Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare la noce di cocco: cosa è importante sapere

Il cane può mangiare la noce di cocco: cosa è importante sapere

Il cane può mangiare la noce di cocco? Il frutto esotico tanto amato è adatto all’amico a quattro zampe? La risposta vi sorprenderà. Scopriamola insieme.

Il cane può mangiare la noce di cocco
(Foto Pexels)

Preoccuparsi per l’alimentazione giusta del proprio amico a quattro zampe è normale e si fa sempre di tutto per proteggerlo da cibi dannosi e pericolosi, stando attenti a etichette ed ingredienti particolari. Ogni padrone di fido sa bene quanto il suo stomaco sia delicato e quanto alcuni alimenti sbagliati possano danneggiare il suo organismo. A riguardo di ciò, oggi vediamo di capire se il cane può mangiare la noce di cocco oppure no.

Il cane può mangiare la noce di cocco? Sì, ma con attenzione

Il cocco è uno dei frutti estivi, freschi e rigeneranti più apprezzati, soprattutto in estate. Ma così come fa bene a noi esseri umani, può essere introdotto nella dieta dell’amico peloso? Esistono dei benefici anche per lui? Scopriamolo più avanti nell’articolo.

Fido può mangiare il cocco
(Foto Pixabay)

In questo periodo dell’anno, in cui fa molto caldo, si è sempre alla ricerca di cibi leggeri, freschi e saporiti anche per il nostro amico fido, poiché è anche lui sofferente per le alte temperature. Sono in molti i padroni che aumentano l’apporto di acqua e minerali.

La frutta, in questo caso, può esserci molto di aiuto. Tra i tanti frutti di stagione, come anguria, melone, pesche, albicocche, ciliegie e fragole, esiste anche la noce di cocco. Questo frutto è particolarmente amato per il suo sapore e la sua freschezza, nonché per i numerosi benefici che apporta al nostro organismo.

Ma le sue proprietà benefiche funzionano anche per l’organismo di fido? Ebbene, a molti sorprenderà sapere che il cane può mangiare la noce di cocco. Il frutto saporito può essere fornito a fido, in quanto ricchissimo di sostanze nutritive e sali minerali. Grande fonte di acqua e fibre, la noce di cocco è comunque abbastanza calorico. I benefici della noce di cocco per l’amico peloso sono numerosi:

  • Rende sana la pelle del cane e lucente il suo pelo;
  • Aumenta e rafforza le difese immunitarie dell’organismo;
  • Combatte l’alitosi nel cane;
  • Aiuta a formare nuovi globuli rossi nel sangue dell’animale;
  • Può equilibrare l’insulina;
  • Aiuta a curare l’artrite del cane.

Il peloso e l’assunzione di acqua e olio di cocco

Parlando di questo frutto, viene naturale domandarsi se fido può assumere anche acqua di cocco oppure olio di cocco. Dobbiamo sapere che entrambi gli alimenti possono essere consumati dall’animale, ma sempre facendo attenzione a non eccedere nelle dosi.

L’olio di cocco, infatti, se assunto in quantità eccessive, rischia di danneggiarlo provocando, nel tempo, obesità nel cane. L’acqua di cocco, invece, è molto salutare ed è una fonte preziosa di sali minerali e vitamine per fido. La si può offrire al cagnolino come premio o snack, quando è il caso.

Questi alimenti sono un toccasana per il cane durante la lunghe giornate estive, in cui ha sempre bisogno di qualcosa di fresco che gli fornisca anche tanta energia.

Potrebbe interessarti anche: Frutta e verdura per il cane in estate: elenco e consigli utili

Fido e il cocco: come prepararlo e in quante dosi

Appurato che il cane può mangiare la noce di cocco, è bene conoscere il modo giusto e le dosi consigliate per la sua somministrazione prima di fornirla a fido. Per ogni cibo, fido deve essere preparato e abituato piano. Vediamo, di seguito, come si può preparare il cocco e quanto ne può mangiare.

L'alimentazione del cane
(Foto Unsplash)

Come per tutti gli alimenti che decidiamo di offrire al fedele amico a quattro zampe, anche per il cocco fido deve essere preparato ed è fondamentale, innanzitutto, controllare lo stato di salute dell’animale, con l’aiuto del veterinario.

É basilare, infatti, verificare con lui la presenza di intolleranze o tipologie di allergie nel cane e fare attenzione che la somministrazione graduale di cocco non provochi sintomi o disturbi di cui preoccuparsi. Nel caso dovesse accadere, si consiglia di rivolgersi subito al veterinario di fiducia.

É sconsigliato fornire la noce di cocco intera al peloso, così come si consiglia di evitare di fargli mangiare il suo guscio. Questo modo di mangiare il cocco può provocare seri danni e ostruzioni intestinali gravi al cane. Di conseguenza, per offrire il cocco al peloso, bisogna:

  • Eliminare il guscio.
  • Tagliare e preparare la polpa in piccoli pezzettini, adatti alla stazza del proprio cane.
  • Fornire la polpa cruda o essiccata.
  • Aggiungere la polpa del cocco al suo pasto nella ciotola, oppure come snack sfizioso.

Si deve sapere che il cocco, come ogni cibo nuovo per fido, va introdotto in un’alimentazione corretta e varia in modo graduale, per non creare problemi al suo organismo e per ogni dubbio sulle dosi giuste da fornirgli ci si può consultare con l’esperto ed assicurargli, in questo modo, tutto il gusto e i benefici di questo frutto eccezionale.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G