Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione del Bassotto: cosa dargli da mangiare, dosi e rischi di una...

Alimentazione del Bassotto: cosa dargli da mangiare, dosi e rischi di una dieta sbagliata

Quanto contano le dimensioni di questa razza nell’alimentazione ideale del Bassotto? Quali sono le dosi giuste, i cibi migliori e i rischi di una dieta non adatta per il nostro Fido.

Alimentazione del Bassotto
(Foto Pixabay)

Se vi siete innamorati di questa razza di cane avete tutte le ragioni di preoccuparvi della sua dieta: non è un cane come gli altri, ma questo è facile da intuire anche al primo sguardo. Ma quanto contano le dimensioni nell’alimentazione del Bassotto? E’ importante capire come funziona il suo organismo prima di decidere quali sono i cibi adatti, le dosi e i possibili rischi per la sua salute.

Bassotto, corpo e dieta: quanto contano?

E’ impossibile pensare alla sua alimentazione senza considerare prima alcune caratteristiche di questo esemplare: si tratta di un carnivoro naturalmente ed è anche piuttosto goloso, quindi difficilmente si sentirà sazio per un’altra porzione di pappa.

Bassotto
(Foto Pixabay)

Possiede denti in grado di sminuzzare e tagliare pezzi di carne e, di contro, non ha enzimi digestivi nella saliva che gli consentirebbero di digerire cibi molto ricchi di carboidrati. Seppur non si direbbe, il Bassotto ha comunque uno stomaco grande che gli consentirebbe di mangiare grandi quantità di cibo; il suo intestino invece è corto è dritto: il suo processo di digestione infatti è molto più breve rispetto a un animale erbivoro.

Nel corso della sua storia a contatto con l’uomo, questa razza però ha ‘imparato’ a digerire anche cibi che contengono carboidrati, sebbene l’elemento principale della loro dieta deve essere sempre la carne.

Alimentazione del Bassotto: quali cibi inserire nella sua dieta

Prima di capire quali tipi di alimentazione sono adatti alla razza in base all’età del cucciolo, procediamo con un breve elenco di tutti i cibi che forniscono le proprietà migliori per questo esemplare.

  • Proteine della carne bianca e rossa, dal pesce e dalle uova,
  • Minerali, vitamine e fibre dalle verdure a foglia verde e frutta,
  • Carboidrati nei cereali, ma in piccole dosi.

Questi alimenti devono essere somministrati crudi o comunque non troppo cotti, in quanto con le alte temperature della cottura possono facilmente perdere le loro proprietà. Questo discorso non vale per i cereali, che invece devono essere sempre cotti.

Potrebbe interessarti anche: Cibi grassi per il cane: quelli che fanno bene alla sua salute e quelli da evitare

Secco, umido, crudo? Quale scegliere

In realtà qualsiasi cosa gli mettiate sotto al muso, il Bassotto la mangerà perché è davvero molto goloso. Il cibo secco e le crocchette sono sicuramente uno dei suoi pasti preferiti e i più comodi per noi padroni. Oltre ad essere pratico e a lunga conservazione, il cibo secco aiuta la dentatura e il sistema nervoso del cane.

Il cibo umido per cani ha però sicuramente un’attrattiva maggiore: quei pezzi di carne succulenta di certo sono più gustosi delle crocchette! Oltre a contenere tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno, il cibo umido per il cane ha anche una buona percentuale di liquidi e acqua per idratarlo.

La dieta BARF, ovvero quella a base di alimenti crudi, è quella più vicina all’alimentazione dei suoi antenati in natura, quando si preoccupavano da soli di procacciarsi il cibo per la sopravvivenza. Tutto è crudo (non solo carne, ma anche verdure e frutta) e, per questo motivo, deve anche essere ben conservato perché va facilmente a male.

Alimentazione del Bassotto: come ‘calcolare’ le dosi giuste

Come sempre per capire la quantità di cibo da dargli è opportuno valutare non solo la sua età, il suo stato di salute ma anche lo stile di vita che conduce il nostro Bassotto: un esemplare più attivo dovrà mangiare di più rispetto a uno più sedentario.

Alimentazione del Bassotto
(Foto Pixabay)

I bassotti nani devono mangiare meno cibo rispetto agli esemplari di taglia standard. Se invece pensiamo all’età è ovvio che un cucciolo dovrà abituarsi gradualmente a mangiare una quantità di cibo sempre maggiore, mentre quello anziano dovrà via via diminuire le porzioni (anche perché non avrà bisogno di tante calorie, data la sua vita sempre più sedentaria).

Si consiglia di farlo mangiare almeno tre volte al giorno da cucciolo e un paio di volte da adulto. E’ probabile che, con l’avanzare dell’età, basterà un unico pasto al Bassotto anziano.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare cibi fritti? Consigli per la salute di Fido

Se vuoi scoprire quali sono i rischi legati all’alimentazione del Bassotto, clicca su Successivo: