Stress nel porcellino d’India: cause, sintomi e rimedi per la cura della cavia

Foto dell'autore

By Antonio Scaramozza

Non solo Cani e Gatti

Il porcellino d’India può soffrire lo stress? Certamente, e le cause possono essere molteplici. Scopriamo di quali si tratta e quali sono i rimedi.

Stress nel porcellino d'India
(Foto Adobe Stock)

Che un essere così piccolo e grazioso come il porcellino d’India possa soffrire lo stress è forse cosa poca notoria, soprattutto per chi non abbia particolare esperienza con gli animali d’affezione in generale, e, nel caso specifico, con il roditore. Eppure è così, e le cause possono essere differenti. Per fortuna, esiste anche il rimedio.

Cause di stress nel porcellino d’India

Brutto affare lo stress; e a quanto pare anche il porcellino d’India ne sa qualcosa. Ebbene sì, anche il piccolo roditore ha i suoi problemi di stress, che non vanno sottovalutati, al fine di garantirgli una buona qualità di vita.

Costipazione fecale nel porcellino d'India
(Foto Adobe Stock)

Le cause, fondamentali da individuare, possono essere diverse:

  • Solitudine: il porcellino d’India è un animale molto sociale. Il consiglio, dunque, è quello di garantirgli una compagnia fissa; un suo simile, con il quale trascorrere le giornate all’interno dell’ambiente per lui predisposto. La compagnia di un altro porcellino d’India, infatti, riduce notevolmente lo stress;
  • Convivenze forzate: a volte, tuttavia, meglio la solitudine. Siamo soliti pensare agli animali d’affezione come esseri totalmente avulsi dall’habitat naturale in cui, se fossero allo stato brado, vivrebbero. Ma se il gatto conserva il suo istinto di caccia, il roditore continua a sentirsi preda, anche all’interno di una gabbia, e come tale si comporta. E avvertire la presenza in casa, o addirittura a due passi da sé, di un temibile predatore, è sicura fonte di stress (proprio sul punto può interessare la lettura di Gatto e porcellino d’India possono vivere insieme? I rischi della convivenza);
  • Mancanza di stimoli: una gabbia vuota e spoglia ben presto annoierà il porcellino d’India. In breve tempo diventerà apatico, farà meno esercizio fisico giornaliero, ed il rischio dietro l’angolo è l’aumento di peso. Non si trascuri neppure l’aspetto emotivo; anche i roditori hanno bisogno di momenti di svago;
  • Igiene: inutile sottolineare quanto questo aspetto sia fondamentale per la salute fisica e mentale dell’animale, e, aggiungiamo, anche per la nostra. L’ambiente di vita del roditore deve essere pulito quotidianamente;
  • Alimentazione: non si trascuri nemmeno questo aspetto. Perfino la somministrazione di un regime alimentare non adeguato e conforme alla natura del porcellino d’India può essere fonte di stress.

Potrebbe interessarti anche: Accessori per il porcellino d’India: tutto ciò che serve per curarlo bene

I sintomi

Non è difficile, anche per chi non abbia particolare esperienza in materia, accorgersi che il porcellino d’India soffra lo stress, o che comunque abbia qualche problema.

porcellino d'India
(Foto Adobe Stock)

Come sempre, uno degli indizi principali da leggere è il corpo dell’animale; il roditore fortemente stressato presenterà un pelo rovinato e più rado.

Attenzione anche ai comportamenti: una cura dell’igiene ossessiva è sintomo di qualcosa che non va; lo stesso se il porcellino d’India si dimostra facilmente irritabile. Da tenere sott’occhio anche le feci dell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Perché il porcellino d’India batte i denti: le ragioni di questo gesto

Come risolvere il problema

In presenza dei sintomi descritti va contattato il proprio veterinario di fiducia.

porcellino d'India
(Foto Pixabay)

Tali segni clinici potrebbero essere riconducibili a qualcosa di diverso dallo stress, e sarà proprio il professionista ad accertarlo. E se proprio di stress si tratta, sarà fondamentale comprendere il fattore che lo causa. Pertanto l’approccio terapeutico sarà diverso a seconda dell’origine del problema.

Ad esempio, se la fonte di tutti i mali del piccolo roditore risiede in una convivenza troppo ravvicinata con il gatto, occorrerà studiare un piano per ritagliargli un’area dedicatagli esclusivamente, impedendo al felino di accedervi.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.

Gestione cookie