Home Cani Flehmen nel cane: cos’è e come funziona

Flehmen nel cane: cos’è e come funziona

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
CONDIVIDI

Sicuri di conoscere ogni cosa del nostro piccolo amico a quattro zampe? Allora saprete che cos’è il flehmen nel cane… o forse no. Ecco la risposta!

Flehmen nel cane (Foto Adobe Stock)
Flehmen nel cane (Foto Adobe Stock)

Insieme al gatto, il cane è l’animale domestico più diffuso e presente nelle nostre abitazioni. Da migliaia di anni vive accanto all’essere umano e di lui dovremmo ormai conoscere ogni cosa. Eppure non è proprio così. Alcune cose di Fido sfuggono ancora alla nostra conoscenza; altre, già note, sono comunque poco conosciute, come il il flehmen nel cane: scopriamo di cosa si tratta!

Che cos’è il flehmen nel cane

L'organo di Jacobson nel cane (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

Conosciamo quello che è lo straordinario olfatto del cane, o meglio, lo possiamo solo immaginare. Riuscire a vivere il mondo con la capacità di olfatto del cane è quasi come immaginare un’altra dimensione: di fatto è un mondo a noi inaccessibile e nascosto.

Con il flehmen il cane penetra questa dimensione ancora più in profondità, sfruttando la sua straordinaria capacità olfattiva. Ma cosa significa flehmen? Si tratta di un verbo della lingua tedesca, che può essere tradotto come mostrare l’arcata superiore delle labbra per mostrare i denti.

Ebbene, avete mai visto il cane farlo? Fido appunto inarca il labbro superiore, assumendo un’espressione buffa, mentre sembra apparentemente fiutare l’aria.

A cosa serve il flehmen nel cane

Il cane sta male (Foto Pixabay)
(Foto Pixabay)

A questo punto vi sarete chiesti qual è la differenza che intercorre tra il flehmen e il classico olfatto del cane, visto che per entrambe Fido sembra utilizzare il naso. In realtà qualche differenza c’è. Il flehmen infatti può essere definito come un vero e proprio sistema di comunicazione a distanza, che consente ai cani di scambiarsi informazioni anche se non in contatto diretto.

In questo caso gli oggetti della comunicazione sono i feromoni, sostanze che i cani rilasciano per comunicare delle informazioni molto importanti: prima di tutto, la propria disponibilità all’accoppiamento sessuale. Ma può essere utilizzato anche per altri motivi.

Ad esempio, quando il cane sta male, rilasciando feromoni fa sapere ai suoi simili che il suo stato di salute non è ottimale. Sempre attraverso questo metodo di comunicazione il cane marca un territorio o un oggetto, o lascia la propria presenza in un determinato luogo.

Potrebbe interessarti anche: Olfatto: perché il cane annusa ovunque?

Quali altri animali hanno il flehmen?

Flehmen nel cavallo (Foto Pixabay)
(Foto Pixabay)

In realtà il flehmen è piuttosto diffuso nel mondo animale, e non è una prerogativa esclusiva del nostro Fido. Ad esempio ne sono dotati tutti i felini, gatto compreso, e tutti gli ungulati, come ad esempio il cavallo. Il flehmen tuttavia non è azionato attraverso il naso, come si potrebbe essere indotti a pensare.

Esiste un organo apposito che il cane, e gli altri animali utilizzano: si tratta dell’organo vomeronasale, una sorta di sistema olfattivo ausiliario rispetto a quello principale, e già di per sé straordinario, di Fido. Ebbene, tale organo vomeronasale, detto anche organo di Jacobson, nel cane consente di analizzare i feromoni rilasciati da altri cani.

Anche le persone sono dotate di tale organo, che nel nostro organismo tuttavia sembra essere in quiescenza e dunque non attivo.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane si rotola nella cacca? La spiegazione degli esperti

Antonio Scaramozza