Home Cani Insegnare al cane a non mangiare tutto quello che trova

Insegnare al cane a non mangiare tutto quello che trova

CONDIVIDI

Un cane che mangia ogni cosa è pericoloso per la sua salute

cane mangia ogni cosa
Cane mangia quello che trova

Il cane in modo naturale esplora il mondo assaggiando con la bocca, prendendo oggetti o alimenti che trova sia per scoprirli che per gioco. Molto spesso, come sottolineano gli esperti, questa abitudine viene anche sollecitata dai proprietari dei cani, i quali iniziano a rincorrere il loro cane per togliergli la pietra, il pezzo di legno o di plastica dalla bocca, provocando nel cane, la reazione opposta: ovvero, per il nostro compagno 4zampe, potrebbe essere un’occasione di gioco.

Il comportamento di un cane che tende a mangiare qualsiasi cosa per strada vi sono pertanto diversi fattori, tra i quali giocare al riporto con pietre o bastoni, il rosicchiare gli oggetti, la noia oppure l’attenzione del padrone, ma anche la scoperta di odori nuovi e dei segnali lasciati dagli altri cani.

Questo atteggiamento comporta non pochi pericoli: a partire da quello dell’avvelenamento, dell’intossicazione alimentare come quando mangia delle piante tossiche per i cani come anche l’insorgenza di intolleranze alimentari che si possono scatenare quando il cane mangia anche troppi cibi sbagliati dei quali non ha gli enzimi per digerirli.

Ecco allora alcuni consigli per fare in modo che il cane non mangi più le cose che trova in giro.

Educare il cane a non prendere cose in giro

comandi cane

Ovviamente tra le prime regole che suggeriscono gli esperti, il proprietario deve fare in modo che il cane risponda immediatamente al comando. Per cui quando in passeggiata il cane si sofferma su una cosa interessante, il padrone dovrà con pazienza iniziare ad insegnare il comando “No” o “lascia” al cane che dovrà rispondere subito all’ordine.

Sconsigliatissimo tentare di aprire le fauci del cane, in quanto potrebbe essere un gesto che l’animale potrebbe percepire come un’aggressione e scatenare delle reazioni inaspettate. Tra

L’importante è instaurare un rapporto di reciproca fiducia per cui il cane deve rispondere subito al comando, magari insegnandoli che si tratta di una scambio equo.

Ad esempio, per incoraggiare il cane ad abbandonare il boccone potenzialmente pericoloso potrà essere incoraggiato con una coccola o un biscottino ricompensa. Il premio deve essere sempre dato con la mano, mai gettato a terra, altrimenti rischierebbe di confonderlo ulteriormente.

Evitare che il cane mangi ogni cosa

Cane mangia tutto

Ci sono alcuni metodi fai da te che riscontrano notevoli successi, come quello di distogliere l’attenzione del cane spruzzandolo con l’acqua.

In molti casi, i cani hanno quel determinato comportamento per attirare l’interesse del proprietario, ecco perché viene suggerito in passeggiata di tenere il cane sempre in contatto, distraendolo con il gioco oppure mostrando attenzione e cura, gratificando il suo comportamento.

Ecco perché se l’oggetto in bocca del cane non è pericoloso, è sconsigliato di prenderlo e far finta di nulla come quando gioca con foglie, bastoncini, cartacce o fazzoletti.

Infine, tra gli espedienti vi è anche quello della museruola che potrebbe essere un buon deterrente.

Coprofagia: come educare il cane


Coprofagia

Si tratta di un’abitudine un po’ disgustosa del cane, come molte altre abitudini che danno un po’ fastidio ma che fanno parte del comportamento naturale e istintivo dell’animale.

Leggi anche–> Le cose un po’ “disgustose” che fanno i nostri cani

La coprofagia è l’abitudine di  mangiare le proprie feci o quelle di altri animali che deriva da un fattore d’igiene dal momento in cui le femmine di cane puliscono il nido ingerendo le feci dei cuccioli. 

Un comportamento che potrebbe anche dal fatto che il cane ha una carenza di minerali che compensa con quelli eliminati con le feci.

Spesso questa abitudine è tipica di esemplari che non hanno avuto un’educazione e che pertanto urinano e defecano ovunque, come ad esempio molti cani che sono stati nei canili o detenuti incustoditi in condizioni igenico sanitarie terrificanti, come i canili lager.

In questo caso, quando un animale tende a fare i suoi bisogni ovunque, il padrone deve intervenire il prima possibile per ripulire gli odori anche con acqua e aceto, in modo da educare il cane a non più tornare in quel punto e a defecare o urinare nei luoghi appositi.

Nei casi estremi, vi sono in commercio dei prodotti che aggiunti al cibo rendono “sgradevoli” le feci, per togliere il vizio in maniera definitiva.

Leggi anche–> Il cane mangia tutto quello che trova: cause e rimedi

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI