Home Cani Adottare un cane Kai: pro, contro e padrone ideale

Adottare un cane Kai: pro, contro e padrone ideale

Perché dovremmo adottare un cane Kai e cosa dovremmo aspettarci dall’avere in casa un esemplare di questa razza? Tutti gli aspetti da valutare.

Adottare un cane Kai
(Foto AdobeStock)

Antico e considerato ormai un monumento nel suo Paese d’origine, il Giappone: ma cosa vuol dire averne uno in casa? Ecco i vari aspetti da scoprire magari prima di decidere di adottare un cane Kai: è importante conoscere i motivi per i quali viene scelto come animale domestico e quelli che invece allontanano questa idea dai potenziali padroni. In più una panoramica su come dovrebbe essere il padrone ideale per gli esemplari di questa razza.

Adottare un cane Kai: 5 pro

Se nel tempo si è conquistato la fama di ‘cane-monumento‘ è sicuramente per le sue numerose qualità, e di esse ne prenderemo in considerazione solo 5 (proprio per avere un’idea di cosa vuol dire avere questo cane in casa).

Kai
(Foto AdobeStock)

E’ un cane forte

Perché piace così tanto? Perché la sua taglia media e il suo corpo agile e robusto ne danno un’idea di cane molto resistente, soprattutto alle basse temperature. E’ forte di costituzione e si ammala raramente; tuttavia bisogna fare attenzione a non farlo stancare troppo durante la stagione estiva.

Poche ‘smancerie’ ma tanta fedeltà

Non è il tipo di cane che verrà a elemosinare attenzioni né si avvicinerà facilmente per fare le coccole al suo padrone. Tuttavia saprà dimostrare al momento giusto che è il cane più fedele che la sua famiglia potesse mai desiderare.

Indipendente

Altra grande qualità della razza Kai è il fatto di saper badare a se stesso: fin dal principio infatti questo cane ha imparato a cavarsela da solo, senza contare troppo né sugli altri suoi simili né sugli umani. E ciò lo rende sicuramente un’ottima scelta per i padroni che non possono essere sempre presenti.

Ama giocare

Non dobbiamo pensare però che si tratti di un cane ‘musone’, anzi: è un esemplare che ama stare insieme agli altri (quando ci sono) e non perderebbe mai l’occasione di una bella sessione di gioco in compagnia, soprattutto in compagnia dei piccoli di casa.

Ama (e può) viaggiare

Non solo la sua taglia media gli consente di seguire il suo padrone in viaggio senza troppe difficoltà, ma soprattutto è un cane curioso che ha voglia di conoscere  e scoprire nuovi orizzonti.

Se vuoi conoscere i contro e il padrone ideale prima di adottare un cane Kai, clicca su Successivo.