Home Cani Perché il cane porta in giro la ciotola? Tutti i motivi per...

Perché il cane porta in giro la ciotola? Tutti i motivi per cui lo fa

Il cane porta in giro la ciotola, magari anche quando contiene del cibo e noi padroni restiamo sempre perplessi. Vediamo di capire quali sono i motivi per cui fido ha questo curioso comportamento in casa.

Il cane porta in giro la ciotola
(Foto Pixabay)

L’amico a quattro zampe sa essere un animale davvero curioso, comportandosi in modo strano o anomalo per la nostra mentalità umana. Non è una colpa, infatti, non riuscire a capire sempre quello che fa il nostro fido, ma possiamo imparare a conoscerlo meglio, ogni giorno. Può succedere, ad esempio, che il nostro peloso inizi ad assumere un atteggiamento strano nei confronti della sua ciotola e, se avviene ripetutamente, può farci pensare. Vediamo, allora, di scoprire perché il cane porta in giro la ciotola.

Fido porta in giro con sé la ciotola: i motivi di questo strano comportamento

Quando si tratta della sua ciotola, il cane può avere dei comportamenti curiosi per quest’oggetto. Cosa può fare il suo padrone nel momento in cui il peloso prende l’abitudine di spostare continuamente la ciotola e portarla in giro con sé? Scopriamolo nell’articolo.

La ciotola del cane
(Foto Pixabay)

Quando il cane entra a far parte della nostra famiglia e si ambienta negli spazi nuovi e con i ritmi domestici pensiamo, ingenuamente, di poterlo trasformare in un altro piccolo umano di casa. Non può essere così e non deve essere così. Il nostro peloso domestico, per quanto bene possiamo provare e ricevere da lui, resta un animale, una creatura che possiamo educare e amare con gioia, ma che conserva il suo istinto naturale e il suo linguaggio non verbale e che manifesta, di tanto in tanto, alcuni comportamenti incomprensibili per noi, portandoci a preoccuparci in alcuni casi.

Il nostro amico a quattro zampe ha un rapporto particolare con la sua ciotola. Agli occhi del padrone può sembrare essere, a volte, addirittura possessivo nei confronti di quest’oggetto che fa parte della sua quotidianità. La ciotola ha un valore importante per il cane e lui sa che è di sua proprietà. Fido utilizza la ciotola non solo per mangiare ma anche e soprattutto come forma di linguaggio per comunicare qualcosa al suo padrone. L’affezione canina per quest’oggetto non sempre è facile da controllare ed è necessario saper educare l’animale.

Ma perché il cane è sempre pronto a difendere questo oggetto per lui così sacro, tanto da portarlo via con sé? La risposta, ancora una volta, ha a che fare con il suo istinto. Fido non è in grado di capire come funziona l’organizzazione del padrone per quanto riguarda la sua nutrizione. La ragione dell’attaccamento eccessivo del cane per la ciotola altro non è che il suo bisogno di avere del cibo da mangiare, la preoccupazione costante di non potersi nutrire. In poche parole, il cane associa la ciotola al cibo convincendosi che, se dovesse perderla o se un altro animale dovesse rubargliela, lui potrebbe morire di fame.

Il motivo di questo comportamento canino, quindi, ha un ragionamento del tutto normale per un animale ma ci stupisce perché pensiamo che, col tempo, fido riesca a imparare a ragionare e a comportarsi con coscienza, come noi umani. L’istinto di proteggersi e di avere la sicurezza del cibo ogni volta che vuole, spingono il peloso a difendere, a volte anche con la forza, quell’oggetto che è la chiave della sua sopravvivenza. Ricordiamo che il cane non può capire che il suo padrone non permetterà mai che lui sia malnutrito o che resti senza cibo e che quella ciotola verrà rifornita di altro cibo per il pasto successivo.

