Home Cani Il cane è possessivo? Consigli per imparare a gestire le risorse

Il cane è possessivo? Consigli per imparare a gestire le risorse

Il cane è possessivo con cose e persone. Quali le difficoltà nel gestire bene le sue risorse. Vediamo cosa possiamo fare per aiutarlo.

cane aggressivo
(Foto AdobeStock)

Il cane da sempre è l’animale domestico preferito dall’uomo, proprio per le sue caratteristiche docili e poi perché è molto legato al proprio padrone.

Questo legame è molto forte e per il quale il cane darebbe la propria vita. Diciamoci la verità quando usciamo con il nostro cane ci sentiamo più sicuri di noi, se sappiamo che c’è Fido a difenderci.

Può succedere però che per alcuni cani questo legame possa diventare un problema comportamentale. Ci sono delle situazioni in cui più che essere solo un legame, diventa qualcosa di insano, un problema di gestione delle risorse da parte dell’animale. In questo articolo cercheremo di capire perché il cane è possessivo e soprattutto con chi e con cosa.

Con cosa e con chi il cane è possessivo

Molto spesso confondiamo la possessività del cane con la gelosia e viceversa, ma quando possiamo stabilire che il cane è possessivo?

cane possessivo
(Foto AdobeStock)

Il cane che ha problemi di gestione delle risorse è un animale che ha una difficoltà nell’amministrare le sue emozioni e tende a proteggere con aggressività, le sue risorse che considera preziose e importanti.

Alcuni esempi di risorse possono essere: il cibo, oggetti, persone, giochi, luoghi o qualsiasi altra cosa che l’animale reputi sua e di valore per lui.

È possibile parlare di problemi di gestione delle risorse quando il cane si comporta allo stesso modo con estranei e con il padrone. Ma non solo, ci sono casi specifici in cui il cane è possessivo, ad esempio:

Questi solo alcuni esempi lampanti di un cane che si mostra possessivo verso qualcosa o qualcuno di specifico, ma ciò non toglie che possa iniziare da una singola cosa o persona per poi espandere ad altro o altri questo suo atteggiamento.

Si tratta di un comportamento pericoloso per gli esseri umani, in particolar modo per i bambini, che sono i primi ad avvicinarsi ai cani con entusiasmo senza percepire questo loro stato di aggressività.

Cosa fare se il cane è possessivo

Il cane è possessivo, come abbiamo potuto vedere, in alcuni casi particolari, dove non ha imparato a gestire bene le risorse e la sua possessività può tramutarsi in aggressione, fino a mordere. Ci sono casi in cui preavvisa ringhiando e altri casi in cui parte direttamente con il morso.

Occorrerà perciò fare un percorso con specialiste del comportamento per correggere l’animale, prima che possa far male qualcuno. Ma i consigli degli esperti, in questi casi suggeriscono di:

  • non sgridare il cane che ringhia, potrebbe scatenare in lui una reazione ancor peggiore. Anche se ringhiare non è un atteggiamento positivo, il cane in questo momento sta cercando di circi qualcosa. Cercare di mantenere la calma e gestire la situazione senza forzare la mano;
  • peril morso del cane vige lo stesso criterio, risulta inutile sgridare o mettere in castigo il cane, il morso è una reazione al suo malessere. L’unica soluzione è rivolgersi ad uno specialista in comportamento canino, il quale indicherà come procedere e quali esercizi svolgere per risolvere il problema.

Potrebbe interessarti anche: Cane geloso: ecco tutti i consigli utili per ritrovare la serenità

Come evitare la possessività nel cane

Il cane è possessivo in particolare verso alcune cose che ritiene sue, in queste cose molto spesso come abbiamo precedentemente accennato rientrano anche le persone, in particolare quello che per lui è il suo padrone e anche i bambini della famiglia.

Questo comportamento siccome può divenire pericoloso occorre modificarlo o meglio ancora evitarlo. Vediamo come nelle singole situazioni:

  • il cibo: per evitare che il cane possa sviluppare questa possessività nel suo atteggiamento, occorre sin da piccolo abituarlo con il cibo. Una soluzione potrebbe essere quella di somministrare dei pezzetti di cibo al cane direttamente dalla tua mano, premiarlo durante l’addestramento o quando si comporta bene. Fino a che il cane non diventerà adulto è importante seguire questo programma e anche successivamente dargli da mangiare ogni tanto direttamente dalla mano, non è sbagliato. Inoltre quando assume un atteggiamento sbagliato o aggressivo non somministrare del cibo, altrimenti lo assocerà ad un premio e si rafforzerà il comportamento. Meglio aspettare che si tranquillizzi.
  • i giochi: prendere e riportare oggetti è fra i giochi preferite del cane, deve essere eseguito in modo stimolante e divertente. Occorre lavorare con l’animale insegnandogli a prendere e soprattutto a rilasciare gli oggetti, cercando di fargli capire che il gioco consiste in quello e non è una forzatura;
  • le persone: il cane sin da cucciolo ha bisogno di socializzare ed entrare a contatto con persone di ogni tipo (adulti, bambini, ecc.) interagendo in modo positivo e lasciandosi accarezzare. Questo servirà a capire crescendo che non deve difenderci da tutto e tutti. Poiché questo suo comportamento può sfociare in problemi di aggressività gravi.

Potrebbe interessarti anche: Cane geloso del rapporto di coppia: motivi e cosa fare

Raffaella Lauretta