Home Cani Razze di cani Sealyham terrier: razza, caratteristiche, carattere e salute

Sealyham terrier: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Lo Sealyham Terrier è un cane da caccia per i roditori, da compagnia e viene usato anche per le sfilate. Con una dimensione piccola, ha un aspetto elegante grazie al suo collo lungo, risulta regale, tanto d’aver fatto parte anche della famiglia reale d’Inghilterra. Solare e di piacevole compagnia per gli adulti e giocherellone per i bambini che sappiano rispettarlo. Asociale con gli estranei, non si fida tantissimo di chi non conosce, questo lo porta ad essere anche un discreto cane da guardia che sa avvisare il padrone al momento giusto. Usato in passato per il lavoro, ma oggi, i pochi esemplari rimasti vengono adottato per la compagnia. Non è adatto agli anziani e i sedentari. I novizi possono acquistarlo ma devono essere molto presenti. Legato al padrone ne risente della sua assenza.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia e da compagnia
  • Taglia:Medio-Piccola
  • Vita Media:13-15 anni
  • Altezza maschio:28-31 cm
  • Altezza femmina:28-31 cm
  • Peso maschio:8-10 Kg
  • Peso femmina:6-9 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il Sealyham Terrier ha uno stile di vita attivo, avendo un passato da lavoratore. Era usato per catturare i topi oppure per la caccia accompagnata dai cavalli, oggi però, è quasi esclusivamente adottato come cane da compagnia a per le sfilate. Dal viso dolce, tranquillo e amorevole, ha un carattere attento e guardingo senza risultare aggressivo se non è provocato.  Coraggioso e diffidente con gli estranei, può essere un cane da guardia. Vivere in appartamento può essere una soluzione, poiché con il tempo si è saputo adeguare visto che viene adottato per vivere come cane domestico. Nel caso in cui soggiorna in giardino occorre fare attenzione alla presenza dei roditori, perché tende a rincorrerli per acciuffarli. Non si dispiace se dovesse vivere in campagna all’aria aperta, poiché è necessario che possa fare delle passeggiate quotidiane. I cambiamenti climatici in inverno creano problemi con il forte freddo perché non è in grado di supportare un clima rigido. In estate, invece è essenziale tenerlo all’ombra con una ciotola d’acqua a sua disposizione. Di natura non tanto cordiale deve essere abituato a socializzare da cucciolo per poter, da grande, abitare con i suoi simili poiché tende spesso a litigare. Coabitare con i felini non è la miglior soluzione, ma se sono cresciuti insieme potrebbero fare una convivenza serena e pacifica.

PREZZO

Il costo di questa razza che deriva dalla Gran Bretagna varia per le origini, il sesso e l’età ma nonostante sia un cane d’esposizione non ha un valore eccessivo. Non è molto conosciuto, ma possiamo trovare degli allevamenti riconosciuti dall’Enci in Italia, con precisione, c’è ne sono tre: in Emilia Romagna, in Lombardia e in Puglia. Qui è possibile adottare dei cuccioli di pedigree registrati con un prezzo che parte dagli 800 euro ma potrebbe anche salire. Il budget del mantenimento per soddisfare le sue esigenze è di circa 20 euro al mese.

ASPETTO GENERALE

Il Sealyham Terrier è un esemplare ben proporzionato, resistente ed energico senza però risultare dozzinale. E’ piccolo di statura con un pelo che lo rende singolare. L’andatura è elastica e vigorosa. 

Sealyham terrier cucciolo
Sealyham terrier cucciolo

TESTA E COLLO

La testa è lievemente bombata con tartufo di colore nero. Gli occhi di grandezza media hanno una forma rotonda con una colorazione scura e sono posizionati ai lati della testa. Le orecchie sono di una media grandezza con attaccatura laterale e una forma a V, ma bene arrotondate in punta. Il collo è ben in vista, mediamente lungo, e questo gli da un tocco d’eleganza.

TRONCO E CODA

Il tronco è flessibile con una misura media, avendo il dorso orizzontale e torace grande ma disceso tra gli arti. Le costole risultano ben arrotondate. La coda ha un’estensione media, con punta arrotondata, oppure viene tagliata. 

ARTI

Gli arti anteriori sono bassi, ma ben proporzionati con forti ma i gomiti attaccati al torace. Gli arti posteriori, altrettanto corti danno la spinta a quelli anteriori per un buon allungo. Sono massicci con cosce muscolose e garretti forti. I piedi hanno una forma rotonda ‘da gatto’, e sono ricoperti dal pelo.

PELO E MANTELLO

Il pelo è ondulato e lungo, soprattutto sul muso e sugli arti. Ha anche un sottopelo ma è più morbido del pelo. Il mantello può essere di colore bianco o di colore bianco con macchie di diversi colori sulla testa, sul muso e sulle orecchie: limone, marrone, color tasso e blu.

