Home Non solo Cani e Gatti Spazzole per il cincillà e altri accessori utili per il pelo

Spazzole per il cincillà e altri accessori utili per il pelo

Spazzole per il cincillà, accessori per la toelettatura perfetta del tuo animale domestico. Vediamo come spazzolare il roditore.

spazzole per il cincillà
(Foto AdobeStock)

Molte persone basano la loro scelta di adottare un animale domestico, a seconda della quantità di tempo che hanno a disposizione.

Chi vive con un cane o ha vissuto con uno di questi splendidi animali, sa benissimo di quanto tempo però necessita questo animale.

Al di là delle coccole e dei giochi, un cane ha bisogno di uscire più volte in una giornata e questo per molte persone diventa un impegno difficile da rispettare.

Ragion per cui in tanti decidono di adottare un animaletto alternativo, come ad esempio un coniglietto, un criceto e perché no anche un cincillà.

Oggi, infatti, in questo articolo parleremo del cincillà come animale domestico e di tutto ciò che occorre per questo animale per renderlo sano e pulito, in particolare le spazzole per il cincillà e tutti gli accessori.

Quando spazzolare il cincillà

spazzolare cincillà
(Foto AdobeStock)

Il cincillà è un mammifero che appartiene all’ordine dei Roditori e alla famiglia dei Cincillidi.

Originari della Cordigliera delle Ande, nell’America del Sud, per adattarsi agli inverni ghiacciati ad alta quota ha sviluppato una pelliccia molto folta.

Infatti sin dall’Impero degli Inca veniva allevato per la sua pelliccia. Oggi invece questo mercato è illegale e questi animaletti vengono allevati per uso domestico per la semplice compagnia.

Della pelliccia stupenda, in ogni caso, bisogna prendersene cura, pettinando l’animale anche se non quotidianamente con spazzole per il cincillà e tanti altri accessori.

Tenendo presente che il cincillà si prende cura del pelo, pulendolo e sgrassandolo attraverso i ”bagni“ di sabbia fine che non deve mai mancare nella sua gabbietta.

Il bagno quotidiano nella sabbia è indispensabile per salute e la felicità del cincillà. Solo in questo modo riesce a mantenere lo strato isolante protettivo del pelo che lo rende morbido come la seta.

Pelo del quale il cincillà è molto geloso e per quanto possa essere invitante la morbidezza, il cincillà non ama essere accarezzato molto spesso.

Ragion per cui è molto utile abituare l’animale sin da cucciolo alla spazzolatura e con gli accessori idonei.

Potrebbe interessarti anche: Quanto costa mantenere un cincillà: quali spese e costi considerare

Spazzole adatte al cincillà

spazzole per il cincillà
(Foto AdobeStock)

Come abbiamo accennato precedentemente il cincillà è famoso per la sua splendida pelliccia e proprio per questo esistono in commercio, nei negozi specializzati, accessori e spazzole per il cincillà, adeguati al tipo di pelo, ad esempio:

  • spazzola con setole corte e morbide: questo tipo di spazzola è ideale per il pelo del cincillà, non arriva a toccare la pelle e perciò non provoca nessun fastidio o dolore. Dotata di denti in acciaio inossidabile che arrivano al pelo, impedendogli di annodarsi e arruffarsi. A differenza delle altre spazzole in metallo classiche, ci evita il fastidio di “pungersi” durante la pulizia, in quanto ha la possibilità di far uscire o rientrare le setole in metallo. Caratteristica comoda quando si deve eliminare il pelo raccolto, basterà premere il pulsante sul retro per tirare dentro le setole e pulirla dei peli raccolti;
  • spazzola con doppia setola: questa spazzola è dotata di due lati, una parte possiede delle setole resistenti, in metallo dure ed è ideale per rimuovere grovigli di pelo e corpi estranei, oltre che per massaggiare la cute dell’animale. Il lato con le setole di cinghiale serve a lisciare il manto restituendogli la sua naturale brillantezza, essendo molto morbide.

Potrebbe interessarti anche: Come pulire il cincillà, sapendo che questo roditore non può bagnarsi

Come e perché spazzolare il criceto

Potrebbe sembrare un’azione alquanto semplice spazzolare un cincillà, ma non dimentichiamo che si parla di un roditore, seppur addomesticato ma comunque non è nella sua natura lasciarsi pettinare.

Di seguito cercheremo di darvi alcuni consigli per spazzolare il mantello del cincillà:

  • prima di ogni altra cosa ricordiamo che abbiamo a che fare con un animale e non un pupazzo. Perciò occorre essere molto delicati, predisposti e dotarsi di tanta pazienza. Procedere quindi con cautela e procurarsi qualche snack per tenere buono il cincillà.
  • Iniziare separando il pelo del cincillà, utilizzando le mani e individuando in questo modo eventuali grovigli;
  • utilizzare il pettine per prelevare sporco, detriti e separare eventuali nodi;
  • infine utilizzare le spazzole e dopo vari passaggi contropelo, proseguire con una spazzolatura verso il senso naturale.

Ricordiamo che come per tutti i nostri piccoli e grandi animali domestici è importante stabilire una routine per abituare l’animale alla procedura, evitando così di creare un trauma, in questo caso nel cincillà.

Spazzolare gli animali domestici non è solo un vantaggio per l’animale, ma anche per le nostre case che altrimenti si riempirebbero di peli.

Raffaella Lauretta