Home Cani Salute dei Cani Tosse nel cane: che fare? Cause, rimedi, cure e quando bisogna preoccuparsi

Tosse nel cane: che fare? Cause, rimedi, cure e quando bisogna preoccuparsi

CONDIVIDI

Cosa fare se il cane ha la tosse? Spesso la tosse nel cane rappresenta un sintomo, e per questo è fondamentale scoprire le cause per trovare i rimedi giusti.

tosse nel cane

Esattamente come accade per gli esseri umani, anche i cani tossiscono e la tosse solitamente rappresenta il sintomo di un problema che sta a monte: a seconda della tipologia di tosse, bisogna capire quali sono le possibile cause e di conseguenza i migliori rimedi per curare efficacemente il nostro amico a quattro zampe.

In questo articolo scoprirai tutto quello che c’è da sapere sulla tosse nel cane: cosa osservare, quali sono le possibili cause (più o meno gravi), quando dovresti preoccuparti e come risolvere il problema con i rimedi più efficaci.

Quando il cane ha la tosse: sintomi, cause, rimedi

tosse nel cane
Fonte: iStock Photo

I tipi di tosse nel cane

Il cane può tossire in tanti modi diversi e il tipo di tosse dice molto su quali possono essere le possibili cause alla radice del problema. Un trucco utile è quello di filmare il cane con il proprio smartphone mentre tossisce, in modo da poter mostrare le immagini al veterinario per fargli valutare il suono e la tipologia dei colpi di tosse del nostro amico a quattro zampe.

La tosse può essere umida e produttiva oppure secca, rada e lieve o persistente, diurna o notturna oppure legata a specifici momenti della giornata (ad esempio, la tosse legata all’attività fisica svolta dal cane).

Non dimentichiamo, inoltre, che esiste anche una tosse “buona”, che l’animale si induce in maniera più o meno autonoma per espellere eventuali corpi estranei inalati. Infine, ricordiamo che alcune razze canine possono essere particolarmente soggette al fenomeno dello starnuto inverso, da non confondere con la tosse.

Cane con la tosse: possibili cause

In generale, una tosse secca, forte e dura è legata a problemi di tracheite mentre una tosse più soffice e soffocante può indicare malattie polmonari o di natura cardiaca. La tosse può essere produttiva (con emissione di muchi o sangue) o non produttiva. In alcuni casi, una tosse inizialmente non produttiva, diventa produttiva in seguito.

Le cause che sono dietro a una tosse canina non produttiva possono essere molteplici: bronchiti, broncopolmoniti, cimurro, edema polmonare, infezioni, parassitosi polmonare, scompensi cardiaci, disturbi della coagulazione e tumori sono soltanto alcune delle cause possibili.

Allo stesso tempo, sono svariate anche le cause di una tosse produttiva nel cane: cimurro, infezioni, infiltrato polmonare, tracheite, collasso tracheale, parassitosi polmonare, presenza di corpi estranei, eccetera.

Soltanto il veterinario potrà stabilire qual’è la causa precisa della tosse e curare il cane di conseguenza.

Potrebbe interessarti anche >>> Feci del cane: cosa ci dicono della sua salute?

tosse nel cane
iStock Photo

Cosa fare se il cane tossisce?

La prima cosa da fare è identificare la causa della tosse nel cane, per poter agire di conseguenza. Da questo punto di vista è fondamentale rivolgersi prima possibile al veterinario, che farà gli esami necessari per formulare una diagnosi.

Bisogna preoccuparsi se il cane tossisce per più di 5 giorni di seguito e se oltre alla tosse compaiono altri sintomi (letargia, perdita di appetito, problemi di mobilità, vomito o diarrea).

Il veterinario visiterà il cane ascoltando cuore e polmoni, controllando i linfonodi e misurando la temperatura dell’animale. In base alle informazioni raccolte durante la visita, potrà suggerire ulteriori esami (come analisi del sangue, radiografie, laringoscopia) per poi prescrivere la cura più adatta.

Cure e rimedi per la tosse canina

Solitamente la cura per la tosse nel cane consiste in farmaci antibiotici, soppressori della tosse, aerosol e, quando necessario, assistenza sussidiaria. Oltre alla somministrazione dei farmaci prescritti, è utile garantire al cane un ambiente caldo e umidificato.

In generale, si raccomanda di seguire sempre le indicazioni del veterinario e di evitare di dare al cane farmaci per uso umano: il metabolismo dei medicinali nel cane è molto diverso da quello delle persone e si rischiano effetti collaterali indesiderati anche gravi.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI