Home Cavalli Il cavallo agita la coda: perché lo fa e cosa significa nel...

Il cavallo agita la coda: perché lo fa e cosa significa nel suo linguaggio

L’abbiamo mai vista muoversi e roteare, ma che significa quando un cavallo agita la coda? Le occasioni possono essere diverse: vediamole tutte.

Il cavallo agita la coda
(Foto Pixabay)

E’ facile restare incantati di fronte alla meravigliosa stazza di questo animale, per il suo pelo lucido e per l’eleganza quando si muove. Tuttavia forse ancora non siamo perfettamente in grado di capire i suoi movimenti ed il suo linguaggio: uno dei suoi strumenti di comunicazione è sicuramente la coda. Ma che significa quando il cavallo agita la coda, in che occasioni lo fa e, soprattutto, come dobbiamo interpretare quel movimenti? Cosa c’è da sapere.

La comunicazione del cavallo: ‘non solo coda’

Se non siamo ancora grandi esperti di cavalli ma ne siamo appassionati, è utile conoscere il significato di alcune delle loro posture più frequenti: in questo modo ci sarà più semplice capire le sue esigenze e magari anche perché stargli alla larga in alcune occasioni. Ecco a quali parti del corpo fare particolare attenzione.

Come comunicano i cavalli tra loro
(Foto Pixabay)

Gli arti

Non si tratta di animali aggressivi ma tuttavia possono mostrare il loro coraggio e affrontare il nemico, se necessario. Ovviamente hanno a disposizione gli arti come ‘armi’, e con queste sono in grado di dare poderosi calci per colpire l’altro. La femmina tende a colpire con gli arti posteriori, mentre il maschio affronta con i denti e con la testa le situazioni ‘difficili’ ma, se necessario, possono anche impennare.

Testa e orecchie

Facciamo caso alla posizione delle orecchie: quando sono direzionate con la punta in avanti, generalmente è perché il cavallo è incuriosito da qualcosa. Potrebbe anche darsi che questo atteggiamento nasca da un disagio o da una paura interiori. Se le tiene invece all’indietro e poggiate sulla testa allora dobbiamo stare attenti perché potrebbe essere arrabbiato e di lì a poco potrebbe avere una reazione aggressiva.

Il corpo

Quando il cavallo è calmo e sereno, nulla lo infastidisce e non ha paura di qualcosa, il dorso dovrebbe essere ben disteso e allungato. In caso opposto invece è proprio il dorso a curvarsi e la sua postura assume in generale una posizione ‘arricciato su sé stesso’. Se la schiena assume quindi la linea di una curva, possiamo essere quasi sempre certi che sta per arrivarci un bel calcio posteriore: quindi meglio starne alla larga.

Odori

L’olfatto del cavallo è lo strumento principale quando vogliono conoscere altri animali, umani e i loro simili. In particolare col Flehmen, ovvero quella smorfia simpatica (che sembra un sorriso, ma non lo è) di quando arriccia il labbro superiore e mostra i denti. In questo modo le sue narici provano a isolare e sentire i feromoni prodotte dalle ghiandole esocrine dell’altro animale.

Potrebbe interessarti ancheIl modo in cui i cavalli comunicano con l’uomo

Il cavallo agita la coda: in che occasione lo fa

Se vediamo che agita la coda in maniera vigorosa solitamente è per due motivi: fastidio o per difesa naturale. A volte non è che ci sia un gran mistero da ‘risolvere’: abbiamo idea di quante mosche possano volare davanti al suo muso, alla coda e si attacchino fastidiosamente sul suo corpo? L’unico modo che ha per scacciarle è proprio quello di agitare la coda oppure sta a noi a imparare alcuni trucchi per tenere lontane le mosche dal cavallo.

Il cavallo agita la coda
(Foto Pixabay)

Se però mosche in giro non ce ne sono, è probabile che la motivazione sia un’altra: potrebbe avere un disagio fisico, come ad esempio una irritazione alle parti intime (in particolare l’ano) ma anche ai fianchi o alla coda stessa. Le femmine possono farlo anche con un altro scopo: per far sapere al maschio che la giumenta è in calore.

In altri casi può essere il segnale che il cavallo dà immediatamente prima di sferrare un calcio: è probabile che qualcosa, o qualcuno lo abbia infastidito col suo modo di fare. Analizziamo il nostro comportamento e cerchiamo di capire cosa abbiamo sbagliato: potevamo essere più delicati nel salire in sella? Oppure non ha gradito il segnale che gli è stato impartito oppure il modo in cui glielo abbiamo chiesto. Infine può anche essere che il cavallo non abbia nel capito cosa vogliamo da lui e ciò lo ha innervosito.

Potrebbe interessarti ancheEmpatia del cavallo: come comprende la sofferenza altrui secondo uno studio scientifico

Il cavallo agita e muove la coda: che significati assume

Se la coda fa parte del linguaggio del suo corpo e il cavallo la usa per esprimere il suo stato d’animo, sta a noi comprendere i vari significati che assumono le sue diverse posizioni.

Coda del cavallo
(Foto Pixabay)
  • Rilassata: quindi in posizione normale, il cavallo è tranquillo e niente lo disturba;
  • A bandiera: se il cavallo la alza è eccitato e sta per avere un comportamento incontrollato. I maschi hanno la coda alta dopo un rapporto sessuale mentre le femmine la alzano quando sono in calore;
  • Bassa: c’è qualcosa che lo infastidisce o lo intimorisce. Se addirittura finisce tra le gambe potrebbe significare che il cavallo è spaventato e si sente sottomesso alla persona o all’animale che gli si para davanti.

Francesca Ciardiello