Home Cani Il cane non scodinzola: cosa occorre sapere sul suo comportamento

Il cane non scodinzola: cosa occorre sapere sul suo comportamento

Il cane non scodinzola e ha l’aria sofferente? Probabilmente ha un problema su cui si deve indagare. Vediamo di scoprire i motivi del suo comportamento e come bisogna agire per aiutarlo.

Il cane non scodinzola
(Foto Pixabay)

Una delle caratteristiche del cane che più ci dà allegria e che lo rende un compagno domestico ideale è il suo scodinzolare. Ogni volta che vede arrivare il suo amico umano o se sta vivendo un momento felice in famiglia, eccolo pronto a muovere la sua simpatica coda ovunque, per esprimere la sua emozione. Cosa succede se fido non muove più la coda, neanche in una circostanza positiva? Vediamo i possibili motivi per cui il cane non scodinzola e come comportarsi.

Il cane non scodinzola: il significato del comportamento

Quando il cane non scodinzola più può essere un segnale di un problema o di un malessere nell’animale domestico. Vediamo di capire cosa significa quando fido non alza più la coda e non la muove in nessun modo.

Cane non muove la sua coda
(Foto Pexels)

Siamo sempre abituati a vedere l’amico a quattro zampe vivace e allegro in ogni momento e attività condivisa con la sua famiglia. Ma non può essere sempre così. Ci sono dei comportamenti di fido che sono chiari segnali della presenza di un problema.

Se il peloso smette, all’improvviso, di scodinzolare e alzare la coda, è normale domandarsi cosa gli stia accadendo e preoccuparsi. In effetti, esiste un fenomeno che può colpire il cane che non alza più la coda: il cosiddetto cold tail, che in italiano si traduce con l’espressione “coda fredda”.

Insieme ad esso, esiste un’altra sindrome che riguarda la parte finale del corpo totalmente caduta, chiamata dead tail. La cold tail è una patologia ereditaria che colpisce, in genere, quelle razze di cani da lavoro o fatica, come Labrador Retriever e Golden Retriever.

Se non riguarda un fattore genetico, le cause sono legate a traumi termici, come quando il cane fa un bagno in acqua gelida e non muove più la coda: è stato dimostrato che il contatto dell’animale con in acque ghiacciate è una causa scatenante di questo fenomeno; perciò, gli esemplari più colpiti possono essere le razze di cani da salvataggio in acqua.

Altra causa di cold tail è quando fido si affatica troppo o quando è disidratato in estate. Un forte shock termico può provocare questa malattia nel proprio cane domestico. Anche eccessiva attività fisica e affaticamento muscolare, poi, possono far abbassare la coda.

I sintomi di cui tenere conto

É molto importante prendersi cura del proprio fido in casa, osservando bene i comportamenti che assume durante la giornata e monitorando quelle abitudini che diventano, poi, la sua routine.

Attenzione, in questo caso, a notare atteggiamenti strani come il cane che non dimena la coda, situazione in cui fido non scodinzola più a causa della paralisi. Oppure, quando la coda del peloso è irrigidita, poiché il dolore è talmente forte per cui non riesce più a dondolarla e a muoverla. Altra situazione è se la coda di fido è piegata verso il basso ma riesce a dondolarla.

Potrebbe interessarti anche: Coda rotta del cane: come riconoscere e curare fratture e lesioni

Fido non muove più la coda: consigli e soluzioni

Se il cane non scodinzola più, occorre analizzare ed effettuare i dovuti controlli. Bisogna, inoltre, ricercare le soluzioni e i rimedi migliori per aiutare il proprio animale. Vediamo come comportarsi qui nell’articolo.

Il comportamento del cane
(Foto Pexels)

Se si notano i sintomi di cui abbiamo parlato e un atteggiamento sofferente nel proprio cane, la decisione prima da prendere è farlo visitare dal veterinario di fiducia, il quale saprà verificare la condizione della sua coda e consigliare su cosa fare.

É fondamentale il riposo assoluto per il cane, in modo da non peggiorare la situazione delicata della sua coda, insieme alla somministrazione di antinfiammatori. Troppo lavoro nel cane stressato, può influire negativamente su questa patologia presente nell’animale e il fenomeno della cold tail può essere uno dei segnali della demenza canina.

Se i sintomi dovessero persistere, sarà necessario effettuare un’altra visita medica per ricevere ulteriori suggerimenti su come aiutare fido. Un fattore positivo, in questa situazione patologica, è che non è previsto nessun rischio di morte per il peloso.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G