Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione dell’Alpenlaendische dachsbracke: cosa mangia, dosi e i rischi da evitare

Alimentazione dell’Alpenlaendische dachsbracke: cosa mangia, dosi e i rischi da evitare

Cosa inserire nell’alimentazione dell’Alpenlaendische dachsbracke? Tutto su cibi, dosi e rischi di una dieta ideale per questa razza.

Alimentazione dell'Alpenlaendische dachsbracke
(Foto AdobeStock)

Conosciamo ogni segreto di questo cucciolo color cioccolato? Se abbiamo dei dubbi su quale può essere la migliore alimentazione dell’Alpenlaendische dachsbracke, ecco qui una serie di indicazioni utili sulla scelta dei cibi, sulle dosi e anche sugli errori da evitare per non correre rischi per la sua salute. Prendersi cura del nostro amico domestico a quattro zampe sarà facile, soprattutto se lo aiutiamo a tenersi sano e in forma. In che modo? Beh, tutto parte dalla tavola!

Salute e benessere dell’Alpenlaendische dachsbracke

Se ne abbiamo visto uno di certo saremo rimasti colpiti dalle sua dimensioni adorabili: si tratta di un piccolo bassotto, tipici delle zone alpine. Ma non lasciatevi ingannare dalla sua stazza che può sembrare non imponente.

Alimentazione dell'Alpenlaendische dachsbracke
(Foto AdobeStock)

Per fortuna l’Alpenlaendische dachsbracke è un cane sano, che normalmente gode di ottima salute: ovviamente però sta a noi evitare quanto più possibile errori nella sua dieta. Infatti se da un lato dobbiamo contribuire al suo benessere a tavola, dall’altro non dobbiamo dimenticare che si tratta di un cane che ha bisogno di fare attività fisica per non appesantirsi o ingrassare a dismisura.

Consideriamo pure che si tratta di un gran golosone, quindi va bene usare i suoi snack preferiti come rinforzo positivo, ma non esageriamo perché potrebbe chiederne sempre di più.

Potrebbe interessarti anche: Ecco quali sono i cani che hanno l’olfatto migliore di tutti gli altri: i segugi più bravi al mondo

Alimentazione dell’Alpenlaendische dachsbracke: quale dieta scegliere?

Per fargli rispettare la sua vita media che si aggira intorno ai 12 anni, anche la dieta che sceglieremo per lui sarà fondamentale. In realtà è un cane che si adatta perfettamente sia a una dieta di tipo industriale sia a quella di tipo casalingo.

I cibi industriali ci aiutano non solo nella scelta degli alimenti più adatti alla sua stazza, all’età, al peso etc ma anche nelle porzioni: in un certo senso ci ‘eliminano’ il problema. Una dietra fatta in casa invece, seppur basata sulle migliori intenzioni, potrebbe essere una scelta difficile da mandare avanti.

Sia nella scelta degli alimenti sia nelle quantità è bene affidarsi ai consigli del nostro veterinario di fiducia, ma di certo tra i cibi da scegliere non dovrà mai mancare la carne (d’altra parte è un cane da caccia).

Dieta casalinga per l’Alpenlaendische dachsbracke: cibi e quantità

Abbiamo deciso di comprare sempre cibi freschi e di ottima qualità per il nostro piccolo segugio? Allora dobbiamo consultare il nostro veterinario di fiducia per stilare una dieta poiché bisogna valutare la validità di ogni ingrediente. Ma cosa scegliere? Innanzitutto la carne, quindi selvaggina, ma quale?

Alpenlaendische dachsbracke: cosa mangia
(Foto Pinterest-animalinelmondo)
  • Carne di manzo,
  • vitello,
  • maiale,
  • carni bianche (tacchino e pollo).

A questo ‘primo’ piatto bisogna accompagnare frutta e verdure e ortaggi per il cane, ma anche carboidrati come il riso (ma meglio non esagerare).

Potrebbe interessarti anche: Scopri tutti i 10 gruppi canini della classificazione FCI

Dieta industriale per l’Alpenlaendische dachsbracke

Niente cibo fresco e naturale ma solo croccantini e scatolette di umido? Si può fare: è sicuramente una soluzione molto pratica e sbrigativa, adatta a chi non ha tanto tempo per preparare tutto da casa.

L’errore da non fare è quello di scegliere cibi a caso oppure guardando solo alla convenienza economica e non alla qualità: diffidiamo dalle offerte, che spesso nascondono un prodotto scarso e poco nutriente.

Alcuni addirittura potrebbero nuocere alla salute del nostro cane e avere delle ripercussioni sul suo stato fisico anche a distanza di tempo: diffidiamo da quei cibi con i conservanti, ad esempio o con elementi inutili, come la farina di mais.

Dosi e quantità di cibo industriale

Ma quanti croccantini è meglio dare al nostro cane? Solitamente si consigliano circa 300 gr di croccantini al giorno, a cui aggiungere  un 10% di cibo umido in scatola.

Meglio dividere il pasto in due razioni giornaliere, mattina e sera; se invece lo stile di vita del nostro Alpenlaendische dachsbracke dovesse essere più intenso, come ad esempio nel corso della stagione venatoria, facciamo in modo da aumentare le dosi di cibo di circa il 30%.

Alimentazione dell’Alpenlaendische dachsbracke: i rischi di una dieta sbagliata

Il rischio per un cane di piccole dimensioni e per giunta un gran golosone? Quello di ingrassare e di soffrire di obesità canina. Il sovrappeso può sicuramente gravare sulla articolazioni, oltre a portare gravi problemi agli apparati interni (uno tra tutti quello cardiaco).

Alpenlaendische dachsbracke
(Foto Pinterest-diamond jackie)

Talvolta può essere un problema di scelta di cibo, oppure di porzioni o altre volte ancora di stile di vita: è un cane che ha bisogno di fare attività fisica, non solo per dare libero sfogo al suo istinto da segugio, ma anche per restare in forma.

Facciamo in modo da non vietargli mai la sua passeggiatina quotidiana, e magari potremmo anche accompagnarlo nelle sue scorrazzate all’aria aperta.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino