Home Cani Il cane non vuole il guinzaglio: i motivi del rifiuto e consigli...

Il cane non vuole il guinzaglio: i motivi del rifiuto e consigli utili

Il cane non vuole il guinzaglio, una reazione abbastanza comune nell’animale domestico. Vediamo perché per lui è così difficile accettare questo strumento, insieme a dei consigli efficaci su come risolvere questo problema.

Il cane non vuole il guinzaglio
(Foto Pixabay)

Insegnare al proprio amico a quattro zampe le regole della convivenza non è sempre facile. Il cane è un animale che ama sentirsi libero di muoversi quando ne ha voglia, correre ovunque lasciandosi trasportare dal suo istinto e dalla sua curiosità. Uscire con lui, però, implica delle regole di comportamento importanti per la sua sicurezza, alcune delle quali si basano sull’uso di strumenti fondamentali: uno di questi è il guinzaglio, oggetto amato e odiato da fido. Oggi, vediamo perché il cane non vuole il guinzaglio e come possiamo convincerlo ad usarlo.

Il cane non vuole il guinzaglio: i motivi del suo rifiuto

Il guinzaglio è uno degli strumenti fondamentali per la cura e la protezione del nostro peloso, quando si tratta di portarlo fuori casa, in una realtà piena di pericoli. Ma perché fido, spesso, non vuole usarlo? Leggiamo di più nell’articolo.

Cane non desidera il guinzaglio
(Foto Pexels)

Portare il nostro cane fuori all’aria aperta e passeggiare sereni con lui, è una delle attività più belle che si possono condividere con questo animale. Far vivere a fido l’ambiente esterno, lontano dalle mura domestiche, permettendogli di avventurarsi in realtà nuove in cui può esplorare e conoscere meglio il mondo, è fondamentale per il suo sviluppo e il suo benessere psicofisico.

Ma per rendere le attività esterne tranquille e sicure, occorre munirsi di alcune protezioni per lui, che ci permettono di non perderlo mai d’occhio. Il guinzaglio è uno strumento indispensabile per il passeggio con fido. Quando usciamo fuori casa con lui, il peloso è contento di poter fare esperienze in luoghi sempre diversi ma è anche vero che noi padroni diventiamo più responsabili della sua sicurezza.

In città come in campagna, è importante che il cane sia abituato a portare con sé il guinzaglio e gli altri accessori utili per muoversi protetto, come il collare e la pettorina. Di solito, è più comodo l’utilizzo della pettorina per il cane, poiché lo lascia più libero nei movimenti. Per quanto riguarda il guinzaglio, invece, può essere fisso o estensibile. Se il cane indietreggia e non vuole il guinzaglio, il suo atteggiamento può essere legato al fatto che non l’ha mai messo prima o ha subìto un trauma e violenze in passato, prima di essere adottato da noi.

La prima regola, in ogni caso, è avere pazienza e instaurare la fiducia con l’animale, facendogli capire che l’uso del guinzaglio non nasconde cattive intenzioni contro di lui. I primi approcci con esso saranno difficili: fido tenderà ad allontanarsi e a mordere anche. Ricordiamo di non sgridarlo o maltrattarlo mai, è ingiusto.

Potrebbe interessarti anche: Collare o pettorina per il cane? Tutto quello che c’è da sapere su entrambi

Fido rifiuta il guinzaglio: consigli su come comportarsi

Il rifiuto del guinzaglio non deve farci perdere la speranza. Per convincere fido a metterlo basta armarsi di amore e tanta pazienza: si tratta di un percorso educativo in cui l’animale può avere un grande successo. Vediamo in che modo agire con lui.

Fido rifiuta il guinzaglio
(Foto Unsplash)

Il primo consiglio che vogliamo dare è quello di avere comprensione e pazienza verso il proprio amico peloso. Questa creatura porta con sé le sue esperienze e le sue insicurezze e noi, che siamo più forti e dotati di capacità intellettive, possiamo educarlo e migliorarlo. Vediamo come.

Un metodo diffuso e considerato ottimo per educarlo all’uso del guinzaglio è il rinforzo positivo nel cane. Qualsiasi cosa da insegnare a fido deve essere associata da lui alla positività delle sue pratiche quotidiane. Il metodo consiste nel portare con noi qualche snack o un piccolo cibo goloso per il cane, da offrirgli all’occorrenza durante la passeggiata. Durante il passeggio, possiamo dargli bocconcini di cibo e alternare carezze e dolci parole, premiandolo se resta tranquillo e non si agita.

Per i primi giorni, si procede mettendo e togliendo il guinzaglio al cane con i suoi premi, cominciando già in casa. É importante che questo metodo venga fatto in un luogo silenzioso e quando fido è in una situazione di serenità. Inizialmente, è meglio programmare brevi uscite non troppo lontane da casa, aumentando qualche passo ogni giorno e solo quando il peloso arriverà ad essere più calmo indossando il guinzaglio.

Nelle prime passeggiate all’aperto, si consiglia di dare dei premi al cane, snack adatti a lui, così come devono essere continue le carezze e i sorrisi. Prima o poi, il cane si abituerà a questo strumento e tornerà a sentirsi rilassato e protetto dal suo padrone.

Ilaria G