Home Cani Insegnare al bambino a portare il cane al guinzaglio: alcune indicazioni

Insegnare al bambino a portare il cane al guinzaglio: alcune indicazioni

CONDIVIDI

I bambini e le passeggiate con i cani: come insegnare al bambino a portare il cane al guinzaglio? In questo articolo vi daremo dei piccoli suggerimenti

insegnare bambino portare cane guinzaglio
Come insegnare al bambino a portare il cane al guinzaglio (Fonte foto Pexels)

I bambini adorano fare lunghe passeggiate con i loro pelosi amici a quattro zampe e il tempo trascorso insieme è al tempo stesso un momento divertente e un modo per rafforzare il legame tra di loro.

Sappiamo però che a volte i bimbi possono essere poco delicati nei confronti di oggetto o animali, è importante per questo dare loro delle indicazioni corrette ed educarli su come portare il cane a guinzaglio in modo sicuro.

Come insegnare al bambino a portare il cane al guinzaglio

educare bimbo cane passeggiata laccio
Una bambina con il suo cane (Fonte foto Pexels)

Com’è noto, esistono razze canine più adatte di altre per i bambini, ma a prescindere dalla razza è importante che tra il bimbo e l’animale si instauri un buon rapporto.

Da una certa età in poi, è possibile per il bambino svolgere alcune attività con il proprio cane, utili per creare una relazione solida tra i due componenti della famiglia.

All’inizio, è consigliato evitare il contatto fisico bimbo-cane, questo perché bisogna prima insegnare al bambino a controllare le proprie emozioni quando si rapporta con l’animale. Solo in questo modo si potrà tutelare quest’ultimo da situazioni spiacevoli, che potrebbero renderlo inquieto, come ad esempio l’essere abbracciato con forza.

Esercizi come giochi di fiuto o risoluzione di semplici problemi possono essere di aiuto per motivare il cane a passare del tempo con il bimbo: se li considererà momenti piacevoli e divertenti, sarà in questo modo spinto a voler ripetere l’esperienza. Cani e bambini possono anche dormire insieme per aumentare la loro complicità.

Una volta che i due avranno acquisito un rapporto di fiducia e famigliarità, si potrà insegnare al bambino a portare a spasso il cane, naturalmente con le dovute accortezze e precauzioni.

In una prima fase, anche tenendo conto delle dimensioni e della maggiore forza del cane rispetto al piccolo, è meglio lavorare con due guinzagli, uno tenuto dall’adulto e l’altro dal bambino. In questa occasione si può educare il bambino a non strattonare il cane, ma a chiedere invece all’animale di seguirlo, come se fosse in libertà.

Quando il bambino avrà acquisito una certa abilità nel maneggiare il guinzaglio, potrà cominciare a muoversi autonomamente con il cane per brevi distanze, meglio se in aree tranquille. Una cosa importante è considerare il laccio uno strumento di sicurezza e utilizzarlo nel modo più corretto, non per muovere forzatamente il povero cagnolino.

Ovviamente, è sempre necessario essere presenti e vigili quando è un bambino che tiene per il guinzaglio il cane, per via della differenza di forza tra i due: il cane, sottoposto ad alcuni stimoli esterni, potrebbe tirare il bimbo e fargli del male involontariamente.

 

Potrebbe interessarti anche >>>

R.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI