Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni del Bracco d’Auvergne: quali sono e cosa fare

Malattie più comuni del Bracco d’Auvergne: quali sono e cosa fare

Può ammalarsi di frequente? Ecco quali sono le malattia più comuni del Bracco d’Auvergne e cosa sapere per salvaguardare la sua salute.

Bracco d'auvergne
(Foto AdobeStock)

La salute di un animale domestico è una delle principali fonti di preoccupazione di un buon padrone, per questo è importante averla sempre sotto controllo. Cosa si sa sulle malattie più comuni del Bracco d’Auvergne? Tutti i sintomi e i segnali a cui dovremmo prestare attenzione per salvaguardare sempre la salute di questo esemplare.

Bracco d’Auvergne: salute e vita media

E’ un cane forte e resistente alle intemperie e alle malattie oppure è soggetto ad ammalarsi spesso? E’ importante conoscere qualcosa in più sulla vita media e sullo stato fisico di un animale domestico: in questo modo potremo avvertire i primi segnali e parlarne col nostro veterinario di fiducia.

Bracco d'auvergne
(Foto AdobeStock)

Nel caso di questa razza pare che la vita media si aggiri intorno ai 12 anni circa (dagli 11 ai 13 anni). Dunque potremmo pensare che sia abbastanza forte: in effetti il suo corpo muscoloso e tonico dà proprio l’impressione di essere ‘incolume’ da malanni, eppure non è così. Vi sono alcune malattie particolarmente frequenti del Bracco d’Auvergne: scopriamole tutte!

Malattie più comuni del Bracco d’Auvergne: quali si possono ‘prevenire’

La salute di un cane, e di un animale in genere, parte sicuramente dalla tavola e dalla sua alimentazione, ma non solo: infatti è importante capire anche quali sono le ‘predisposizioni’ del suo fisico verso determinate patologie. Infatti nel caso del Bracco d’Auvergne, esse possono essere in parte prevenute con alcuni vaccini, come quelli per:

Razze compatibili col Bracco d'auvergne
(Foto AdobeStock)

Bisognerà dunque rispettare sempre il calendario delle vaccinazioni canine e non saltare nessun appuntamento, poiché le malattie sopraelencate potrebbero risultare fatali. E per quanto riguarda l’alimentazione del Bracco d’Auvergne? In realtà anche in questo caso possiamo fare attenzione a ciò che mangia.

Non si tratta solo di scegliere i cibi giusti e capire le porzioni più adatte alle sue esigenze alimentari e allo stile di vita, poiché bisogna fare attenzione a non esagerare con ‘spuntini’ e snack fuori pasto: infatti questo cane è molto goloso e tende a chiederne sempre di più.

Il rischio maggiore è quello del sovrappeso che, non solo potrebbe appesantirlo, ma creare dei seri problemi al suo stato di salute.

Potrebbe interessarti anche: Cosa sapere sulla cura del pelo del Bracco d’Auvergne dalla spazzola al bagno

Malattie più comuni del Bracco d’Auvergne: occhi, orecchie e stomaco

Questo dolcissimo esemplare da ferma ma anche ottimo animale da compagnia, è purtroppo soggetto ad una serie di ‘debolezze’, che possono colpire il suo apparato visivo, sotto forma di entropion. Se notiamo che il cane non riesce a tenere l’occhio aperto, è arrossato, tende spesso ad ‘ammiccare’ perché ha fastidio e prova anche dolore, è possibile che si tratti di questa malattia oculare.

Bracco d'auvergne
(Foto AdobeStock)

Nel caso delle orecchie la patologia che più spesso le colpisce è l’otite canina: se vediamo che il cane tende a toccarsi-grattarsi l’orecchio con la zampa, scuote la testa (come se volesse liberarsi di qualcosa), prova dolore se lo tocchiamo e ci sono segni visibili di infezione, è possibile che si tratti di questa malattia.

Potrebbe interessarti anche: Scopri perché adottare un Bracco d’Auvergne: pro, contro e padrone ideale

Infine lo stomaco del Bracco d’Auvergne è soggetto a torsione gastrica ma anche a infestazioni di verni: per questo è molto importante sottoporlo periodicamente alla sverminazione fin da cucciolo e anche da adulto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.