animali al mondo sono davvero molteplici e ognuna si distingue dall’altra per una qualche caratteristica che li rende davvero speciali.

Qualcuno si distingue per la bellezza, qualcuno, qualcun per la velocità, qualcuno per la forza e così via.

In questo articolo tratteremo in particolare dei roditori più intelligenti al mondo.

Li conosceremo non solo per la loro intelligenza ma anche per tante altre caratteristiche che li rendono particolari agli occhi di tutto il mondo.

Scopriamo quali questi roditori più intelligenti al mondo e cos’altro possiedono di speciale.

I roditori più intelligenti al mondo

I roditori più intelligenti al mondo, sono esseri viventi dotati di un’intelligenza superiore alla media nella loro specie.

Questi piccoli esseri, ogni giorno, dipendono dalla loro astuzia per sopravvivere.

Ecco l’elenco dei principali roditori più intelligenti al mondo:

  • Castoro;
  • Gerbillo della Mongolia;
  • Ratto;
  • Scoiattolo;
  • Topo muschiato.

Castoro

Il Castore è in grado, grazie alla sua intelligenza, di costruire dighe abbastanza forti da contenere il flusso di un fiume e le adattano anche in base alla natura della corrente.

(Foto AdobeStock)

Il Castoro è un roditore semi-acquatico che appartiene alla famiglia dei castoridi.

Si tratta di uno dei roditori più grandi, può raggiungere i 30 kg, possiede un corpo massiccio, il dorso arcuato e il collo grosso; le zampe posteriori sono palmate e tutte le dita sono munite di artigli.

La pelliccia è generalmente marrone-rossiccia sul dorso e più chiara o grigiastra sul ventre.

Il Castore era molto diffuso e popolava diverse aree sia dell’America dell’Eurasia, oggi il castoro è sempre più difficile da trovare.

Si nutre di piante erbacee e legnose, germogli e cortecce dei pioppi, che riescono a procurarsi grazie ai loro denti, in grado di scavare il legno in modo assai efficiente.

Gerbillo della Mongolia

Il Gerbillo della Mongolia uno è dei roditori più intelligenti al mondo, poiché assimila velocemente ciò che gli sta accadendo intorno.

gerbillo
(Foto AdobeStock)

Inoltre, ha un sistema di comunicazione con gli altri molto complesso ed efficiente.

Il Gerbillo della Mongolia è un roditore originario delle steppe di Mongolia e Cina, ed è quindi adattato a climi aridi, freddi e inospitali.

Misura circa 10 cm e ha una coda coperta di pelo all’incirca di pari lunghezza. Il peso di un esemplare di questa specie varia dagli 80 ai 100 g.

Si nutre di erba, semi e talvolta insetti. L’ideale quindi è offrirgli un mix di mangime secco ricco di nutrienti, a cui puoi alternare piccole quantità di cibo fresco, purché povero di zucchero.

Ratto

Il Ratto è un roditore collaborativo e ha uno scopo nel farlo ovvero risolvere problemi. Ha un’ottima memoria. Inoltre si prende persino cura dei compagni feriti.

ratto norvegese
(Foto AdobeStock)

Il Ratto proviene dalla Cina, anche se si è diffuso, in particolar modo nelle fogne delle città e paesi più piccoli.

In Italia la sottospecie nominale è diffusa su tutto il territorio, isole maggiori e minori comprese.

Misura dai 12 ai 18 cm, a cui si devono aggiungere fra i 15 e i 22 cm di coda. Il peso si aggira attorno ai 200 g.

È prettamente erbivoro, si nutre in prevalenza di cereali, frutta e granaglie, ma non disdegna di nutrirsi anche di insetti o di altri invertebrati.

Scoiattolo

Lo scoiattolo rientra tra i roditori più intelligenti per la capacità di anticipare i bisogni nutrizionali che si presenteranno in inverno.

scoiattolo
(Foto Pixabay)

Lo scoiattolo è un roditore appartenente alla famiglia dei Sciuridi non difficile da incontrare sui Monti Sibillini. Misura 18-25 cm, più la coda di 14-20 cm.

È attivo di giorno passando la maggior parte del tempo sugli alberi. Vive nelle foreste di conifere e di latifoglie fino al limite tra boschi e praterie d’alta quota.

Si nutre di frutta, frutta secca (noci, nocciole, castagne, ghiande) e funghi; di questi cibi fa provvista durante la stagione estiva (immagazzinandoli in luoghi ben nascosti), per poi usufruirne in inverno.

Potrebbe interessarti anche: Cosa fare se si trova uno scoiattolo: rimedi utili e consigli pratici

Topo muschiato

Il Topo muschiato, somiglia al castoro ma a differenza di quest’ultimo costruisce tane e non dighe ma con lo stesso criterio.

topo muschiato
(Foto AdobeStock)

Il topo muschiato è un roditore della famiglia dei Cricetidi, originariamente diffuso nell’America settentrionale.

Misura tra i 25 ai 40 cm senza contare la coda che è lunga dai 19 ai 28 cm, mentre il peso varia tra i 600 ai 1700 gr.

Si tratta di un roditore semiacquatico che vive in ambienti umidi come paludi, laghi, fiumi e canali, caratterizzati dalla presenza di una abbondante vegetazione acquatica.

Attivo soprattutto di giorno e al crepuscolo, si nutre prevalentemente di vegetali acquatici che è in grado di reperire in immersioni ma non disdegna crostacei, molluschi e numerosi piccoli vertebrati.