Home Cani Razze di cani Cane pastore rumeno di Bucovina: razza, caratteristiche, carattere e salute

Cane pastore rumeno di Bucovina: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Questa razza proveniente dalla Romania, viene chiamata anche  Ciobanesc Romanesc de Bucovina, e il nome deriva proprio dalla città natale, in particolare nei Carpazi. Si mostra come un cane di misura extra large, molto affettuoso, dolce e sensibile. Allevato per essere un guardiano delle greggi e delle proprietà, ma con il tempo è diventato un ottimo amico a quattrozampe per tutta la famiglia. Adora i più piccoli, gioca con i bambini e gli fa da baby sitter. Per il suo istinto di protezione e per il suo coraggio è molto diffidente verso gli estranei. E’ una razza robusta e molto muscolosa, non è consigliabile per i proprietari alle prime armi, bisogna accudirlo in modo appropriato senza fargli prendere il controllo della situazione. Non è adatto per gli anziani, o per le persone sedentarie. Deve essere libero e vivere all’aria aperta, infatti la vita cittadina non è perfetta per lui. Essendo anche un cane da lavoro percepisce bene i comandi del padrone, ma solo se il proprietario è riuscito a instaurare un rapporto di fiducia tra di loro.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da guardia
  • Taglia: Grande
  • Vita Media: 10-12 anni
  • Altezza maschio: 68-78 cm
  • Altezza femmina: 64-72 cm
  • Peso maschio: 32-41 Kg
  • Peso femmina: 32-41 Kg
  • Riconoscimento: ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Questa razza è moderata, affidabile, e molto coraggioso. Per queste sue caratteristiche risulta un grande combattente contro i predatori, come lupi, orsi, e lince. Per il suo lato moderato tende ad avere sempre il controllo della situazione e cerca di non essere mia aggressivo. Per la sua indole da guardiano delle greggi, in particolare di ovini e bovini, è ideale come cane da guardia della vostra proprietà ed è perfetto per stare con i più piccoli. La sua priorità è la famiglia, la protegge a qualsiasi costo. Il suo abbaiare è sufficiente a scoraggiare eventuali intrusi, infatti è diffidente verso gli estranei. Il Ciobanesc Romanesc de Bucovina può vivere anche in casa, ma deve avere spazio sia internamente che esternamente per potersi sfogare ed essere libero, però non è la vita ideale quella dell’appartamento, infatti, sarebbe costretto, vista la sua indole da cane da guardia. Per la sua stazza ha bisogno di essere sempre in continuo movimento anche di notte se è con la cuccia in giardino. E’ consigliabile farlo vivere in giardino molto ampio, oppure in una casa in campagna dove può passeggiare liberamente quando vuole.

PREZZO

Questa razza è difficile da trovare nel nostro Paese, in quanto non è tantissimo diffuso. E’ sempre stato utilizzato come cane da lavoro e da pochi anni viene anche accudito per essere di compagnia. Il Budget per acquistarlo non si conosce, ma per un cane di questa stazza possiamo ipotizzare un costo mensile per le cure che è all’incirca di 50 euro. 

ASPETTO GENERALE

Questa razza si mostra dall’aspetto nobile proprio come un cane reale, di taglia grande e con un aspetto valoroso e orgoglioso. I maschi di questa specie si differenziano con facilità dalle femmine per la loro testa più grande, ma comunque in proporzione con il restante del corpo. La sua andatura preferita è il trotto, ma ciò nonostante risulta armonioso e leggero nella camminata.

TESTA E COLLO

La testa è ampia e incorpora un cranio abbastanza grande. Lo stop è poco marcato con tartufo ampio narici sviluppate e di colore nero pigmentato. Gli occhi hanno forma a mandorla sono d dimensione piccole e il colore è marrone chiaro. Le orecchie si presentano con una forma a V, con attaccatura alta e le punte risultano arrotondate. Il collo anche se coperto dal pelo è vasto con una media lunghezza e senza giogaia. 

TRONCO E CODA

Il corpo non è omogeneo e dritto, infatti la linea superiore è orizzontale ma presenta un garrese visibile. Il dorso è con un ottima muscolatura, con il rene ben sviluppato. La groppa è robusta e leggermente inclinata verso il basse che tocca la coda. Le costole sono cerchiate con un torace spazioso. La coda ha un attaccatura media, è pelosa e massiccia per tutta la sua lunghezza. Quando il cane è a riposo risulta pendente.

ARTI

Gli arti anteriori sono in appiombo e perpendicolari, con spalla attaccata al corpo e di media lunghezza. Il braccio, come la spalla è lungo ma anche molto muscoloso, con gomito dal movimento libero e molto sciolto. L’avambraccio ha una lunghezza nella media e non risulta troppo lungo. Gli arti posteriori sono con un ossatura forte e con dei muscoli possenti. La coscia è di una lunghezza moderata, con garretto ampio. I piedi sono uniti con dita chiuse e unghie curvate dal colore nero o cenere.

