Home Cani Cosa rischio se il mio cane fa pipì per strada? Ecco cosa...

Cosa rischio se il mio cane fa pipì per strada? Ecco cosa dice la legge

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:07
CONDIVIDI

La legge prevede alcuni obblighi per il padrone di un animale domestico. Quale rischio corriamo se il nostro cane fa pipì per strada? Scopriamolo insieme!

Cosa rischio se il cane fa pipì per strada (Foto Adobe Stock)
Cosa rischio se il cane fa pipì per strada (Foto Adobe Stock)

La passeggiata è il momento più bello della giornata di Fido. Il nostro cane la attende con tanto entusiasmo e lo dimostra ad ogni uscita. Per tanti proprietari, se hanno il cane in casa e non ha imparato ad usare la lettiera, è anche un momento per portare Fido a fare i suoi bisogni. Tuttavia, dobbiamo rispettare determinate regole, che non sempre conosciamo. Ecco quali!

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al cane a non fare i bisogni in posti non voluti

cane gioca
Cane che gioca in un prato (Foto Pixabay)

Tanti proprietari di cani invidieranno chi abita in campagna, almeno all’ora della passeggiata con il cane! Certo godersi la natura con il proprio animale domestico deve essere davvero piacevole, e a Fido piacerebbe tantissimo. Magari tante volte lo avete portato a fare una gita fuori porta in periferia, ma non sempre c’è il tempo.

La campagna indubbiamente presenta anche il vantaggio di non darvi particolari preoccupazioni per i bisogni del cane. Insomma, sempre meglio portare con sé paletta e sacchetto per cani, ma in zone di aperta campagna potreste anche farne a meno. In città, o comunque nei luoghi abitati, è un’altra storia.

Attenzione alle norme del comune

Cosa rischio se il cane fa pipì per strada (Foto Adobe Stock)
Cosa rischio se il cane fa pipì per strada (Foto Adobe Stock)

Come sappiamo, per il proprietario del cane è un obbligo ripulire i bisogni di Fido. E’ più che naturale: immaginate se non ci fosse alcuna norma a riguardo ed ognuno non pulisse. Già in pochi giorni sarebbe regnerebbe il caos. Quindi prima ancora che un obbligo giuridico è un dovere per l’igiene e la sicurezza di tutti.

E la pipì? Ebbene anche per la pipì comincia ad essere previsto l’obbligo di pulire dove il cane abbia fatto il proprio bisogno. Sempre più comuni prevedono multe salate (anche fino ai 500 euro) per i trasgressori. Potete informarvi sull’esistenza di eventuali norme sul sito istituzionale del Comune, cercando tra le ordinanze.

Attenzione però: a prescindere dal fatto che il Comune in cui abitate (o vi recate ad esempio in vacanza) abbia emanato un’ordinanza che imponga al proprietario del cane di pulire la sua pipì, è bene che prendiate questa sana abitudine, per l’igiene di tutta la comunità.

Potrebbe interessarti anche: 5 buone abitudini da insegnare al cane: scopriamo quali sono

Cosa rischio se il cane fa pipì su muri e auto?

Il cane fa pipì sulle ruote
Il cane fa pipì sulle ruote: ecco perché (Foto Pixabay)

Certo molti proprietari di cani sono molto attenti e ligi al rispetto della legge. Portano sempre con sé paletta e sacchetti per i bisogni del cane e lo portano al parco del comune, dove può fare pipì, pulendo dove l’ha lasciata.

Può capitare però che nel tragitto il cane si fermi a fare pipì sul muro di una casa, o sulla ruota di un auto, magari anche solo per marcare il territorio. In questo caso parliamo di beni di privati cittadini. Cosa rischiamo? Anche in questo caso una multa salata, a meno che non abbiamo immediatamente pulito e non abbiamo adottato tutte le misure idonee del caso. Vediamo nel dettaglio.

Il reato di imbrattamento

cane che sorride
Cane (Foto Pixabay)

Ebbene sì, se il nostro cane fa pipì su una struttura comunale, ma anche su un’auto o qualsiasi altro oggetto appartenente ad un privato cittadino, rischiamo addirittura di essere accusati di deturpamento e imbrattamento di cose altrui, previsto e punito dall’art. 639 c.p., applicabile appunto a chi imbratta e deturpa i bene altrui…anche con la pipì del cane.

Come evitare la multa

Come abituare il cane al guinzaglio: addestrare Fido correttamente
Cane al guinzaglio (Foto Pinterest)

Ma, si sa, quando scappa scappa, quindi ci sono delle situazioni in cui Fido non può proprio trattenere la pipì (il classico esempio è l’incontinenza canina). Quindi cosa fare? Per rispettare le norme di buon senso e di igiene (ma anche per evitare salate multe) ecco un breve vademecum da seguire:

  • Portare il cane al guinzaglio: non è mai banale ricordarlo; c’è l’obbligo per il proprietario di condurre Fido al guinzaglio. Questo dimostrerebbe che avevate il cane sotto il vostro controllo;
  • Vigilate attentamente sul comportamento del cane in ogni momento;
  • Se vi accorgete che il cane vuole fare pipì per strada, su un muro o su un’auto, cercate, per quanto possibile di farlo desistere;
  • Se il cane non è riuscito a trattenere la pipì, pulite. Portate sempre con voi una bottiglietta d’acqua da usare, ancora meglio se accompagnata all’azione di un disinfettante.

Se metterete in pratica queste poche regole basate sul buon senso, non incapperete in nessuna multa. In caso contrario il rischio è quello di essere puniti, a titolo di colpa (ovvero l’ipotesi meno grave) per il reato di imbrattamento punito dall’art. 639 c.p., pagando la relativa multa.

Antonio Scaramozza