Home Cani Salute dei Cani Sverminare il cane incinta è possibile? Consigli utili

Sverminare il cane incinta è possibile? Consigli utili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:40
CONDIVIDI

Sverminare il cane incinta è una questione che si trascina tantissimi dubbi. Vediamo come è possibile intervenire e quando.

sverminare il cane incinta
Sverminare il cane incinta.(Foto AdobeStock)

Scoprire che la cagnolina è incinta non è una cosa coì complicata, molti sono i cambiamenti comportamentali e fisici che faranno capire dello stato interessante dell’animale. La gravidanza del cane generalmente dura circa due mesi ma per essere più precisi va da un minimo di 57 ad un massimo di 70 giorni.

Questa durata dipende anche dal numero di cuccioli che la cagnolina ha in grembo: più sono, più saranno i giorni della gravidanza. Durante questo periodo delicato della cagnolina, i dubbi su come curare la sua salute sono tanti e fra questi anche quello di sverminare il cane incinta è una domanda frequente. La gravidanza della cagnolina se attesa, è un evento meraviglioso ma bisogna prepararsi al meglio per sapere di cosa ha bisogno la futura mamma in questo periodo così particolare ed unico.

Sverminare cane incinta: si può?

La durata del parto del cane
La durata del parto del cane tutte le spiegazioni.(Foto AdobeStock)

Come accennavamo prima la cagnolina incinta si trova in una fase della vita molto delicata e sicuramente va seguita da un veterinario, per poterci chiarire alcuni dubbi, per quanto riguarda la sua salute. Durante il suo stato gravido non sempre è possibile curarla con gli stessi farmaci che si utilizzavano in precedenza, anche davanti all’utilizzo di qualche antiparassitario, in determinati periodi dell’anno, bisogno porre il quesito al veterinario.

In questo articolo ci occuperemo di dare una risposta alla domanda: “Si può sverminare il cane incinta?”

Innanzitutto la prima cosa da fare è contattare il veterinario, in quanto la sverminazione del cane incinta è possibile ma non tutti i prodotti o il metodo d’impiego sono adatti in questa situazione, per evitare di creare rischi alla futura madre.

Ragion per cui anche se abbiamo a disposizione il prodotto che da sempre abbiamo utilizzato per la nostra cagnetta, dato lo stato interessante dell’animale, andrà anticipatamente consultato il veterinario.

Potrebbe interessarti anche:Collare antiparassitario: come funziona

Quando è possibile sverminare il cane incinta

Quanti cuccioli può avere un chihuahua
Quanti cuccioli può avere un chihuahua.(Foto AdobeStock)

Assodato che sverminare il cane incinta è una cosa fattibile, ora bisogna accertarsi sul quale sia il periodo migliore per farlo. Una volta stabilito che il prodotto che da sempre è stato utilizzato è ancora valido per la cagnetta incinta, bisognerà procedere con la sverminazione esterna. Di seguito un vi semplificheremo le cose attraverso un elenco molto pratico:

  • per proteggere i cuccioli dai possibili vermi intestinali più comuni, è opportuno sverminare il cane incinta verso la fine della gravidanza, durante le ultime settimane dobbiamo tornare a sverminarla. Laddove i cuccioli dovessero nascere comunque infettati occorrerà iniziare un programma di eliminazione dei parassiti già dopo i 15 giorni di vita del cucciolo e parallelamente sverminare anche la mamma che allatta;
  • un’ultima ipotesi è quella dove non si conosce la cagnolina gravida, a è stata recuperata da strada. In questo caso bisognerà valutare se c’è presenza di parassiti, attraverso le feci e procedere con la sverminazione a prescindere dal periodo in cui si trova della gravidanza. Logicamente consigliato da un veterinario che possa seguire l’animale nelle sue fasi.

Potrebbe interessarti anche:La Sverminazione del cane: consigli dell’esperto

Quali sono i parassiti più comuni nel cane

Il cane è soggetto in particolare a due tipi di parassiti quelli interni e quelli esterni, vediamo di precisono quali sono:

  • parassiti interni: i parassiti interni nel cane o anche detti parassiti intestinali, polmonari e cardiaci, sono ad esempio la tenia, lo strongilo o la filaria nel cane. Sono esseri abbastanza fastidiosi ma come per quelli esterni non creano grossi danni all’animale. laddove quest’ultimo stia bene in salute ma soprattutto la differenza la fa la quantità di questi parassiti presenti nel corpo del cane.                                 Per poter combattere questi fastidiosi esseri è possibile acquistare dei prodotti validi che esistono in commercio nei negozi specializzati e sono le pastiglie, lo sciroppo e le pipette. Questo genere di prodotti dovranno essere utilizzati ad intervalli regolari di 3-4 mesi, per poter mantenere sotto controllo le infestazioni, poiché purtroppo non offrono un periodo di copertura;
  • parassiti esterni: anche questi parassiti esterni non creano problemi importanti ma dipende sempre dallo stato di salute del cane e dall’entità dell’infestazione. I parassiti esterni nel cane si presentano sotto forma di uova o adulti appartenenti a pulci, zecche e pidocchi.                          In ogni modo bisognerà intervenire poiché non sono del tutto innocui, in quanto le zecche sono responsabili di iniettare, anche parassiti che provocano malattie gravi come la piroplasmosi, mentre le pulci possono trasmettere anche altri parassiti come la tenia.

Detto questo è facile intuire che la risposta alla sverminazione del cane femmina è affermativa e che a prescindere dallo stato di gravidanza, bisogna liberare l’animale da questi brutti vermi parassiti e dovrà entrare a far parte della routine del cane come la sua igiene.

Potrebbe interessarti anche:Quando applicare l’antiparassitario al cane: il calendario corretto

Raffaella Lauretta