Malattie del Puli: patologie che possono manifestarsi nella razza

Foto dell'autore

By Raffaella Lauretta

Salute dei Cani

Malattie del Puli: il cane dall’aspetto molto caratteristico, grazie al suo particolare mantello, impossibile confonderlo.

Puli
Malattie del Puli. (Foto AdobeStock-Amoreaquattrozampe.it)

In questo articolo parleremo delle malattie che possono colpire il Puli, fornendo informazioni utili per prendersi cura della sua salute.

Prima di approfondire questo aspetto, tuttavia, è importante conoscere le origini di questa razza e le sue caratteristiche fisiche piuttosto uniche.

Scopriamo di più su questa razza di cane, in particolare le malattie del Puli a cui potrebbe essere soggetto.

Malattie del Puli

Il Puli è una razza originaria dell’Ungheria, apprezzata soprattutto per la compagnia, ma conserva ancora le sue abilità di pastore.

Puli
Razza di cane Puli. (Foto AdobeStock-Amoreaquattrozampe.it)

Si tratta di un cane di taglia media, con un’altezza che va dai 35 ai 45 cm al garrese e un peso compreso tra i 10 ei 15 kg.

Ha un aspetto unico, con un manto denso e arruffato che sembra una massa di filamenti lanosi e può raggiungere una lunghezza di circa 20-30 cm.

Se gestito correttamente, il Puli è un cane affettuoso e leale che si integra bene in una famiglia.

Può avere una durata di vita di circa 12-14 anni, ma è soggetto a alcune malattie ereditarie come la displasia dell’anca e la cataratta. Vediamo quali le altre malattie del Puli.

Displasia dell’anca

La displasia dell’anca è una patologia ereditaria nel Puli, che può essere più o meno grave e si manifesta quando il femore si posiziona in modo errato nella cavità dell’anca, causando dolore e difficoltà di movimento.

La malattia può avere sintomi diversi a seconda dell’età e dello stadio di avanzamento.

Il trattamento finale può richiedere un intervento chirurgico, anche se può essere doloroso per l’animale.

Per evitare la malattia, è importante radiografare gli esemplari scelti per la riproduzione.

Displasia gomito

La displasia del gomito nel cane è una patologia ortopedica di origine genetica ed ereditaria, che può peggiorare con la crescita eccessiva, l’aumento di peso e l’eccessiva attività fisica.

Si manifesta con lo sviluppo anormale delle ossa dell’articolazione del gomito, causando dolore, zoppia, danno articolare e osteoartrosi.

Il trattamento prevede farmaci antinfiammatori, riposo, fisioterapia, osteopatia, integratori alimentari e piante medicinali.

Atrofia progressiva della retina

L’atrofia progressiva della retina nel cane è una malattia genetica che causa la perdita progressiva della vista.

Si manifesta con sintomi come difficoltà a vedere in condizioni di scarsa illuminazione, la perdita della visione centrale e difficoltà ad adattarsi a nuovi ambienti.

La diagnosi può essere fatta attraverso un esame oculare e test genetici.

Purtroppo, non esiste una cura per questa malattia, ma possono essere adottate misure per rallentare il suo progresso, come l’uso di integratori alimentari e l’evitare di stressare gli occhi del cane con attività ad alta intensità luminosa.

L’atrofia progressiva della retina è una malattia ereditaria che causa graduale perdita della visione fino alla cecità.

Può colpire cani di tutte l’età e genere e si può intervenire mediante l’uso di farmaci o sostanze antiossidanti e vitamine, rallentando così la progressione della malattia.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 

Glaucoma

Il glaucoma nel cane è una patologia oculare che può colpire anche i cani, causata da un aumento della pressione all’interno dell’occhio.

Questa condizione può portare a danni irreversibili al nervo ottico e alla progressiva perdita della vista.

Tra i sintomi più comuni vi sono la lacrimazione, la chiusura dell’occhio, il cambiamento del colore dell’iride e l’insorgenza di dolore.

Il glaucoma richiede un trattamento urgente per prevenire la perdita completa della vista, che può includere l’uso di farmaci, la chirurgia o la terapia laser.

Potrebbe interessarti anche: Cane da pastore Puli: razza antica portata in Ungheria dai Magiari

Cataratta

La cataratta nel cane è un disturbo oculare caratterizzato dalla perdita di trasparenza del cristallino dell’occhio, il che può causare problemi di vista.

La malattia può essere congenita o acquisita, e può verificarsi in qualsiasi razza e in qualsiasi età.

I sintomi includono opacità del cristallino, difficoltà di visione e in alcuni casi anche rossore o irritazione dell’occhio.

La cura principale per la cataratta è la rimozione chirurgica del cristallino opaco e la sostituzione con una lente artificiale.

Tuttavia, la decisione di intervenire chirurgicamente dipende dalla gravità dei sintomi e dalla salute generale dell’animale.

Inoltre, esistono anche alcune terapie farmacologiche e integratori alimentari che possono essere utilizzati per ritardare o prevenire lo sviluppo della cataratta nei cani.

Malattie comuni nei cani: le principali

Le malattie comuni che colpiscono tutte le razze di cani, tra cui il Puli, includono la rabbia, la leishmaniosi, la leptospirosi e la giardiasi.

Ma anche le allergie, gli ascessi, la cataratta, la congiuntivite, la costipazione, il diabete, la diarrea, l’otite, la tosse e la parodontite.

Molte di queste patologie possono essere prevenute con tanta cura e soprattutto attraverso le vaccinazioni.

Gestione cookie