Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione del cane in primavera: i cibi e quali abitudini cambiare

Alimentazione del cane in primavera: i cibi e quali abitudini cambiare

Con l’arrivo della nuova stagione anche la sua dieta deve cambiare: cosa sapere sull’alimentazione del cane in primavera.

Alimentazione del cane in primavera
(Foto Pixabay)

E’ in arrivo la stagione dei fiori, del fresco e delle belle giornate dopo il freddo inverno, ma come dovrebbero cambiare le abitudini del nostro Fido? In realtà anche l’alimentazione del cane in primavera deve essere modificata, poiché avrà esigenze diverse rispetto a quelle della stagione passata. Ecco dunque una serie di consigli e indicazioni utili sulla dieta del cane in questo periodo.

Alimentazione del cane in primavera: elementi nutritivi

Anche se non siamo esperti veterinari, quando acquistiamo del mangime secco o provvediamo da soli a preparare il cibo per i nostri amici animali, sapere quali sono gli elementi nutritivi necessari piò essere molto utile. In primavera il cibo di Fido dovrà contenere:

Alimentazione del cane in primavera
(Foto Pixabay)
  • proteine (aminoacidi metionina e cistina),
  • vitamine (A ed E),
  • carboidrati,
  • acidi (folico, pantotenico),
  • oligoelementi.

In particolare avrà bisogno di proteine e carboidrati, in quanto il dispendio di energie  sarà maggiore: consideriamo che dopo lunghi mesi di freddo e pioggia, costretti a vivere in casa e senza poter uscire, ora avranno voglia di godersi le belle giornate.

Questo si traduce in corse, giochi e passeggiate all’aria aperta ma anche in un dispendio di energie maggiore, da compensare appunto con una dieta bilanciata.

Alimentazione del cane in primavera: come cambiano le dosi

Non è solo questione di alimenti ma anche di porzioni, ma bisogna fare attenzione poiché non vi è una regola generale per le dosi di cibo. Infatti è vero che col caldo non vi sarà bisogno della stessa quantità di cibo che gli davamo in inverno, ma è altrettanto vero che ora il dispendio di energie (dovuto alle attività di cui abbiamo parlato prima)  può essere più imponente.

Cane tra i fiori
(Foto Pixabay)

Insomma ogni cane è una storia a sé, quindi molto dipende dal suo stile di vita e dalla sua attività giornaliera. Quindi facciamoci consigliare dal nostro veterinario di fiducia, che conosce il nostro cane e saprà dirci come regolare le porzioni da somministrargli.

Potrebbe interessarti anche: Primavera, in arrivo la muta del pelo del cane: cause e rimedi

Altri consigli per la dieta primaverile di Fido

Proprio perché tenderà a muoversi e giocare di più, il nostro cane avrà sempre bisogno di essere idratato: garantiamogli sempre la giusta quantità di acqua fresca e pulita, in modo che non sarà costretto a cercare fonti di acqua che potrebbero essere sporche e pericolose per la sua salute (col rischio di malattie primaverili canine). Facciamo attenzione ad evitare il rischio di acqua stagnante nelle ciotole di plastica e preferiamo quelle in metallo.

Potrebbe interessarti anche: Scopri le allergie stagionali nel cane: come affrontare la primavera con Fido

Ricordiamo che la nuova stagione non è solo ricca di belle sorprese: numerosi sono i pericoli della primavera per cani e gatti, quindi non dovremmo mai abbassare la guardia!