Home Cani La qualità del sonno del cane dipende dagli stimoli emotivi: esperienze negative...

La qualità del sonno del cane dipende dagli stimoli emotivi: esperienze negative li condizionano

CONDIVIDI

Un team di ricercatori ungheresi ha scoperto che anche i cani soffrono di insonnia. Secondo gli studiosi, questo problema sarebbe simile a quello che colpisce le persone. Ovvero, a causa di fattori legati a difficoltà emotive, anche i nostri compagni a 4 zampe non riescono a chiudere occhio.

Giornate stressanti, preoccupazioni o episodi rincresciosi, che hanno messo alla prova i nostri cani, portano a disturbi del sonno. Sono le conclusioni alle quali sono arrivati gli studiosi guidati da Anna Kis, dell’Istituto di Neuroscienze Cognitive e Psicologia Ungherese. La ricerca pubblicata su psychologytoday ha preso in esame 16 cani di diverse razze con la collaborazione dei loro padroni. Gli esemplari sono stati sottoposti a diversi test, positivi e negativi.

Durante gli episodi positivi i cani venivano fatti giocare e divertire con i padroni. Tra le esperienze negative, invece, i padroni avrebbero legato i loro cani ad una porta per un determinato tempo, oppure con la collaborazione dei padroni, gli scienziati tenevano dei comportamenti minacciosi e inquisitori nei confronti dei cani. Tutte esperienze che hanno messo a dura prova i compagni a 4 zampe e incidendo sulla qualità del sonno.
Di norma un cane dorme dalle 12 alle 14 ore al giorno, anche se ci sono molte variabili che possono incidere sulle ore in base all’età, le attività svolte durante la giornata o il tipo di cibo.
Il test condotto dai ricercatori ungheresi ha dimostrato che, i cani sottoposti a giornate o situazioni stressanti, muovevano molto più rapidamente gli occhi durante i primi 20 minuti di fase REM, al contrario questo movimento non è stato riscontrato dopo una serie di esperienze positive.

Ecco perché hanno concluso che “si tratta della prima prova diretta per cui gli stimoli emotivi influenzano la qualità del sonno nel cane”.
Questa ricerca, sottolineano gli esperti, dovrebbe far riflettere i proprietari dei cani, i quali, dovrebbero prestare più attenzione al sonno dei dei propri animali e soprattutto capire se questo può avere un effetto negativo al loro risveglio o provocare insonnia. Insomma, anche i nostri compagni a 4 zampe potrebbero essere di cattivo umore a causa della pessima qualità del sonno. Come per le persone, questo studio dimostra che i cani sono molto delicati dal punto di vista dell’emotività e se un cane riposa male, il padrone dovrebbe chiedersi quale sia l’esperienza negativa o il disagio che sta vivendo il cane.

Tra le storie rimbalzate in rete, vi ricordiamo quella di un cane che era stato abbandonato dalla vecchia famiglia e in seguito adottato da delle persone straordinarie, le quali si erano rese conto che il cane presentava disturbi durante il sonno e al risveglio e solo dopo essersi sincerati con i volontari che si occupavano di lui sono venuti a conoscenza che in precedenza il cane fu abbandonato  proprio mentre dormiva tranquillo.

C.D.