Home Cani Adottare un cane Kai: pro, contro e padrone ideale

Adottare un cane Kai: pro, contro e padrone ideale

Adottare un cane Kai: 3 contro

Tuttavia vi sono degli aspetti del suo carattere che potrebbero non piacere a tutti, e per quegli stessi motivi non viene scelto come animale domestico: eccoli tutti.

Cane Kai
(Foto AdobeStock)

Non è adatto alla vita da appartamento

Sebbene sia un cane indipendente e che non instaura alcun rapporto morboso col suo padrone, tuttavia non si adatta proprio a tutto: ha bisogno di spazi aperti dove poter correre e giocare. Lo spazio stretto di un appartamento non fa per lui, poiché dovrebbe compensare spesso con lunghissime passeggiate.

Non è un cane per tutti

Ha comunque bisogno di un padrone attivo e sportivo, motivo per cui non va bene per quegli umani fragili di salute o troppo in là con l’età. Infatti non viene quasi mai scelto da padroni troppo anziani, poiché non riuscirebbero a ‘stargli dietro’.

Troppo furbo e poco obbediente

Un vero furbetto capace di prendersi gioco del suo padrone: potrebbe usare la sua astuzia per raggiungere lo scopo, anche quando gli verrà proibito. Non sarà semplice tenergli testa, tanto è vero che ci sarà bisogno di un padrone di esperienza per educarlo correttamente.

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili col Kai: con quali cani va d’accordo questo esemplare

Adottare un cane Kai: il suo padrone ideale

Ovviamente non sarà solo il Kai a dover piacere a noi ma anche il contrario: infatti troppo spesso dimentichiamo che anche noi padroni dovremmo avere le caratteristiche giuste per scegliere una determinata razza. In questo caso servirà, come già detto, un padrone dinamico, che ama fare esercizio fisico e che abbia la possibilità di farlo in larghi spazi all’aria aperta.

cane Kai
(Foto AdobeStock)

Potrebbe interessarti anche: Scopri l’alimentazione del Kai: scelta dei cibi, dosi e cosa sapere sulla sua dieta

Non dovrà essere molto anziano, poiché gli occorrerà forza sufficiente, e dovrà anche avere esperienza e polso fermo: in caso contrario infatti, questo esemplare potrebbe facilmente prendere il sopravvento e ‘fare i suoi comodi’, senza considerare minimamente gli ordini che gli verranno impartiti.