Home Cani Alimentazione Cani I cibi che causano allergia nel cane: ecco una piccola lista

I cibi che causano allergia nel cane: ecco una piccola lista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:23
CONDIVIDI

Esistono molti alimenti che possono generare problemi al nostro amico a quattro zampe. Ecco una piccola lista di cibi che causano allergia nel cane.

I cibi che causano allergia nel cane
I cibi che causano allergia nel cane: ecco una piccola lista (Foto Adobe Stock)

I nostri amici a quattro zampe proprio come succede agli esseri umani, possono presentare un allergia a qualche alimento che magari prima consumavano senza avere alcun problema.

Vediamo insieme cosa succede a fido se mangia un alimento che gli provoca allergia e quali sono i cibi che possono causare allergia nel cane.

Potrebbe interessarti anche: Allergie e intolleranze: tutti i cibi dannosi per i cani

Cibi che causano allergia nel cane

quantità carne cane
(Foto iStock)

I cibi che possono provocare allergie nel nostro amico a quattro zampe sono molti, i più comuni sono i seguenti:

  • Mais
  • Grano
  • Pesce
  • Manzo
  • Pollo
  • Maiale
  • Vitello
  • Latticini
  • Soia

Naturalmente non tutti i cani sono allergici a questi alimenti, per questo è necessario riconoscere i sintomi di un’allergia.

Il sintomo principale dell’allergia alimentare nel cane, è il prurito epidermico. Quest’ultimo si presenta in zone specifiche del corpo di fido: orecchie, muso, zampe, zona anale e ascelle. I sintomi possono aggravarsi e portare ad un eccessivo prurito ed una perdita di pelo nel cane. In alcuni casi si possono presentare altri tipi di sintomi, anche se meno comuni, come:

E’ importante ricordare che molti di questi sintomi possono presentarsi anche in altri casi di patologie, per questo motivo è necessario contattare un veterinario.

Fattori che contribuiscono a generare un’allergia alimentare

Oltre al cibo che può provocare allergia nel cane, esistono alcuni fattori che contribuiscono a ciò. Il primo fattore è una cattiva digestione di fido, infatti più tempo il cibo resta nell’intestino del cane, più è esposto alle immunoglobuline E (anticorpi).

Il secondo fattore che contribuisce a generare un’allergia alimentare nel nostro amico a quattro zampe è l’aumento della permeabilità del suo intestino. Infatti nel caso in cui fido presenta un’infestazione parassitaria, la permeabilità delle pareti dell’intestino aumenta provocando l’aumento dell’assorbimento delle proteine che provocano allergia.

Cosa fare in caso di allergia?

cane a visita
(Foto Adobe Stock)

Per accertarsi che il nostro amico a quattro zampe abbia un’allergia alimentare, il veterinario eseguirà delle prove allergiche sul cane. Inoltre lo specialista prescriverà al nostro amico peloso una dieta specifica, eliminando gli alimenti che potrebbero causargli problemi salutari.

Tale dieta dura dalle 6 alle 10 settimane, dopodiché il veterinario introdurrà nella dieta, uno alla volta, gli alimenti che possono provocare allergia nel nostro amico peloso, per notare se si manifestano nuovamente i sintomi.

Quando viene accertato dal veterinario che il cane presenta un’allergia alimentare, lo specialista prescriverà a fido una dieta eliminando i cibi che gli provocano allergia.

Marianna Durante