PELO E MANTELLO

Il pelo è corposo molto lungo, sembra morbido e soffice ma al tatto risulta ruvido e denso. Presenta anche un sottopelo poco più corto e spesso. Il pelo non è uniforme, sul collo è più lungo e forma una criniera soprattutto nei maschi. Il manto può avere una miriade di colori: del tutto bianco, oppure bianco/beige con macchie grigie/nero o nero con riflessi fulvo senza macchie.

PADRONE IDEALE

Il Ciobanesc Romanesc de Bucovina, chiamato così in Romania, deve avere un proprietario pacato, calmo e tranquillo. Deve educarlo con modi moderati senza impostazioni dure perché potrebbe rischiare di far fuori uscire il lato indipendente del cane.  Non è adatto per gli anziani, anche se sono molto attivo non riuscirebbero a tenerlo a bada. Nato come cane da pastore, può essere un guardiano perfetto per la vostra dimora, non avrete nessun intruso in casa se è lui a proteggere la casa, in quanto è diffidente con gli estranei. Il suo istinto da guardiano nasce proprio dal proteggere la mandria di pecore e le proprietà dei nomadi. Grazie a queste caratteristiche risulta un cane molto coraggioso e quindi perfetto per fare da baby sitter ai piccoli di casa. Ama i bambini e oltre a proteggerli, adora anche giocare con loro. Si adatta alle famiglie allargate che adorano divertirsi con lui. Non si consiglia ai padroni inesperti, non è una razza facile da educare, non obbedisce con facilità e detta lui le regole del gioco se percepisce dei padroni alle prime armi. Vista la sua taglia non si può trasportare in giro con facilità, ed è per questo che non può vivere con un proprietario che adora viaggiare e quindi deve lasciare il cane spesso a casa.

ALIMENTAZIONE

La salute di questo cane è gestibile, ma bisogna stare attenti alla sua alimentazione perché è molto soggetto a malattie di cani con la stazza grande. Deve essere alimentato durante la giornata, con più razioni, ma di giorno può avere una ciotola abbondate a differenza della sera che deve evitare le grandi quantità per una brutta digestione. Non ha preferenze per i pasti, l’importante è che sia di ottima qualità. 

TOELETTATURA

Questo cane ha bisogno delle cure esatte e regolari per essere in perfetta forma. Essendo un cane a pelo lungo occorrono più attenzioni. Il pelo va curato, pettinandolo e spazzolandolo spesso, quasi due volte a settimana. La muta che avviene una volta l’anno, ha una perdita di pelo moderata e per evitare che sul suo manto morbido si formano nodi deve essere pettinato in modo assiduo.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Cliccate qui per approfondire. 

  • Displasia dell’anca;
  • Displasia del gomito;
  • Torsione dello stomaco.

CENNI STORICI

Il Ciobanesc Romanesc de Bucovina, chiamato così nella sua lingua d’origine, si diffonde sulle montagne dei Carpazi e in quasi tutte le regioni della Romania. Il suo nome deriva dalla contea di Bucovina, qui è sempre stato apprezzato per le sue doti da guardiano del gregge. Viene anche conosciuto come cane pastore, ossia Dulau o Capau. Non molto lontano, il suo primo canone perfetto è stato visto nel 1982 e solo nel 2001 è stato aggiornato dall’Asociaţia Chinologică Română. Attualmente lo standard aggiornato del 2002 risale al modello stabilito dall’Assemblea Generale della Fédération cynologique internationale del 1987 a Gerusalemme. Il cane di Bucovina è solo accettato in modo provvisorio dalla FCI, a  differenze di altre razze rumene riconosciute in modo ufficiale. Anche per questo motivo non è una razza conosciuta tantissimo, neanche in Italia.

NOMI

Questa razza ha delle forti somiglianze con il San Bernardo, lo stesso viso dolce, gli occhi teneri e di ossatura possente, con pelo abbondante tutto da accarezzare. Per dargli un nome adatto potete farvi ispirare dall’alfabeto e considerare la lettera B. Qui potete trovare la lista completa per dare il miglior nome al vostro cane.

  • Femmina: Burmilla e Briciola
  • Maschio: Bean e Berry

CHICCHE

In Romania, in particolare nei Carpazi, oggi è ancora molto diffuso l’uso di cani per la guardia del gregge e la difesa del bestiame. Purtroppo una nuova legge, decide il numero di cani che un gregge può avere. Per questo sono avvenuti degli scontri tra la polizia e un migliaio di pastori, con cappotti di pelle di pecora e con corni tradizionali che venivano suonati, per reclamare i loro cani.