Home Cani Cane di Attraverso i miei occhi (film): nome, razza, storia e curiosità

Cane di Attraverso i miei occhi (film): nome, razza, storia e curiosità

Il cane di Attraverso i miei occhi (The Art of Racing in the Rain, titolo originale) si chiama Enzo in onore di Enzo Ferrari, ma i Fido che lo hanno interpretato sono diversi. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere.

cane Attraverso i miei occhi
(Foto Facebook)

Attraverso i miei occhi di Simon Curtis è una pellicola uscita nelle sale cinematografiche 2019 ed è l’adattamento cinematografico del romanzo del 2008 L’arte di correre sotto la pioggia, scritto da Garth Stein. Il cane sin da cucciolo segue il suo padrone Denny Swift nel mondo delle corse e starà accanto all’uomo in tutte le tappe e i momenti cruciali della sua vita: l’incontro con la dolce Eve, la nascita della loro figlia Zoe, la morte di Eve causato da un tumore al cervello, la battaglia legale per l’affidamento della figlia contro il volere dei genitori di Eve.
Ma chi sono i cani che hanno interpretato Enzo?

Tutto quello che devi sapere su Enzo, il cane di Attraverso i miei occhi

Cominciamo con la razza, una delle più “usate” per la televisione, per il cinema, per i film e per i cartoni animati.

Enzo cane Attraverso i miei occhi
(Foto Facebook)

Enzo è un simpaticissimo Golden retriever, ma in realtà non è solo uno. Sì perché il film racconta l’intera vita del cane; da quando è cucciolo fino alla vecchiaia. Chi era il cucciolo che ha interpretato Enzo per queste scene? A interpretare Enzo cucciolo è stato un golden retriever di 9 settimane di nome Sawyer, mentre la versione giovane è stata affidata a un golden retriever di nome Parker che aveva 2 anni.

Parker era bravissimo a rimanere immobile e questo ha permesso al regista Curtis di girare in totale tranquillità tutte le scene in cui il cane pensava e la voce fuori campo narrava. L’attore protagonista, Milo Ventimiglia, ha avuto sin da subito un contatto e un’affinità col cane, tra una scena e l’atra si chinava e spiegava sottovoce e Parker la scena successiva. Su Parker Ventimiglia ha dichiarato: “Parker mi ha ricordato che a volte non servono le parole. Stai soltanto condividendo un’esperienza, un momento in cui ti guardi negli occhi e sai cosa sta succedendo

L’addestratrice e animal coordinator Teresa Ann Miller inoltre ha lodato Parker per le sue qualità affermando: “Era come se avesse la consapevolezza di ciò che stavamo facendo e tutti si sono innamorati di lui“.

Potrebbe interessarti anche: Film con Labrador Retriever: i 6 titoli che non puoi perdere

Enzo cane adulto è stato interpretato da un altro golden di nome Butler, di 8 anni. Butler, al contrario di Parker, non era mansueto, ma pieno di energia, giocherellone, combina guai. Butler era stato abbandonato dai proprietari quando era ancora piccolo e la Miller lo ha preso con sé e e insieme ad altri 4 addestratori, durante la lavorazione di Attraverso i miei occhi, ha insegnato a Butler e Parker ad obbedire a persone che non conosciute e a “fingere” che il loro padrone fosse l’attore Milo Ventimiglia.

Per dare una mano a Butler e Parker sul set si sono alternati altri due cani, Orbit e Solar. Del secondo sappiamo che adorava gli abbracci degli attori e appoggiare il muso sulle loro gambe.

Girare un film con cani non è mai facile, proprio per questo Simon Curtis ha ammesso “Le mie precedenti esperienze di lavoro con animali, che avevano sempre piccole parti, si erano rivelate disastrose e quindi mi spaventava tantissimo avere un cane in ogni singola scena“. Per fortuna sul set di The Art of Racing in the Rain non ci sono stati intoppi e il regista non ha mai dovuto prolungare la giornata sul set.

Il doppiatore originale del cane Enzo in Attraverso i miei occhi è stato Kevin Costner mentre in Italia è stato di Gigi Proietti.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

S.C.