Home Cani Salute dei Cani Segnali fondamentali per capire se Fido sta bene: quando il cane è...

Segnali fondamentali per capire se Fido sta bene: quando il cane è in salute si vede

Per capire se il cane è in salute, ci sono una serie di segnali a cui prestare attenzione: ecco di quali si tratta.

Benessere del cane
(Foto Canva)

Se decidiamo di accogliere nella nostra casa un amico a quattro zampe, ci assumiamo la responsabilità di prenderci cura di lui al meglio. Assicurarsi che Fido stia bene, quindi, è un nostro dovere. A quali segnali dovremmo prestare attenzione per capire se il cane è in salute? Scopriamo cosa sapere a riguardo.

Cane in salute: tutti i segnali che Fido sta bene

Spesso ci soffermiamo sui campanelli di allarme che segnalano che il nostro pelosetto non si sente bene.

Come capire se il cane sta bene
(Foto Canva)

Si tratta di sintomi specifici, legati alla patologia da cui è affetto, ma anche manifestazioni più genetiche, come letargia, mancanza di appetito e apatia.

Per garantire il benessere del quattro zampe, tuttavia, non c’è niente di più efficace della prevenzione: osservare giornalmente alcuni segnali del cane, infatti, ci permette di capire se sta bene o c’è qualcosa che non va.

In particolare, occorre prestare attenzione alle condizioni di occhi, denti e orecchie. A frequenza e quantità di urina, consistenza delle feci e aspetto del mantello.

Infine, dovremmo esaminare il respiro di Fido: potrebbe rivelare molto sulle sue condizioni di salute.

Attenzione a occhi, denti e orecchie

Come sono gli occhi del cane? Se fido sta bene, il suo sguardo dovrebbe apparire vispo e vivido.

La presenza di cisti, neoformazioni e muco, invece, potrebbe indicare un disturbo oculare.

Oltre agli occhi, dovremmo esaminare anche i denti del nostro amico a quattro zampe. La dentatura dovrebbe essere sana, priva di tartaro e placca.

Le gengive, inoltre, dovrebbero risultare di colore rosa, né pallide né arrossate. Infine, attenzione all’alito di Fido: in caso di cattivo odore potremmo essere in presenta di disturbi del cavo orale.

Le orecchie del cane dovrebbero essere pulite, prive di secrezioni maleodoranti o arrossamenti pruriginosi.

Tra le patologie auricolari che colpiscono più frequentemente il peloso e si manifestano con questi sintomi, infatti, rientrano l’otite e la dermatite.

Feci e urine

Per verificare se il cane è in salute, è essenziale esaminare la consistenza e il colore delle sue feci.

Gli escrementi di Fido dovrebbero essere color cioccolato, abbastanza solide da poter essere raccolte ma non eccessivamente dure.

Per quanto riguarda le urine, è importante assicurarsi che la minzione sia proporzionata rispetto alla dose di acqua ingerita: un’eccessiva quantità di pipì, infatti, potrebbe indicare la presenza di una patologia renale.

Occhio anche al colore: dovrebbero essere giallo paglierino e del tutto prive di tracce di sangue o muco.

Potrebbe interessarti anche: Il cane anziano respira male: tutte le cause e i rimedi al respiro affannoso del vecchio Fido

Aspetto del mantello

Anche la pelliccia può rivelarsi un utile indicatore di buona salute nel cane.

Il mantello di Fido dovrebbe risultare morbido e lucente, sprovvisto di forfora e croste.

Attenzione anche alla distribuzione del pelo: dovrebbe essere omogenea, senza zone di alopecia. L’assenza di pelo in alcuni punti del corpo dell’animale, infatti, potrebbe indicare l’insorgenza di Leishmaniosi.

Potrebbe interessarti anche: Come capire se il cane sta male da alcuni comportamenti comuni spesso fraintesi

Come respira Fido?

Infine, l’ultimo dei segnali a cui prestare attenzione per capire se il cane è in salute è il suo respiro.

L’inspirazione e l’espirazione di Fido dovrebbero risultare impercettibili e prive di sforzo. Inoltre, il quattro zampe dovrebbe respirare a bocca chiusa.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Se Fido ansima quando è eccitato, niente paura: è del tutto normale. Se il suo respiro, invece, è accompagnato da un sibilo, da un fischio o – peggio ancora – da un rantolo, potrebbe esserci qualcosa che non va.

In questo caso, si consiglia di rivolgersi prontamente al veterinario per comprendere la causa di questa condizione.