PADRONE IDEALE

Per accudire questa razza del Galles bisogna essere dolci, gentili, premurosi e molto presenti. L’addestramento è necessario iniziarlo da quando è cucciolo per non farlo essere incline alle cattive abitudini da grande. L’educazione è preferibile impartirla con metodi non aggressivi poiché il Sealyham terrier è dotato d’intelligenza per capire subito gli ordini assegnati e li esegue con molto entusiasmo. Le sue origini da cane da caccia lo portano ad essere un po’ testardo, ma la presenza del proprietario lo tranquillizza. È anche solare e giocherellone perfetto per i più piccoli. Con il passato da lavoratore è un cane attivo adatto agli sportivi che gli consentono di fare qualche attività canina, tra queste l’agility e le gare di obbedienza. Può essere adottato dagli inesperti ma devono essere consapevoli del suo lato indipendente però si possono aiutare con gli snack in quanto è abbastanza goloso. Non è adatto agli anziani poco dinamici oppure ai pantofolai sempre chiusi in casa. La solitudine non è una cosa che riesce a reggere, infatti il padrone non può fare assenze molto prolungate e nel caso contrario deve poter intrattenere il cucciolo con qualche distrazione poiché potrebbe distruggere tutti gli oggetti in casa. La soluzione è quella di trasportarlo con sé in qualsiasi luogo si vada, per fortuna la taglia lo permette, ma deve imparare a socializzare prima cambiare ambiente.

ALIMENTAZIONE

Piccolo e dalle dimensioni contenute può subito ingrassare e diventare obeso poiché è tra quelle razze più golose. Molto ghiottone, deve poter passeggiare e fare attività fisica. L’alimentazione deve essere fatta in corrispondenza alle sue energie. E’ sufficiente un solo pasto durante tutta la giornata, preferibilmente di sera. Si consigliano prodotti di alta qualità. 

TOELETTATURA

Essendo un cane anche d’esposizione e non solo da compagnia, si deve avere particolare cura per il suo mantello. Il pelo è lungo e deve essere pettinato in modo frequente, almeno una volta a settimana, è idoneo spazzolarlo due volte. Si preferisce farlo toelettare da un professionista almeno un tre volte durante l’intero anno. La caduta del pelo non è eccessiva.

PETOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie.

CENNI STORICI

Le origini della razza le possiamo andare a ricercare in Galles in un paesino sul fiume del Sealy, con precisione a Pembrokeshirel. Qui troviamo il famoso castello di Sealyham Mansion di proprietà del capitano John Tucker Edwardes. I primi tipi derivano dal XIX secolo, proprio per la passione innata del signor Edwardes che iniziò ad allevarli per avere un buon cane da caccia per piccoli roditori e per essere un valido esemplare durante le mute con la caccia insieme ai cavalli. Questo simpaticissimo cane deriva dall’incrocio con il Cheshire Terrier, che è una razza ormai estinta e il Welsh Corgi Pembroke. All’inizio non era di colore bianco ma aveva un colore simile a quello della volpe e durante le sessioni da caccia veniva confuso con le prede selvatiche che dovevano essere catturate. Allora il capitano cercò di fare un lavoro di selezione accurata, prendendo in considerazione i soggetti più tendenti al bianco e ci riuscì grazie agli incroci con il Bull Terrier e altre razze che discendevano dal bassetto di Fiandra. Con il tempo, questo lavoro fu continuato dal nipote di Edwards che nel 1908 fondò il primo club dedicato alla razza. Dopo la Seconda guerra mondiale divenne un’icona per le star hollywoodiane, tanto che nel 1910 gli esemplari furono riconosciuti ufficialmente dalla FCI. Ad oggi è poco conosciuta come razza in Italia, poiché ha avuto un declino per la diffusione di altre razze da ‘design’ e la sua poca utilità nel lavoro, infatti adesso viene adottato principalmente come cane da compagnia.

.

Sealyham terrier cucciolo
Sealyham terrier cucciolo

NOMI

Questo cane dal pelo ondulato e dalla caratteristica della barba sul lungo muso è di taglia piccola, poiché non troppo alto. Per il nome da dargli possiamo, infatti, attenerci alle sue misure e scegliere quello più adatto. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Anais e Chisca
  • Maschio: Rufo e Laki

CHICCHE

La razza degli Sealyham Terrier è stata molto apprezzata dagli attori o scrittori negli anni passati, infatti tra questi possiamo citarne qualcuno. Il signor Alfred Joseph Hitchcock è stato un regista cinematografico che aveva ben quattro esemplari di questo tipo, tanto da inserirli anche in qualche film. Anche la sorella minore della regina Elisabetta II, la principessa Margaret amava questa razza, tanto da essere il cane reale della famiglia. Poi ci sono scrittori come: Dorothy Parker o Maurice Sendak che erano inseparabili dai loro Terrier. Tra gli attori possiamo ricordare le star di Hollywood: Humphrey Bogart, Elizabeth Taylor, Cary Grant, Bette Davis, Tallulah Bankhead  e Gary Cooper.