Home Cani L’educazione del cane in base al suo carattere

L’educazione del cane in base al suo carattere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25
CONDIVIDI

Il carattere del cane e l’educazione

carattere del cane educazione

Il carattere definisce l’insieme dei tratti fisici e psicologici di una specie. Si distingue il carattere innato da quello acquisito e il carattere specifico da quello variabile. Ovvero, in tal senso, è possibile distinguere in quale misura il carattere di un cane derivi dal proprio carattere, quello innato e specifico o da quello che gli è stato trasmesso dall’uomo.

Educare un cane

Educare il cane significa imprimere nell’animale un carattere. Fin da cucciolo, un cane riceve determinati segnali provenienti dall’esterno ai quali darà una risposta.

  • l’imprinting avviene fin dalla fase uterina. Un incidente della madre in gravidanza può colpire il cucciolo e imprimere il suo comportamento da cane adulto.
  • l’azione dell’uomo fin dalle prime settimane di vita del cucciolo si contribuiscono alla formazione del carattere dell’animale

Il comportamento del cane è dunque definito da due fattori:
istintivo
– l’educazione dell’uomo

Ecco perché quando si parla di cane affettuoso, diffidente o aggressivo è importante distinguere come il cane abbia sviluppato il suo carattere.

Questo è fondamentale nell’approccio del recupero del cane soprattutto per alcuni esemplari considerati aggressivi che vengono avviati in un iter per la comprovata pericolosità del cane che può portare alla sua soppressione.

Educare il cane in base al carattere

Il carattere del cane è alla base del suo comportamento, delle reazioni che il cane avrà in risposta a determinati input o in alcune situazioni. Ovvero, il modo in cui il cane agisce o reagisce a una situazione e se questo comportamento sia legato alla sua natura oppure da un condizionamento che ha ricevuto dall’uomo.

Cane docile

Si tratta di cani che possono essere educati più facilmente. Questo dipendente dalle predisposizioni della sua razza e dai suoi geni. Tuttavia, anche in questo caso, l’educazione è fondamentale. Il cane dovrà imparare le regole attraverso un’educazione che non deve essere rigida bensì basata sul gioco. Infatti, i cani con un carattere docile è più incline al gioco. Riconoscere questa qualità contribuisce a delineare un metodo educativo che rispetti la natura e l’indole del cane. Come per tutti i cani, l’educazione deve essere coerente, ferma ma amorevole.

Il cane che ha carattere

Si tratta di un carattere innato del cane. Alcune razze lo hanno preservato più di altre e saranno pertanto più difficili da educare. Un cane che ha carattere non significa che sia aggressivo. E’ semplicemente un cane al quale si dovrà dedicare più tempo nell’educazione. In tal caso, il metodo educativo dovrà essere più fermo, sempre con coerenza e mai in modo coercitivo.

Il cane che ha un cattivo carattere

Alcuni cani hanno un pessimo carattere. Sono gelosi, possessivi, amano la loro indipendenza e lo dimostrano molto bene. Questo carattere deriva dalle condizioni e dall’ambiente in cui il cane è cresciuto nelle prime settimane della sua vita, dai geni ereditati e dalla razza. A dire il vero, non esiste un metodo educativo per cambiare il suo carattere, che potrà essere smorzato con l’educazione. Si tratta di cani impegnativi. L’educazione dovrà essere basata sulla pazienza, tenacia e fermezza, senza mai usare la forza o coercizione. Con il tempo, grazie a questo metodo, il cane diventerà più docile e sarà più propenso all’addestramento perché avrà imparato dal padrone a comportarsi in un determinato modo.

Il cane testardo

Un cane testardo non è un comportamento normale o naturale. Questo deriva dal modo in cui è stato educato. Ovvero, dipende dal tempo dedicato all’addestramento del cane, dalla coerenza dei comandi e dalle aspettative del padrone. Il cane adulto è il riflesso di quello che gli è stato insegnato. Fortunatamente, è un tratto caratteriale che non è irreversibile. Il recupero del cane testardo passa attraverso un lungo lavoro approcciato in maniera rigorosa.

Il cane aggressivo

Anche in questo caso si tratta di un problema che scaturisce dal modo in cui è stato educato il cane e dal comportamento che il padrone ha avuto nei suoi riguardi.
Allo stato naturale, un cane non attacca. Nel caso in cui mostra i denti è per dare un segnale o perché ha avvertito un problema, una minaccia. Oppure potrebbe trattarsi di una cagna che ha appena partorito e che vuole proteggere i suoi cuccioli.

Un cane aggressivo è un cane che ha paura. In tal caso, l’educazione dovrà essere effettuata con pazienza e dolcezza, basandosi per recuperare i timori del cane, individuando gli elementi che gli fanno paura.

I test per scoprire il carattere del cane

Molti studi hanno portato ad individuare alcuni test per capire il carattere del cane: test di Campbell, test di Toman, test di Breteau oppure il test di Quinnec.

–>Test per scoprire il carattere del cane quando è un cucciolo

Grazie a questi test è possibile verificare la sua indole, la predisposizione all’addestramento e le sue attitudini. In ogni caso, è sempre suggerito rivolgersi al veterinario e per i casi particolari all’esperienza di addestratori o educatori cinofili.

Ti potrebbe interessare:

–>Il carattere del cane attraverso le fasi del suo sviluppo
–>Il carattere del cane nel modo in cui dorme con il padrone
–>Comportamento animali: il carattere del cane è scritto nel Dna della razza
–>Il cane assimila nel tempo il carattere del padrone

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI