Home Cani Salute dei Cani Stitichezza nel cane: come riconoscerla e curarla in modo naturale

Stitichezza nel cane: come riconoscerla e curarla in modo naturale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30
CONDIVIDI

Fido ha dolori alla pancia? Potrebbe essere stitichezza nel cane: ecco quali sono le cause possibili e tutti i rimedi più efficaci.

Stitichezza nel cane
Stitichezza nel cane: riconoscerne i sintomi e curarla (Foto Pixabay)

Sebbene possa risultare banale, la stitichezza nel cane non è un problema da prendere sottogamba. Infatti, nonostante l’impossibilità di esprimersi a parole, i cani sono perfettamente in grado di farci capire quando il dolore prende il sopravvento. E se pensiamo che non sono animali che si lasciano andare alle moine alle prime difficoltà, vuol dire che se dimostrano di stare male provano davvero un forte dolore. Ecco cosa fare per capire se il nostro cane soffre di stitichezza e in che modo aiutarlo.

Stitichezza nel cane: tutti i sintomi

Cane sofferente
Cane: tutti i sintomi riconducibili alla stitichezza (Foto Pixabay)

Osservare il cane ci aiuta molto a capire il suo stato di salute. Se dunque notiamo in lui dei segnali che ci invia col suo comportamento, dobbiamo assolutamente prendere provvedimenti al più presto. Ecco a cosa dobbiamo fare caso:

  • evacuazione delle feci meno frequente,
  • aspetto delle feci (più piccole, scure e dure),
  • tracce di pus o sangue nelle feci,
  • difficoltà dei cani a defecare,
  • urla di dolore e lamenti,
  • addome gonfio,
  • inappetenza,
  • dimagrimento eccessivo,
  • episodi di vomito.

Tutti questi sintomi possono essere riconducibili ad una serie di patologie, non solo la stitichezza, quindi è necessario consultare il parere del veterinario di fiducia e fissare una visita il prima possibile. La situazione sarà piuttosto urgente se il cane presenta gli stessi sintomi per più giorni, se gli episodi sono frequenti e si ripetono, se Fido perde liquidi e forze.

Le cause

Cane
Tutti i possibili motivi alla base del problema (Foto Pixabay)

Sebbene possa sembrare strano, la stitichezza può essere legata ad altri fattori e non esclusivamente all’alimentazione. Una delle cause principali potrebbe essere la scarsa attività fisica, una cattiva idratazione, una dieta carente di fibre etc. Anche aver ingerito un alimento tossico o non tollerato dal cane può avere come conseguenza la stitichezza. Nel caso più grave potrebbe trattarsi di un’ostruzione intestinale, dovuta alla presenza di un tumore (scopri quali sono i tumori più frequenti nel cane) o una patologia altrettanto seria come l’ingrossamento della prostata.

I rimedi naturali più efficaci

Stitichezza nel cane
Stitichezza: tutti i rimedi naturali più efficaci (Foto Pixabay)

Cosa possiamo fare per alleviare il dolore al nostro cane che non riesce a defecare? Ebbene i vecchi rimedi della nonna sembrano non sbagliare mai! Naturalmente la prima cosa da fare è eliminare dalla sua dieta quegli alimenti che hanno avuto un effetto tossico accertato sul suo stato di salute.

  • Acqua: la seconda cosa da fare è idratarlo: non dimentichiamo mai di riempire la ciotola dell’acqua, soprattutto nei periodi più caldi e quando sappiamo di mancare da casa per diverse ore. Esistono in commercio dei pratici dispenser che forniscono acqua sempre fresca. Ma è il caso di specificare che la stitichezza non è tipica di un periodo, ma può sorgere in qualsiasi periodo dell’anno.
  • Il pelo: abbiamo controllato che il pelo attorno all’ano non sia troppo lungo da ostruire il ‘condotto’? Può sembrare banale, eppure avere la zona libera da ogni ingombro può rivelarsi un grande aiuto per il nostro povero cane. e poi è anche una questione di igiene: la zona deve essere sempre depilata per evitare che lo sporco possa rimanere attaccato.
  • Fibre: se la sua dieta manca di queste componenti è il caso di inserirle. Consultiamo il veterinario per capire quali sono i cibi che fanno al caso nostro, come ad esempio zucca, bietola e carote, e in che modo somministrarli nella pappa di Fido.
  • Olio di oliva: un rimedio naturale per liberare il colon. Non bisogna darglielo assoluto e forzare il cane a berlo, bensì unirlo alla pappa che abitualmente mangia per almeno due volte alla settimana.
  • Esercizio fisico: un cane poco dinamico non è mai un cane sano. Il nostro cane dovrebbe svolgere una regolare attività fisica, a seconda dei propri bisogni. Anche la funzionalità del suo organismo dipende dalla quantità di esercizio che fa: portiamolo con noi a fare lunghe passeggiate. Oltre al piacere della nostra compagnia, Fido si terrà anche in forma.
  • Fibra di cocco: un cucchiaino una o due volte al giorno.
  • Aceto di mele: aiuta la digestione e regolarizza il transito intestinale. Da somministrare un cucchiaino una o due volte al giorno, ogni 4 kg di peso dell’animale.
  • Succo di aloe vera puro: basta mezzo cucchiaino una volta al giorno.

LEGGI ANCHE:

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI