Home News Le diverse specie e i colori del Cincillà

Le diverse specie e i colori del Cincillà

CONDIVIDI

Le diverse specie di cincillà

cincillà Lanigera

Il cincillà è un adorabile roditore originario del Sud America introdotto in Europa durante le conquiste degli spagnoli. Era soprattutto sfruttato dalla tribù dei Chincha per la sua pelliccia e da dove deriva il nome: Cincillà significa infatti “Piccolo Chincha” in spagnolo. Per secoli è sfruttato per la sua pelliccia, rischiando l’estinzione, fino a quando alcuni paesi, come Cile, Argentina, Perù e Bolivia vietarono nel 1910, l’uccisione dei cincillà e la vendita della loro pelliccia.

Oggigiorno è un animale da compagnia molto apprezzato mentre sono rari i nuclei familiari allo stato brado.

Le specie di Cincillà

Il cincillà si suddivide in due grandi specie: la Brevicaudata e la Lanigera che si distinguono per diversi fattori come ad esempio la dimensione, la conformazione del corpo, il colore o la lunghezza del pelo.

cincillà Brevicaudata

La Brevicaudata è più grande, ha le orecchie piccole con orientamento verticale; la testa è grossa e tonda, il corpo è compatto con la coda corta.

Quello più diffuso a livello commerciale è il cincillà appartenente alla specie Lanigera. Una specie prolifera, con orecchie più grandi a orientamento orizzontale. La testa è più piccola, il corpo è meno compatto e di forma un po’ più allungata e infine la coda e il pelo sono più lunghi. La specie Lanigera si suddivide in tre tipi: La Plata, Costina e Raton (o Real). In natura il cincillà lanigera non esiste, eccetto in una piccola oasi nel Nord del Cile.

Le due specie, cincillà lanigera e cincillà brevicaudata sono nella lista degli animali in via d’estinzione

I diversi colori dei cincillà

Cincillà Extra Ebony

La varietà dei colori del cincillà viene chiamata “mutazione“. Attraverso la selezione sono state create nuove colorazioni. Tuttavia non tutti gli accoppiamenti sono possibili a causa di un fattore genetico chiamato “Fattore letale” per il quale non esiste lo stato omozigote di una determinata mutazione e può comportare la morte dei cuccioli e della madre.

Il cincillà è grigio di base e gli altri colori vengono definiti mutazioni. Le tonalità del grigio e i colori, così come i mantelli pezzati sono stati ottenuti per selezione in cattività.

Ogni cincillà ha tre colorazioni distinte:
l’Unterzone: la parte bassa del pelo di colore bluastra nel cincillà standard o ancestrale
Bar o Banda: una striscia di colore bianca
punta del pelo: di norma più è scura. L’insieme delle punte formano il velo di copertura conferendo la tonalità del pelo e in base alle sue sfumature si differenziano le mutazioni, frutto degli incroci.

Le principali colorazioni del cincillà sono Grigio Standard, Beige e Omozigote se la pelliccia è Beige molto chiaro quasi bionda (con colorazioni biancastre).

 Le principali mutazioni dei cincillà:

  • Grigio standard: il dorso è grigio scuro, i fianchi di color grigio sfumato. La pancia è bianca mentre la coda presenta sfumature grigio-nere e le orecchie sono grigie e gli occhi neri.
  • Beige (etero e omozigote): il dorso è colore marroncino o beige scuro, la coda ha sfumature beige e bianche, i fianchi sono beige sfumati, la pancia è bianca, le orecchie sono rosa e gli occhi sono di color rubino.
  • Pink White: il dorso, fianchi e coda sono bianchi con riflessi rosa e in alcuni casi presenta sfumature beige. La pancia è bianca, le orecchie sono rosa e gli occhi sono di color rubino.
  • Whilson White (Cincillà bianco)
  • Black Velvet (Cincillà nero): ha il dorso di un nero intenso, i fianchi sono neri sfumati. Lapancia è bianca, le orecchie grigie e gli occhi sono neri.
  • Ebony: è nero con diverse sfumature e riflessi più o meno intensi sul corpo.
  • Violet (Cincillà azzurro): dorso e fianchi di color grigio, violetto o bluastro. La pancia è bianca, gli occhi sono neri e le orecchie sono di color violetto-grigio.
  • Pastel: uguale al cincillà beige e che a differenza del beige, il cincillà Pastello ha gli occhi rossi e la coda di un color beige scuro.
  • Panda: è molto raro e presenta colorazioni nette e a metà. Può essere bianco con macchie grigie nette, bianco con macchie nere o bianchi con macchie beige.

 

Tutto sui cincillà:
Avere in casa un cincillà: cosa c’è da sapere su cibo, cure, malattie e gabbiette
Cosa mangia il cincillà? Alimentazione corretta, cibi vietati e premi
Riproduzione del Cincillà: accoppiamento, gravidanza e allattamento dei cuccioli

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI