Home Cani Salute dei Cani Il cane non beve o beve poco: i motivi e cosa fare

Il cane non beve o beve poco: i motivi e cosa fare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01
CONDIVIDI

Se hai notato che il cane non beve o sta bevendo meno del solito non sottovalutare la situazione, ma al contrario presta attenzione. Ecco il perché Fido si comporta così e come invogliarlo.

cane non beve
Fido e la ciotola dell’acqua (Foto Adobe Stock)

Così come lo è per l’uomo, l’acqua è un componente fondamentale per l’organismo del cane. Costituisce l’80% del corpo, aiuta la depurazione delle scorie, la digestione e la circolazione del sangue. Infatti se vi è una perdita di acqua nel cane dovuta a diarrea, vomito o altre malattie è necessario intervenire tempestivamente e reintegrare subito i liquidi persi. Può capitare (sopratutto in estate) che Fido beva poco o nulla e per evitare il rischio disidratazione è necessario intervenire per
mantenere l’organismo sano e idratato.

Potrebbe interessarti anche: Quantità giornaliera di cibo per cani – Tabella dosi in base a taglia ed età

Perché il cane beve poco? Le possibili cause e i rimedi

proteggere cane caldo
Acqua, caldo, cane (Foto Adobe Stock)

Il fabbisogno di acqua nel cane dipende ovviamente dalla sua taglia oltre che dal cibo che hai scelto di dare a Fido (umido o secco). Ma sei hai notato che il tuo amico peloso a quattro zampe, nell’ultimo periodo, non beve o beve poco ecco quali potrebbero essere i motivi:

– l’invecchiamento (il cane anziano cambia molte delle sue abitudini, può avere meno appetito e meno sete);
– una malattia (attenzione agli altri sintomi per capire di quale patologia si tratta);
– un trauma;
– un cambiamento di ambiente (trasloco, vacanza, weekend fuori);
– l’acqua non gradita;
– cambio di alimentazione (i cibi umidi possono contenere fino al 70-75% di acqua quindi Fido avrà meno sete);
– le condizioni climatiche (se fa freddo berrà meno);
– l’attività fisica (se si muove meno berrà meno);
presenza di qualcosa di fastidioso in bocca.

Come aiutare e invogliare a bere un cane che ha smesso o che ha ridotto la quantità di acqua assunta giornalmente?

Se si tratta di un cane anziano devi sapere che questi possono avere meno appetito e meno sete. L’idratazione, anche in questo periodo della vita, rimane importante quindi con la supervisione del veterinario potrai cambiare l’alimentazione di “nonno” Fido: quantità superiore di cibo umido gli consentiranno di assumere acqua senza sforzi.

Se il non bere era legato a una malattia, a un trauma o a un post intervento chirurgico allora tornerà alle sue abitudini quando avrà superato l’evento. Stesso discorso vale per il cambio di ambiente in cui vive, in pochi giorni tornerà alla solita routine.

Controlla la bocca del cane, potrebbe esserci qualcosa che lo infastidisce o che gli crea dolore quando beve.

Attenzione alle ciotole. Il cane ha l’olfatto molto sviluppato; ciotole sporche o odori sgradevoli nei dintorni potrebbero disincentivare Fido a bere. L’acqua deve essere sempre fresca e pulita quindi, soprattutto nei mesi estivi, dovrai cambiarla di frequente e rimuovere residui di calcare, cibo o altro dai contenitori dell’acqua. Prova a cambiare la posizione della ciotola dell’acqua e la ciotola stessa (preferisci l’acciaio alla plastica).

Se Fido non beve e mette le zampe dentro la scodella sta mandandoti un messaggio preciso: ti sta invitando a cambiare l’acqua forse perché questa o la ciotola sono sporche.

Massima attenzione agli altri sintomi della disidratazione del cane: oltre a non bere Fido mostrerà segni di stanchezza, eccessiva salivazione, fauci e pelle secche, occhi infossati e perdita di appetito e poca voglia di muoversi.

S.C.