Home Cani Adottare un Bassotto: pro e contro e come essere il suo padrone...

Adottare un Bassotto: pro e contro e come essere il suo padrone ideale

Quali sono i motivi per adottare un Bassotto? E quelli che potrebbero distoglierci dall’idea? Tutto ciò che c’è da sapere sulla razza e sul suo padrone ideale.

Adottare un Bassotto
(Foto Pixabay)

Credete che le sue dimensioni contenute lo rendano un cane semplice da gestire? Non lasciatevi ingannare dalle apparenze! Di certo ci sono ottimi motivi per adottare un Bassotto, ma non bisogna nascondere anche i lati negativi che potrebbe rivelare questa scelta. Vediamoli tutti e valutiamo anche se noi umani possiamo essere dei padroni ideali per lui: infatti anche il nostro Fido dovrà ‘sceglierci’ come suoi umani preferiti.

Adottare un Bassotto: 5 buoni motivi per farlo

Vuoi un cane che ti cambi la vita? Non sarà difficile perché ognuno di essi, a prescindere dalla razza, ha le sue particolarità e caratteristiche. Certo non ci sono solo ‘pro’ in questa scelta, ma di certo vi sono almeno 5 motivi per accogliere un Bassotto in casa nostra.

Adottare un Bassotto
(Foto Pixabay)

Un clown sempre in movimento

Con le sue prodezze non smetterà mai di farvi ridere: i suoi atteggiamenti, al limite del goffo, lo renderanno un vero e proprio pagliaccio, soprattutto agli occhi dei più piccoli, per i quali sarà una perfetta compagnia.

Ma non si limiterà certo al suo show: appena ne avrà l’occasione mostrerà la sua indole da cacciatore, correndo e saltando pur di rincorrere la preda: sarà davvero dura fermarlo se non siamo abbastanza allenati!

E’ un cane longevo

Rispetto a tanti suoi simili, il Bassotto riesce a vivere, se tenuto in condizioni adeguate e ottimali, in media dai 14 ai 16 anni. E’ ovvio che ci saranno delle eccezioni (sia in un senso che nell’altro): se alcuni non riescono a superare gli 11-12 anni di vita, altri compenseranno con un’età che supera i 18-20 anni.

Se si allena, sarà più tranquillo

Se avrà modo di ‘sfogare’ le sue energie e di spazi aperti in cui poter correre e giocare, di certo sarà meno nervoso e stressato quando tornerà a casa. Questo si tradurrà in un atteggiamento molto più calmo e mite nei confronti non solo degli umani di casa ma anche verso gli estranei che verranno a farci visita, sebbene all’inizio possa mostrarsi un po’ diffidente. Infatti quando è stanco, non abbaierà molto, con grande gioia da parte del vicinato.

Protettivi e socievoli

Come la maggior parte dei cani che negli anni si sono adeguati alle esigenze dei loro umani, il Bassotto si mostra molto socievole ed attaccato ai membri della sua famiglia, grandi e piccoli. Tra i suoi simili non sarà difficile trovare delle razze compatibili col Bassotto, ma questo discorso non vale per i gatti: li vedrebbe sempre come prede da cacciare!

Dopo una iniziale diffidenza, soprattutto nei confronti degli estranei e di animali che non conosce, si apre facilmente a fare nuove amicizie, soprattutto se si tratta di esemplari della sua stessa razza!

Coraggioso e giocherellone

Siate sempre pronti a giocare con lui perché, statene certi, ne avrà sempre voglia! Sarà difficile vederlo ai vostri piedi a guardare la Tv: è un cane che ha sempre bisogno di movimento e di dare libero sfogo alla sua indole da cacciatore.

Il suo estremo coraggio e senso di protezione nei confronti di membri della famiglia e territorio si poggia probabilmente sulla convinzione di essere un cane di grossa taglia: non avrà problemi ad affrontare gli esemplari più grandi di lui, poiché è convinto di essere alla pari.

Potrebbe interessarti anche: Cura del pelo del Bassotto: come lavarlo e curarlo in base alla tipologia

Se vuoi conoscere i ‘contro’ di adottare un Bassotto e il suo padrone ideale, clicca su Successivo: