Home Cronaca Cade durante un’escursione e muore: lo veglia il suo cane

Cade durante un’escursione e muore: lo veglia il suo cane

CONDIVIDI
Marco Scrimaglio
Marco Scrimaglio e Leon

Il mondo degli Sport Invernali è in lutto per la tragica morte del 56enne Marco Scrimaglio, deceduto durante un’escursione in montagna. A vegliarlo per ore ci ha pensato il suo fedele amico Leonun golden retriever. L’incidente di montagna è avvenuto a Limone Piemonte, in provincia di Cuneo. Probabilmente, Marco Scrimaglio è scivolato sul ghiaccio e ha battuto violentemente la testa. Sul posto, gli uomini del Soccorso alpino speleologico Piemonte attirati dal latrato del cane.

Marco Scrimaglio, appassionato esperto di montagna, è stato ritrovato in fondo a un dirupo. Stava trascorrendo le ultime ore a Limone Piemonte, prima del rientro in Liguria. Lo si è potuto accertare dal fatto che nella residenza dove soggiornava le valigie erano già pronte. Commosso il ricordo dell’uomo da parte della Fisi, Federazione Sport Invernali, della Liguria: “Nello stringerci a tutti i suoi cari, si vuole ricordare l’umanità di un uomo amante della montagna e della neve, la stessa che lo ha tradito durante una camminata con il suo cane”.

Viene poi delineato un ritratto del povero Marco Scrimaglio, che lascia la moglie Giuliana nel dolore: “Un dirigente di Federazione che ha ricoperto ruoli primari quale delegato Fisi per la Provincia di Imperia, giudice di gara per lo Sci Alpinismo, sostenitore di Club e propulsore di attività, mantenendo viva la storica gara Kleudgen Acquarone di Sci Alpinismo. Marco è sempre stato attento al territorio, alla montagna e sempre disponibile per gli amici e gli appassionati che la frequentano”.

Un altro incidente nelle stesse ore

Un episodio simile è accaduto nelle stesse ore. La vicenda in provincia di Lecco, sull’Alpe di Paglio, in Valsassina. La vittima è un cinquantaduenne originario di Peschiera Borromeo, comune che sorge alle porte di Milano. L’uomo nel pomeriggio di venerdì si è concesso una escursione in alta montagna, ma è stato coinvolto in uno sfortunato quanto tragico incidente, subendo una caduta da una altezza considerevole. Alla fine gli è stato fatale un volo di circa 200 metri, che si è concluso con lo schianto all’interno di un canalone. Si trovava con il suo cane. L’animale non si è mai allontanato e anche quando i soccorritori hanno trovato il corpo senza vita del 52enne, il cane era vicino a lui.

 

GM