Home Cronaca Cane con la pettorina conficcata nella pelle: salvato dalle Guardie zoofile

Cane con la pettorina conficcata nella pelle: salvato dalle Guardie zoofile

CONDIVIDI

Porta a spasso il cane con pettorina conficcata nella carne

ferita pettorina cane
Ferita da pettorina

Come se niente fosse, indifferente al dolore provocato al cane, un cittadino di Prato, continuava indisturbato a lasciare il proprio animale in uno spazio ridotto, in scarse condizioni igieniche, senza una cuccia, con una lesione provocata dalla pettorina, ormai conficcata nella carne.

Il povero animale si lamentava e guaiva a tal punto da far preoccupare una vicina che ha così deciso di segnalare il caso alla Guardie Zoofile Earth. Il maltrattamento animali è un reato. I cani subiscono non solo violenza fisica ma spesso anche un trauma sul piano psicologico per cui dovranno essere accompagnati in un percorso di riabilitazione.

Leggi–> Il trauma nel cane: dall’abbandono agli abusi e maltrattamenti

Nel caso di Prato, quando i volontari sono arrivati sul posto, hanno accertato le pessime condizioni del cane. L’animale ferito era diventato aggressivo con chiunque si avvicinasse a lui.

Il cane, un meticcio di due anni e mezzo, presentava una ferita sanguinante provocata dalla pettorina. Per questo, le Guardie hanno sollecitato il proprietario a far uscire il cane dal recinto. La ferito sotto ascellare era profonda e maleodorante e si stava infettando. Per questo è stato immediatamente trasferito presso una clinica veterinaria per le cure necessarie.

Dal canto suo, il proprietario si è giustificato con le Guardie Zoofile, spiegando di aver messo la pettorina al cane quando aveva sei mesi e di non averla più tolta da allora.

Il proprietario del cane è stato denunciato per maltrattamento di animali e il cane posto sotto sequestro è ora in custodia giudiziale.

“Quanto riscontrato è un fatto estremamente grave. Non è possibile che il proprietario di un cane applichi una pettorina a sei mesi di età e non la rimuova per i due anni successivi. Un comportamento di totale negligenza e disinteresse verso l’animale che, se non fosse stato per l’intervento delle Guardie, lo avrebbe sicuramente condotto alla morte”, ha commentato Cristiano Giannessi, presidente della sezione Earth Prato.

Potrebbe interessarti –>Collare o pettorina: cosa è meglio per portare a spasso il cane?

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI