Cura del pelo dell’Epagneul Picard: tutto dalla spazzola al bagnetto

Foto dell'autore

By Francesca Ciardiello

Salute dei Cani

Come si cura il pelo dell’Epagneul Picard? Scopri se c’è bisogno di attenzione costante o basteranno pochi accorgimenti settimanali.

Razze compatibili con l'Epagneul Picard
(Foto Pinterest-pointingdogblog.blogspot.com)

E’ importante che il manto del nostro amico a quattro zampe sia sempre pulito, non solo per una questione estetica o ‘olfattiva’ ma anche perché l’assenza o la scarsa pulizia potrebbero favorire lo sviluppo di infezioni e problemi di vario genere. Ecco perché è importante conoscere tutti i consigli sulla cura del pelo dell’Epagneul Picard dall’uso della spazzola alla frequenza del bagnetto.

Il pelo dell’Epagneul Picard: un tratto distintivo

Come si riconosce un cane? Spesso dal suo pelo, che nel caso dell’Epagneul Picard è lungo e leggermente mosso, quasi ondulato. Ma ciò che lo rende forse più particolare è il colore che su uno sfondo biancastro, anzi grigio moschettato e mostra lunghi tratti marrone scuro fino al blu.

Alimentazione dell'Epagneul Picard
(Foto Pinterest-Saskia Weijman su flickr)

E’ un pelo lungo, quindi il rischio di nodi è piuttosto alto, ma in realtà, come vedremo, l’impegno per la toelettatura di questo esemplare è molto scarso. Durante il periodo di muta del pelo e in generale la perdita di manto non è eccessiva.

Cura del pelo dell’Epagneul Picard: quanto usare la spazzola

Benché si tratti di un manto lungo per tenerlo pulito e in ordine basteranno delle spazzolate settimanali. Questo potrebbe anche essere un buon momento per ritagliarci nella giornata un momento di intimità col nostro cane.

E’ importante inoltre considerare che il pelo lungo che copre le orecchie è sì una perfetta copertura per il padiglione auricolare, ma allo stesso tempo una ‘trappola’ può anche trattenere sporcizia, polvere, spighe e ciuffi di erba.

Potrebbe interessarti anche: Scopri le malattie più comuni dell’Epagneul Picard: quali sono, rischi e cure

Cura del pelo dell’Epagneul Picard: e il bagnetto?

Non vi sono indicazioni particolari sulla frequenza del bagnetto per questo esemplare, ma in linea di massimo si potrebbe dire che l’Epagneul Picard così come i suoi simili, vanno lavati generalmente ogni 30-40 giorni.

Epagneul Picard
(Foto Pinterest-worldlifeexpectancy.com)

Potrebbe interessarti anche: Scopri le curiosità sull’Epagneul Picard: nome, storia, origini e tanto altro

Ma trattandosi di un cane che ama giocare e lavorare a contatto stretto con la natura, potrebbe essere necessario anticipare le tempistiche, soprattutto se inizia a cambiare colore o ad emanare un odore diverso dal solito.

Gestione cookie