Home Cani Far riconciliare due cani che hanno litigato: come fare in poche e...

Far riconciliare due cani che hanno litigato: come fare in poche e semplici mosse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:09
CONDIVIDI

Come possiamo far riconciliare due cani che hanno appena finito di litigare? Terranno il muso o sarà più facile di quello che sembra? Tutto ciò che c’è da sapere.

Far riconciliare due cani
(Foto AdobeStock)

Momenti di nervosismo e sfoghi di rabbia possono capitare a tutti, ma che succede se a litigare sono due cani? I danni potrebbero essere notevoli, soprattutto se uno dei due ha una stazza maggiore dell’altro o, peggio ancora, sono entrambi abituati al combattimento. Vediamo però come far tornare la calma, prima che accada l’irreparabile: tutto ciò che c’è da sapere su come far riconciliare due cani che hanno litigato.

Perché due cani litigano: le cause scatenanti più comuni

Cuccioli che giocano
(Foto Pixabay)

Chi ha detto che i cani vanno sempre d’accordo con i propri simili o che riescono ad instaurare rapporti di pacifica convivenza con tutti gli animali della casa? Fido, così come gli altri, ha una propria personalità e non sempre è facile da gestire.

Solitamente si tratta di problemi legati alla difesa del territorio e di tutto ciò che appartiene ad esso, dagli oggetti agli umani a una femmina da ‘conquistare’. Quando un cane si trova muso a muso con un altro simile di un branco opposto è quasi ‘normale’ che voglia fargli capire chi comanda. D’altra parte è scritto nel loro DNA, fin dagli antenati lupi: si tratta di animali gerarchici che devono imporsi per far valere la loro ‘dominanza’.

Nella stessa casa invece le liti possono nascere anche per motivi futili, come ad esempio le attenzioni del padrone rivolte ad un cane e non a un altro: insomma è la gelosia! Spesso infatti siamo proprio noi umani a complicare i rapporti tra due cani, o due animali, che convivono e che si vedranno l’un l’altro come nemici.

Come far riconciliare due cani che hanno litigato: le mosse giuste

Far riconciliare due cani
(Foto AdobeStock)

Quando assistiamo al litigio tra due cani che non si conoscono, la cosa principale da fare è separarli. Se vogliamo dividere due cani che litigano, mettersi in mezzo, col forte rischio di finire travolti e feriti nella rissa, non è un’ottima idea. E’ meglio dividerli bagnandoli con un secchio d’acqua o una pompa.

Quando due animali si azzuffano bisogna quindi trovare il modo per distrarli, disorientarli e far placare l’accanimento di uno nei confronti dell’altro.

Per far riconciliare due cani che hanno litigato bisogna assolutamente eliminare l’oggetto della contesa: se stanno litigando per qualcosa che hanno visto e che vogliono entrambi bisogna prenderlo e metterlo da parte. In questo modo entrambi capiranno che è sempre l’uomo che comanda e che entrambi devono rispettare questa figura, indipendentemente dall’essere cani dominanti o meno.

Inoltre il cane deve essere abituato a stare insieme agli altri (ci sono modi per far socializzare un cane con i suoi simili): non possiamo pensare di tenerlo chiuso in casa e pretendere che quando incontri un suo simile, riesca ad instaurare un rapporto cordiale e sereno. E’ anche merito nostro se il cane riesce ad andare d’accordo con gli altri animali: dobbiamo inoltre gestire il rapporto con tutti in casa, senza fargli notare che diamo più attenzioni a un altro e non a lui.

Far riconciliare due cani che litigano: i segreti di una convivenza perfetta

Cani simili a lupi
(Foto Pixabay)

I due cani in casa hanno litigato e pensiamo che il loro rapporto sia definitivamente compromesso? Non è così, anche perché, per fortuna, tendono a dimenticare e ad essere più pazienti l’uno con l’altro. Devono solo avere il tempo di conoscersi bene. Non dobbiamo forzare alcun rapporto tra loro e garantire a ciascuno i propri spazi, in modo che non sentano il loro territorio ‘usurpato’.

Allo stesso modo non dobbiamo dare più attenzioni all’uno in presenza dell’altro, ma fare in modo da passare un po’ di tempo con ciascuno. Solitamente ci sono cani che litigano di più tra loro: spesso sono quelli appartenenti allo stesso sesso, ma naturalmente vi sono delle eccezioni.

Meglio dunque non lasciarli soli, almeno per i primi tempi, e fare in modo che il cane ‘non dominante’ capisca che chi comanda è l’altro: in questo modo ogni tentativo di attaccare il ‘capo’ dovrebbe essere inibito.

Potrebbe interessarti anche: Cosa fare se i cani non vanno d’accordo: ecco alcuni consigli

Francesca Ciardiello