Home Cani Come abituare il cane alla visita dal veterinario: i consigli da mettere...

Come abituare il cane alla visita dal veterinario: i consigli da mettere in pratica

Abituare il cane a farsi visitare tranquillamente dal veterinario non è semplice, ma è possibile ricorrere a qualche strategia: ecco quale.

Come abituare il cane alla visita dal veterinario
(Foto Adobe Stock)

Andare dal medico non piace a nessuno. Nemmeno ai nostri amici a quattro zampe. Per alcuni di essi può trasformarsi in un vero e proprio trauma. Come abituare il cane alla visita dal veterinario? Non esiste una ricetta magica o una soluzione valida universalmente per tutti, ma una serie di consigli da applicare, considerando il caso specifico in cui rientra il proprio animale domestico. Vediamo come.

La paura del veterinario

La paura, si sa, è irrazionale, e quando si trasforma in fobia può divenire incontrollabile. E non i soli a provare questa emozione primaria; essa è comune anche ai nostri amici a quattro zampe.

orecchie rosse cane veterinario
(Foto Pinterest)

Una delle paure più comuni di Fido è la visita dal veterinario. Comprensibile, in un certo senso: alzi la mano chi è felice di andare dal medico. Forse Fido non sarà in grado di comprendere appieno il compito del professionista in camice che lo visita, ma il suo sesto senso sì.

Scherzi a parte, la paura del cane, specie se si tramuta in vera e propria fobia, può divenire particolarmente difficile da affrontare. Fido può reagire in vari modi: aggressivamente ad esempio, tentando di mordere il veterinario (e molto spesso si tratta dell’unico contesto in cui il cane manifesta tale condotta).

Al contrario l’animale può mostrare un atteggiamento molto remissivo, tentando di scappare, o restando paralizzato dalla paura; in questi casi non è raro che si manifesti una forma di stress nel cane, con tutte le conseguenze annesse che incidono negativamente sulla sua qualità di vita.

Si tratta dunque di un problema da un sottovalutare, e al quale va posto rimedio.

Potrebbe interessarti anche: Cane morde veterinario: il proprietario è responsabile ? Cosa dice la legge

Abituare il cane alla visita dal veterinario: come fare

Come sempre la migliore arma a propria disposizione è la “prevenzione”: abituare il cane fin da cucciolo alla visita dal veterinario è la migliore delle soluzioni possibili.

Come abituare il cane alla visita dal veterinario
(Foto Adobe Stock)

Non dimentichiamo che portare il cane in uno studio veterinario implica, di norma, trasportare l’animale in un trasportino ed in macchina: tutti potenziali oggetti di paura.

Abituare fin da subito il cucciolo a tali esperienze scongiurerà, con alta probabilità, che da adulto il cane sviluppi delle fobie, tra cui quella di avere a che fare con il veterinario.

Diversa la situazione, invece, nel caso in cui abbiamo deciso di adottare un cane adulto; molto probabilmente, infatti, scopriremo l’esistenza di questa fobia…sul campo. Anche in questo caso prevenire è meglio che curare.

Pertanto potremo adottare una semplice ma sempreverde tecnica per abituare il cane alla visita dal veterinario, ovvero quella dell’associazione. L’obiettivo è quello di instillare in Fido una serie di ricordi positivi legati alla sua potenziale paura.

Potrebbe interessarti anche: Il cane ha paura della macchina: come farlo salire a bordo

Un espediente molto semplice e piacevole è quello di portarlo a passeggiare fino allo studio del veterinario (anche in macchina, quando non è possibile a piedi). Avvicinandoci all’ingresso potremo sfoderare la nostra migliore arma a disposizione, che varierà a seconda dei gusti di Fido: il suo spuntino preferito.

Potremo ripetere tale operazione vari giorni, prima di portare il cane dal veterinario per una visita di routine. In accordo con il professionista, potremo anche ripetere l’esperienza nella sala di aspetto dello studio; in tal modo, il giorno della fatidica visita, le chances di riuscita saranno decisamente più alte.

È chiaro altresì che tali strategie potrebbero non dare i frutti sperati; occorre munirsi di pazienza, perché ogni cane è diverso ed i tempi di apprendimento non sono uguali per tutti, ed accettare un eventuale fallimento: il risultato non è scontato. In tal caso è sempre possibile ricorrere all’ausilio di un veterinario comportamentalista.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.