Home Cani Alimentazione Cani Avanzi di Natale pericolosi per il cane: attenzione a non condividerli con...

Avanzi di Natale pericolosi per il cane: attenzione a non condividerli con Fido

Quali avanzi di Natale dobbiamo assolutamente non dare al cane? Tutti i residui che non deve mangiare dalla nostra tavola delle feste.

Cosa non dare da mangiare al cane a Natale
Cibi natalizi da non dare al cane (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Il Natale è appena passato ma sono rimasti gli avanzi del cenone? Facciamo attenzione a non condividerli col nostro Fido perché alcuni cibi possono essere davvero dannosi per la sua salute. Ecco quali avanzi di Natale non dare al cane e quali potrebbero essere i rischi legati al loro consumo, soprattutto se si tratta di cibi che solitamente non sono sulle nostre tavole.

I pericoli di Natale per i nostri Pet: non solo cibo

Il Natale è un’occasione di festa anche per i nostri amici animali, anche se non mancano i pericoli per la loro incolumità e che spesso sono legati agli addobbi, alle luci e alla carente attenzione che spesso i padroni possono dedicare loro.

Cane e luci
Cane e lucine di Natale (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Infatti una delle attrazioni principali per i nostri Pets è sicuramente l’albero di Natale, tutto decorato di lucine e palline colorate: meglio optare per addobbi in legno o feltro, plastica o cartone, ma non vetro.

Facciamo attenzione ad attaccare bene con lo scotch i cavi elettrici delle luci, per evitare che possano giocarci e incastrarvisi dentro. Le piante decorative, specialmente le stelle di Natale andrebbero poste ad un’altezza non raggiungibile dal nostro Fido e lo stesso discorso vale anche per le candele profumate, poiché tossiche per la sua salute.

Avanzi di Natale da non dare al cane: quali sono

Alle volte si tratta di mancanza di attenzione da parte dei padroni, altre invece sono gli umani stessi a lasciarsi convincere da quegli occhioni dolci a dare in pasto ai cani i resti della tavola: nulla di più sbagliato (e pericoloso).

La percentuale di animali che finiscono al pronto soccorso veterinario è sempre molto alta nel periodo delle feste, proprio perché mangiano cibi insoliti e che a loro fanno davvero male. Tra i tanti si annoverano sicuramente i dolci, ricchi di zuccheri e spesso a base di cioccolato, altamente tossico per loro (lo sa bene il padrone quando il cane mangia cioccolato).

Potrebbe interessarti anche: Scopri perché a Natale il tuo cane è in pericolo: se lo ami, non fargli mai queste cose

A seguire anche la frutta secca, formaggi, condimenti per soffritto e ripieni dei rustici tipici delle feste ma anche bevande alcoliche che sono assolutamente da evitare. Anche i residui dai nostri bicchieri o i dolci che possono contenere alcol devono essere lontani dalle loro zampe, anche perché con i loro profumi saranno una continua tentazione per i piccoli animali domestici.

Potrebbe interessarti anche: Scopri tutto sul cane e pericoli di Natale e Capodanno: quello che devi sapere

Infine evitiamo di dare loro: lasagne, perché troppo ricche di condimenti, molluschi, soprattutto se sono rimasti tutti i gusci nel piatto perché potrebbe soffocare, ossa di carni varie (che sono sicuramente cotte e dunque friabili), avocado e bevande a base di caffeina.

Avanzi di Natale da non dare al cane: cosa fare se ha mangiato qualcosa di tossico

Prima che sia troppo tardi, bisogna allertare i soccorsi, se abbiamo notato dei segnali allarmanti nel cane come:

Cane a Natale
Cane col cappellino natalizio (Canva-Amoreaquattrozampe.it)
  • letargia,
  • nausea,
  • vomito,
  • diarrea,
  • insufficienza renale (dalle 24 alle 72 ore dopo),
  • difficoltà respiratorie.

Nei periodi di festa è normale che lo studio veterinario sia chiuso, quindi è bene procurarsi il numero del pronto soccorso veterinario più vicino o portare l’animale direttamente a visita, soprattutto se la situazione è apparentemente grave.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 

Forniamo agli esperti tutte le indicazioni utili, come tipo e quantità di cibo ingerito ma anche da quanto tempo, in modo da non perdere minuti preziosi che potrebbero salvare la vita al nostro Fido.