Adottare un Grande Anglo-Francese Tricolore: carattere, stile e padrone

Foto dell'autore

By Raffaella Lauretta

Cani

Adottare un Grande Anglo-Francese Tricolore: tutto ciò che serve per conoscere su questa razza per capire se siete fatti l’uno per l’altro.

grand anglo francais tricolore
(Foto AdobeStock)

Se avete deciso di condividere la vostra vita e la vostra casa con un Grande Anglo-Francese Tricolore, ci sono alcune cose che dovete assolutamente conoscere.

Se il vostro desiderio è quello di adottare un cucciolo di questa razza, è fondamentale raccogliere quante più informazioni possibili, ad esempio il carattere, lo stile di vita e quanto tempo vi occuperà.

Nell’articolo di oggi, vi daremo tante informazioni interessanti prima di adottare un Grande Anglo-Francese Tricolore.

Adottare un Grande Anglo-Francese Tricolore: carattere e proprietario ideale

Cominciamo partendo dalla descrizione di questa razza, facendo quindi un identikit per poter inquadrare bene caratteristiche e carattere.

il Grande Anglo-Francese Tricolore è una razza di cane originaria della Francia, il suo nome è infatti, Grand Anglo-Français Tricolore. Discende, quindi da incroci tra Poitevin tricolore e Foxhound.

Si tratta di un cane di taglia medio-grande, ben proporzionato,muscoloso, dalle gambe e dalle orecchie lunghe. Le sue misure sono da 60 a 70 cm al garrese e pesa tra 34,5-35,5 kg.

Il Grand Anglo-Français Tricolore è un cane intelligente, ubbidiente, deciso e serio, in particolare durante il proprio lavoro.

Come infatti, è predisposto all’addestramento ed è un ottimo cane per chi è alla prima esperienza.

È anche molto determinato ed indipendente, ma molto socievole con la famiglia, dolce, amichevole e tenero con i bambini.

Possiede un temperamento calmo ed equilibrato, generalmente mansueto, ama vivere a contatto con il proprio padrone ed è invece un po’ diffidenti con gli estranei.

Il proprietario ideale, per il Grande Anglo-Francese Tricolore, è sicuramente una persona attiva, predisposta a passeggiate anche lunghe.

Potrebbe interessarti anche: Grand anglo francais tricolore: razza, caratteristiche, carattere e salute

Stile di vita del Grande Anglo-Francese Tricolore

Se si desidera adottare un Grande Anglo-Francese Tricolore, conoscere lo stile di vita della razza, aiuterà a capire quanto tempo occorre per prendersene cura.

GRAND ANGLO FRANCAIS TRICOLORE
(Foto AdobeStock)

Il Grande Anglo-Francese Tricolore, in passato era impiegato come cane da soma per cacciare selvaggina di grandi dimensioni (come cervi, cinghiali e caprioli o animali più piccoli come la volpe).

Ad oggi, invece, è stato preferito come cane da compagnia, ma non è da disprezzare nemmeno come guardia dell’abitazione.

Il Grande Anglo-Francese Tricolore preferisce stare all’aperto, pur adattandosi bene alla vita in appartamento.

Essendo piuttosto socievole e per indole abituato a vivere in branco può essere compatibile con altri cani della stessa e di altre razze.

Non necessita di particolari cure per la toelettatura poiché possiede un mantello corto.

Perciò, basta spazzolarlo uno o due volte a settimana e fare il bagno ogni qualvolta è necessario, ma senza mai eccedere.

Questa razza ha un’aspettativa di vita di circa 10-13 anni e generalmente gode di buona salute a parte qualche tendenza ad otiti, dovute alla conformazione delle orecchie pendenti, tipiche di queste razze.

Per quanto riguarda il costo, essendo una razza presente principalmente in Francia, mentre negli altri paesi è molto difficile trovarne esemplari, non è dato sapere il costo preciso.

Tuttavia, se siete sicuri di volere acquistare un cucciolo di Grande Anglo-Francese Tricolore, rivolgetevi ad allevamenti che possono garantirne l’integrità.

Inoltre, occorre tenere presente che il prezzo di un Grand Anglo-Français Tricolore varia in funzione delle origini, dell’età e del genere.

Queste che vi abbiamo fornito sono tutte le notizie più importanti su questa razza, ma se non dovessero bastarvi, in questo articolo troverete tante altre curiosità sul Grande Anglo-Francese Tricolore e anche qualche suggerimento sul nome da dargli.

Gestione cookie