L’importanza del cibo per fido

Se c’è una cosa che il cane sa è che il cibo è fondamentale per la sua vita. Per questo, alcune volte, è così possessivo di una ciotola ancora piena di cibo che porterà con sé in un’altra stanza. Fido intende difendere quel cibo che è di sua proprietà e nutrirsene quando ne sente il bisogno. Questo comportamento rivela anche il timore di un possibile attacco da altri animali (se ce ne sono in casa) o una minaccia dal padrone stesso. L’animale, per quanto può avvicinarsi ai nostri ritmi e alle nostre regole, non possiede completamente il senso del tempo e la certezza che qualcuno si occupi di lui.

Ma come possiamo comportarci quando ci troviamo di fronte all’aggressività del nostro peloso? Come facciamo a riprendere la ciotola, se il cane è possessivo? Ecco qualche  consiglio su come reagire se il proprio cane è eccessivamente protettivo.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane abbaia alla ciotola? Quando è aggressivo c’è da preoccuparsi

Il peloso geloso della sua ciotola: consigli utili su come agire

Come comportarsi se il proprio cane diventa troppo aggressivo nei confronti del suo padrone? É possibile risolvere questo problema con alcuni consigli efficaci, vediamo insieme quali sono.

Il cane e il suo comportamento
(Foto Pexels)

Non tutte le razze di cani sono portate a sviluppare, per fortuna, un’eccessiva possessione per la loro ciotola. Se il cane è diventato aggressivo, però, è meglio conoscere il modo giusto di comportarsi con il nostro peloso per evitare conseguenze spiacevoli. Può capitare che il cane, di fronte ad una ciotola piena di cibo, inizi subito ad eccitarsi e a saltare e girare dappertutto, in maniera sfrenata. Una regola base per un adeguato comportamento del cane riguardo al cibo, è quella di fargli comprendere che non vogliamo privarlo del cibo, in nessun modo.

Che sia cucciolo o già adulto, possiamo fargli arrivare questo messaggio, ovvero che vogliamo prendere la sua ciotola solo per breve tempo e soltanto per riempirla ancora di cibo. Sempre con la giusta cautela e pazienza, dobbiamo dimostrargli di non essere una minaccia per lui e per il suo cibo. La sua aggressività può essere motivata da esperienze traumatiche vissute in precedenza, probabilmente da cucciolo e questo vissuto lo porta a difendersi in maniera esagerata, anche se si tratta del suo padrone di cui, in realtà, sente di potersi fidare.

Quando il cane porta in giro la ciotola perché teme la nostra presenza, bisogna abituare il peloso a capire, progressivamente, che non abbiamo intenzione di fargli del male o di privarlo di qualcosa. Se è tempo della pappa, proviamo a offrirgli la ciotola di cibo riempita solo a metà e a metterla davanti a lui. Osservando la prima reazione, che dovrebbe essere quella di avvicinarsi piano e iniziare a mangiare, a quel punto potremo avvicinarci con la mano per riprenderla o riempirla direttamente di cibo, senza levargliela da sotto il muso. Possiamo dargli cibo anche solo con le mani, per instaurare la fiducia.

Facciamo attenzione se il cane ringhia quando mangia. Il suo tentativo di spaventarci con la minaccia di un morso deve farci restare calmi e indifferenti. Il consiglio è quello di restare di fronte a lui, impassibili, aspettando che smetta di stare sulla difensiva. In casi come questo, è sempre meglio indossare dei guanti spessi per avvicinarci a lui, il cane può scattare e aggredire in qualunque momento. Ricordiamo che il cane annusa la paura nell’uomo, se avverte l’ansia non smetterà più di tormentarci. Distrarre il peloso spostando porzioni di cibo in diversi punti, può aiutare a confonderlo e a tranquillizzarlo.

É sconsigliato, in ogni caso, inseguire il cane che porta in giro la sua ciotola. La soluzione è attendere che finisca per procedere. Un’altra idea è quella di offrirgli altri piccoli bocconcini mentre è intento a mangiare altro, per abituarlo a prendere ciò che gli dà il suo padrone e, quindi, a obbedire a un suo comando. Questa specie di gioco puà aiutare a far tornare l’equilibrio tra noi e il nostro animale nel momento del pasto e non solo. Aggiungere cibo o scambiarlo con quello che già mangia è un metodo utilissimo per calmare un cane possessivo ma sempre evitando di togliergli la sua ciotola.

Ilaria G