Home Cani Insegnare al cane quando il gioco è finito: perché e come fare

Insegnare al cane quando il gioco è finito: perché e come fare

Il gioco per Fido è importante ma a volte diventa troppo esagerato. Ecco come e perché è importante insegnare al cane quando il gioco è finito.

Insegnare al cane quando il gioco è finito
(Foto Adobe Stock)

Giocare è un’attività molto importante per i nostri amici a quattro zampe, in quanto è proprio grazie al gioco che Fido può socializzare con altri animali e con le persone.

Inoltre giocare con il proprio amico peloso è molto utile per rinforzare il legame con Fido. Tuttavia, è opportuno che sia l’uomo a decidere quando il gioco deve iniziare ma soprattutto quando deve finire.

Nel seguente articolo vedremo insieme come insegnare al cane quando il gioco è finito e perché è importante farlo.

Come insegnare al cane a smettere di giocare

Sia che esso sia un cucciolo, sia che sia adulto, è molto importante il gioco per il nostro amico a quattro zampe.

insegnare cane a non giocare modo aggressivo
(Foto Adobe Stock)

Grazie alle attività ludiche il cane può esternare tutte le sue energie. Tuttavia, a volte la nostra piccola palla di pelo potrebbe esagerare nel gioco, diventando iperattivo, aggressivo o anche eccitarsi troppo perché ossessionato da un solo giocattolo, come per esempio la palla.

Per questo motivo è molto importante insegnare al proprio cane quando il gioco è finito. Inoltre addestrare Fido a smettere di giocare può essere utile anche quando abbiamo la necessità di fare altro, anche in sua presenza, come per esempio pulire casa o lavorare in smart working.

Vediamo allora insieme quali sono i passaggi per fermare il nostro amico a quattro zampe quando esagera nel gioco o quando è il momento di finire di giocare per altri motivi.

1. Lunga sessione di gioco

Per insegnare al proprio amico a quattro zampe quando è il momento di smettere di giocare, è opportuno eseguire una lunga sessione di gioco con Fido, facendolo stancare il più possibile. Quando il cane stanco si rilasserà sdraiato a terra, è il momento di passare al secondo punto.

Potrebbe interessarti anche: Il cane adulto morde durante il gioco: cosa occorre sapere

2. Dare il comando “basta”

Il secondo punto consiste nell’insegnare al cane il comando “basta”, “fatto” o “va bene” o qualsiasi altro termine si voglia utilizzare per collegare la parola alla fine del gioco.

Giocare con il cane
(Foto Unsplash)

A questo punto pronunciate il termine scelto e nascondete il gioco di Fido. Se il vostro amico peloso continua ad agitarsi per voler giocare, ignoratelo.

Inoltre è opportuno che anche gli altri membri della famiglia facciano lo stesso, altrimenti il cane non imparerà mai a collegare il comando all’azione, in questo caso il non giocare.

3. La ricompensa

Se il vostro amico a quattro zampe smette di giocare e si sdraia o si siede, utilizzate il rinforzo positivo. Quindi lodatelo e dategli un premio, che può essere una carezza o un biscotto per cani.

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al cane a non giocare in modo aggressivo

4. Permettere al cane di giocare da solo

Una volta che il nostro amico a quattro zampe ha imparato il comando, è necessario dare l’opportunità a Fido di giocare da solo anche se per noi il momento di giocare è finito.

Quindi offriamo al nostro amico peloso un giocattolo rilassante e che stimoli la sua mente, come per esempio il Kong per cani, o altri giochi simili, dove poter inserire dei bocconcini all’interno.

Non dimentichiamo che le attività ludiche sono importanti per le nostre palle di pelo e che nonostante noi siamo impegnati, il cane ha bisogno di “sprecare” le sue energie.