Home Cronaca Fulmine, mascotte della Polizia Penitenziaria, investito e ucciso

Fulmine, mascotte della Polizia Penitenziaria, investito e ucciso

CONDIVIDI

La brutta vicenda di Fulmine, il cane mascotte della Polizia Penitenziaria, investito e ucciso di proposito da un autista.

Fulmine
(Pixabay)

In Sardegna sta facendo molto scalpore la tragica vicenda di Fulmine, un cane che era stato adottato nel 2014, quindi era diventato la mascotte degli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di alta sicurezza di Nuchis. Purtroppo, gli episodi di crudeltà nei confronti di animali sono diffusi senza confini geografici. Il caso di questo cagnolone non fa eccezione. Quello che veramente è sconcertante è che Fulmine, stando alle testimonianze, sia stato davvero ucciso in maniera deliberata.

La terribile sorte di Fulmine: investito di proposito, scatta la denuncia

Chi lo ha investito davanti all’ingresso della struttura penitenziaria lo ha fatto puntando decisamente verso il cane. Purtroppo, la cronaca nazionale, in queste settimane, si è riempita di gravi episodi di maltrattamenti e uccisioni di animali: da Avellino e provincia, di recente sono arrivate alla ribalta della cronaca nazionale vicende gravissime di uccisioni di cani, mentre analoghe denunce per abbandono e maltrattamento sono giunte anche dal Salento. Nel caso di Fulmine, il cane mascotte della Polizia Penitenziaria, il responsabile dell’accaduto è stato individuato, ma questo non sminuisce il grave atto di crudeltà che questi ha compiuto.

Come si osserva infatti dalle telecamere di videosorveglianza della struttura carceraria, è terribile l’atto deliberato compiuto dall’autista del corriere espresso che ha investito e ucciso il povero cane. Questi infatti entra nel cortile dell’Istituto e improvvisamente cambia direzione puntando il cane. L’accusa, gravissima, arriva dalla Polizia Penitenziaria stessa, che ha inviato le immagini del terribile accaduto alla Procura di Tempio. Nei confronti dell’uomo, accusato di aver investito e ucciso il povero Fulmine, è partita la denuncia che dovrebbe tramutarsi in un procedimento penale contro di lui, per uccisione di animali. Va invece dato un movente a un gesto tanto scellerato e insensato.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI