Home Curiosita Ai gatti piacciono anche le scatole che non esistono: lo dice la...

Ai gatti piacciono anche le scatole che non esistono: lo dice la scienza

Che ai felini piacciono le scatole lo sanno tutti, ma secondo alcuni studi ai gatti piacciono anche le scatole che non esistono. 

ai gatti piacciono le scatole che non esistono
(Foto Pinterest)

I felini sono animali curiosi e molto spesso presentano comportamenti bizzarri e divertenti per noi esseri umani. Come per esempio saltare e scappare alla vista di un cetriolo oppure nascondersi in una scatola, tutti comportamenti che però, almeno per loro, hanno un significato.

Secondo la scienza l’amore che ha il gatto nei confronti delle scatole e degli spazi chiusi, è così immenso che il felino cerca di sdraiarsi e sedersi anche in una scatola illusoria. Vediamo qui di seguito perché secondo gli studiosi ai gatti piacciono anche le scatole che non esistono.

I felini si siedono anche nelle scatole illusorie: lo studio

È risaputo che i felini amano i piccoli spazi chiusi, infatti chi convive con loro è a conoscenza di quanto i gatti amino nascondersi in una scatola.

gatto nel quadrato
(Foto Pinterest)

Secondo uno studio però, l’amore per gli spazi chiusi porterebbe i felini ad essere ingannati dalle illusioni ottiche.

Tuttavia i ricercatori hanno effettuato l’esperimento non per dimostrare quanto i felini amassero le scatole, ma per capire di più la percezione visiva del gatto.

In poche parole, gli scienziati con questo studio volevano capire se il felino percepiva il quadrato illusorio proprio come percepiva uno reale.

Per l’esperimento sono stati coinvolti 500 felini domestici e i loro padroni. E’ stato chiesto ad ognuno di questi ultimi di effettuare dei test sui propri gatti in casa per 6 giorni.

I test consistevano nel tracciare sul pavimento un quadrato con il nastro adesivo (quindi un quadrato reale), un quadrato Kanizsa, ossia formato da quattro forme simili al Pacman poste in modo tale da somigliare agli angoli del quadrato (vedi immagine sotto), ed un quadrato Kanizsa posto in modo tale che non somigliasse ad un quadrato.

Ogni padrone doveva filmare il comportamento del proprio micio alla vista delle 3 forme presenti, ossia doveva filmare quale forma il gatto avrebbe preso in considerazione per sedersi.

quadrato di kanizsa
(Foto Pinterest)

Inoltre è stato chiesto ad ogni genitore umano dei felini di tenere gli occhiali da sole per non influenzare la scelta del proprio amico a quattro zampe. Lo studio finale consisteva nell’osservare se i gatti avrebbero avuto una preferenza nel sedersi all’interno delle forme proposte.

La fine dell’esperimento, conclusosi solo per 30 gatti su 500 coinvolti, ha dimostrato che i felini sceglievano la forma del quadrato di Kanizsa per sedersi, con la stessa frequenza del quadrato disegnato con il nastro adesivo, mentre ignoravano il quadrato di Kanizsa posizionato in modo diverso.

Potrebbe interessarti anche: Perché i gatti si siedono dentro un cerchio o un quadrato? La parola agli esperti

Ciò ha portato gli scienziati alla conclusione che i gatti hanno la percezione illusoria del contorno, ossia vedono uno spazio chiuso anche quando non esiste. Quindi i felini amano le scatole che non esistono proprio quanto amano le scatole reali.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante