Home Cani Orologio biologico del cane: perché Fido sembra conoscere che ora è

Orologio biologico del cane: perché Fido sembra conoscere che ora è

Fido sembra sempre in grado di sapere che ora è. Ed in un certo senso è vero: grazie all’orologio biologico, il cane riesce ad orientarsi nel corso della giornata.

Orologio biologico del cane
(Foto Adobe Stock)

Quante volte, tornati a casa dal lavoro, troviamo Fido ad aspettarci accovacciato dietro la porta, con la faccia di chi ha aspettato pazientemente per almeno un quarto d’ora. Insomma, il nostro amico a quattro zampe riesce ad orientarsi bene nel corso della giornata: tutto grazie all’orologio biologico, che il cane sfrutta nel migliore dei modi.

Fido conosce davvero l’ora?

Vi accorgete che sono già le sette; è l’ora della passeggiata quotidiana, e Fido è già andato a prendere il guinzaglio. Possibile che conosca l’ora? In un certo senso è proprio così.

cane può mangiare la papaya
(Foto Adobe Stock)

Se potesse parlare molto probabilmente non saprebbe indicarvi davvero che ora, ma saprebbe dirvi a menadito che cosa fanno normalmente i componenti della famiglia; il tutto grazie ad un orologio biologico, che il cane sfrutta appieno per orientarsi nel corso della giornata.

Ma tutto ciò è possibile perché Fido è un animale abitudinario. Il cane è un membro della famiglia, e dunque comprende in breve termine quelle che sono le dinamiche all’interno di essa. Insomma, se non ci fosse un orario fisso in cui si porta il cane a fare la passeggiata, di certo non potrebbe capire quando è arrivato il momento di uscire fuori.

E questo vale per ogni altro aspetto della vita quotidiana.

Potrebbe interessarti anche: I cinque sensi del cane: come Fido usa vista, gusto, olfatto, udito e tatto

L’orologio biologico del cane

Certo, abbiamo appurato che Fido effettivamente sembra sapere sempre che ora è: ma come funziona davvero l’orologio biologico del cane?

Metodo per sollevare fido adulto
(Foto Unsplash)

Di certo il grande orientamento di Fido non è da ricondurre ad una sorta di sesto senso; l’orologio biologico del cane si fonda su dati ben precisi. Secondo gli studiosi, il nostro amico a quattro zampe saprebbe orientarsi grazie ad una combinazione di luci, odori ed abitudini familiari; ed ovviamente anche grazie alla sua capacità di leggere la situazione.

Sono dunque 3 le componenti fondamentali. L’olfatto del cane è un vero e proprio superpotere, almeno se paragonato a quello degli esseri umani. Fido sarebbe in grado di riconoscere determinati livelli di odore ed associarli ad un evento che si realizza quotidianamente.

Potrebbe interessarti anche: Udito canino: quanto lontano il cane può sentire i rumori? (Video)

Si pensi ad esempio al nostro odore, che a poco a poco scema con la nostra assenza (ad esempio quando andiamo a lavoro); il cane capirà quando è il momento del nostro ritorno anche in base al livello di odore del nostro corpo presente in casa.

É chiaro, tuttavia, che vi devono essere delle abitudini ben radicate nel contesto familiare; senza questo requisito, il cane non potrebbe sfruttare appieno il suo orologio biologico.

Infine l’orientamento del cane è assicurato dal ritmo circadiano, che coincide con le ventiquattro ore della giornata, e che è fortemente influenzato dal ciclo luce-buio.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.